Redazione Irno24 02/04/2020 0

Covid-19, il Sindaco Vignola risponde ai cittadini in un video su Facebook

Il Sindaco di Solofra, Michele Vignola, risponderà alle domande e alle preoccupazioni sull'emergenza Covid-19 in città. A Solofra, infatti, si sono registrati alcuni casi di contagio. Le istanze dei cittadini verranno raccolte attraverso la pagina Facebook del Comune e sintetizzate in un video, durante il quale il Primo Cittadino darà risposta a 10 domande. I quesiti dovranno pervenire entro il 3 Aprile.

Leggi tutto

Redazione Irno24 02/04/2020 0

Cittadini di Siano donano generi alimentari alle associazioni

In queste ore, diversi cittadini di Siano stanno manifestando la loro solidarietà portando generi alimentari alle associazioni del territorio. Lo rende noto il Comune attraverso Facebook. Per ridurre al minimo i contatti tra la popolazione ed il personale volontario esposto, si invitano i cittadini a lasciare la donazione presso i negozi e gli esercizi commerciali.

Tutti i giorni alle ore 15:00, personale della Croce Azzurra e della Misericordia effettuerà il ritiro dei beni per le successive consegne.

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/04/2020 0

Conte: "Si iniziano a vedere gli effetti delle restrizioni ma non possiamo allentarle"

Il Premier Giuseppe Conte ha annunciato, nel suo ormai consueto intervento streaming, di aver firmato il DPCM che proroga fino al 13 Aprile le misure fin qui adottate per il contenimento del contagio da Covid-19.

"Il nostro Paese sta attraversando la fase acuta dell'emergenza - ha detto Conte - Oggi abbiamo superato i 13000 decessi. Questa è una ferita che ci addolora particolarmente, una ferita che mai potremo sanare. Non siamo nella condizione di poter allentare le misure restrittive che abbiamo disposto.

Non siamo nella condizione di poter alleviare i disagi e risparmiare i sacrifici a cui si è sottoposti. Gli esperti del Comitato tecnico-scientifico ci rappresentano che si iniziano a vedere gli effetti positivi delle misure adottate ma, ripeto, non siamo ancora nella condizione di poter iniziare ad abbracciare una prospettiva diversa".

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/04/2020 0

PostePay per consegna pacco alimentare, truffatori in azione a Baronissi

Ci viene segnalato - si legge sulla pagina facebook del Comune di Baronissi - che truffatori, spacciandosi per incaricati del Comune, telefonicamente richiedono a cittadini clienti di Poste Italiane il numero di carte in possesso (es. PostePay, carta di debito) che occorrerebbe per la consegna di pacchi alimentari.

Si tratta di delinquenti.

Chi dovesse ricevere tali richieste telefoniche non comunichi alcuna informazione e avvisi i Carabinieri.

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/04/2020 0

ASL attiva spazio di orientamento dedicato a docenti e genitori

L'Unità Operativa Promozione della Salute dell’Asl Salerno istituisce uno Spazio di consultazione ed orientamento per supportare docenti e genitori in questo periodo di isolamento forzato imposto dall’emergenza Covid-19.

Tale servizio si propone di fornire un adeguato strumento di sostegno per controllare tensioni, stress e ansie che possono essere generate dall’isolamento e/o dalla coabitazione coatta, e che producono effetti psicologici anche sullo svolgimento di lezioni e interrogazioni online.

Il gruppo di esperti individuati, dalla dott.ssa Rosa Zampetti, direttore della struttura per la Promozione della Salute nelle scuole, avrà il compito di supportare insegnanti e genitori di alunni degli istituti di ogni ordine e grado, facendoli sentire meno soli nel loro quotidiano compito di educatori-formatori, e di sostenere i loro figli-discenti, fornendo le indicazioni per un percorso scolastico salutare sia a livello emotivo che cognitivo.

Il servizio sarà disponibile per tutta la durata dell’emergenza. Gli esperti dell’Asl Salerno potranno essere contattati tramite mail e\o utenza telefonica. Gli specialisti, i loro contatti e l’ambito territoriale di competenza sono consultabili a questo link.

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/04/2020 0

L'appello di De Luca: "State a casa, un delitto vanificare i sacrifici fatti"

"Rivolgo il mio appello al Governo nazionale perché confermi in maniera chiara e forte l'obbligo per tutti di rimanere a casa, salvo che per l'acquisto di beni alimentari o di medicinali. Rinnovo il mio appello accorato ai nostri concittadini perché rispettino rigorosamente l'ordinanza regionale che vieta le uscite.

Sappiamo bene tutti noi quanto sia grande e pesante l'impegno richiesto. Ma sarebbe un delitto vanificare i sacrifici fatti in queste settimane abbandonandosi ora a comportamenti irresponsabili. Se in un quartiere escono 500 genitori con bambini al seguito, chi controlla il distanziamento di almeno un metro tra genitore e genitore, fra bambino e bambino? Chi controlla che la passeggiata avvenga nelle vicinanze dell'abitazione? Chi controlla che l'uscita duri un'ora e non una mattinata? Chi controlla i motivi di necessità?

Non oso neanche immaginare quello che succederebbe in queste condizioni, nel fine settimana di Pasqua. Sarebbe come dare il via libera a tutti: una tragedia. Il risultato sarebbe una riesplosione del contagio tra due settimane, dopo l'incubazione del virus. E così, anziché ridurre il calvario di questi giorni, lo si prolunga all'infinito con un danno incalcolabile per la salute dei cittadini. Mentre si lavora al rilancio graduale dell'economia, si farebbe ripiombare l'Italia nell'emergenza più drammatica.

E questo ancora di più al Sud, dove arriva solo ora l'onda forte del contagio, e dove si è riuscito a stento a governare l'ondata dei rientri dal Nord. Anziché dare respiro ai bambini e agli anziani, rischiamo di doverli tenere chiusi in casa a Giugno e a Luglio! Questa sì sarebbe una tragedia. Per questi motivi ribadisco che in Campania è assolutamente vietato uscire per strada, al di là dei casi consentiti. Chiarisco che le Forze dell'Ordine sono tenute a far rispettare le nostre ordinanze, pena comportamenti omissivi o elusivi dell'ordine dell'autorità sanitaria.

Le ordinanze hanno valore di norma obbligatoria. Le 'circolari' interpretative assolutamente no. In conclusione vorremmo poter lavorare senza elementi di disturbo e di confusione, per tutelare seriamente la salute dei nostri cari, come si sta facendo pur tra mille difficoltà. E vorremmo definire in questa settimana un imponente Piano regionale di sostegno sociale alle fasce deboli, e di sostegno economico alle attività produttive e professionali".

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca

Leggi tutto

Cerca...