Cerca...

51 articoli nella categoria Ambiente

Redazione Irno24 10/06/2021 0

Acque di balneazione in Campania, dai prelievi di Maggio risultati migliori

Ad oggi, dall’inizio delle attività di controllo in mare sono 814 i campioni prelevati nel 2021 nelle 328 acque di balneazione della Campania dai tecnici Arpac dei Dipartimenti costieri con l’ausilio della flotta nautica di proprietà dell’Agenzia, gestita e coordinata dalla UO Mare. Le attività svolte finora hanno evidenziato circa il 3% di prelievi non conformi ai valori limite di legge, per lo più registrati nel mese di aprile.

Il monitoraggio a maggio è stato caratterizzato da condizioni meteomarine spesso avverse che hanno creato non poche difficoltà agli addetti ai prelievi e ai comandanti dei battelli. In diverse situazioni è stato necessario rientrare in porto e rinviare ai giorni successivi le missioni già programmate.

In totale sono stati eseguiti tutti i campionamenti mensili previsti con un totale di 434 campioni prelevati lungo tutto il litorale campano. L’andamento generale dei controlli in mare per il mese di maggio è stato migliore rispetto a quello riscontrato nel mese di aprile.

A seguito della rimozione delle cause che hanno determinato ad inizio stagione il divieto di balneazione in alcuni tratti di mare e con gli esiti favorevoli dei prelievi supplementari di maggio sono state riammesse all’uso balneare le acque di Sapri (Lungomare di Sapri), Praiano (Praiano), Massa Lubrense (Marina di Crapolla), Ercolano (La Favorita). Resta confermata solo l’interdizione a Maiori (Maiori2) oltre ai tratti di mare dichiarati di qualità scarsa nell’ultima classificazione regionale (Deliberazione della Giunta della Campania n. 583 del 16.12.2020).

Leggi tutto

Redazione Irno24 08/06/2021 0

Inquinamento Valle Irno, Sindaci chiedono audizione a Regione e IZSM

I sindaci dei Comuni di Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Fisciano, Mercato San Severino e Siano hanno richiesto, questa mattina, al Presidente della Commissione Ambiente della Regione, Giovanni Zannini, un urgente incontro della Commissione con l'audizione del Direttore Generale dell'Istituto Zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno, Antonio Limone, per esaminare e approfondire i risultati dello studio di biomonitoraggio ambientale "Spes".

L’obiettivo è di vagliare i livelli di contaminazione delle diverse matrici ambientali nella Valle dell’Irno per le opportune valutazioni e le conseguenti determinazioni. Dall’indagine è emerso che i livelli di inquinamento di aria, acqua e suolo del territorio sarebbero superiori alla media facendo scattare un preoccupante campanello d’allarme. I Sindaci della Valle dell’Irno hanno così deciso di intraprendere un percorso comune per attivare azioni sui territori interessati.

Leggi tutto

Redazione Irno24 08/06/2021 0

Impianti rifiuti, appello di Fiadel e lavoratori Cgs all’Eda: "Politica faccia la sua parte"

«Lanciamo un appello all'Eda per conoscere il futuro del trattamento dei rifiuti nel Salernitano». E’ la domanda che si pone la Fiadel Salerno insieme ai lavoratori del Cgs, che gestisce quattro impianti di depurazione per conto del Consorzio Asi.

«Gli impianti trattano rifiuti liquidi provenienti dalla provincia di Salerno, da molti impianti della Campania e da aziende che operano oltre i confini regionali. Di fatto, assicurano il trattamento dei rifiuti liquidi provenienti da civili abitazioni e da attività produttive (come il percolato di discarica), permettendo la salvaguardia ambientale tramite attività depurativa.

Nonostante ciò - denuncia la segreteria provinciale Fiadel, guidata da Angelo Rispoli - la forza lavoro è inferiore alle cinquanta unità, tra dipendenti che svolgono compiti presso la direzione che ha sede a Salerno, impiegati, tecnici e manutentori presso l’impianto terminale di convogliamento delle acque di Battipaglia, lavoratori che svolgono mansioni tecniche ed operative presso gli impianti di Buccino, Palomonte e Oliveto Citra. Il numero è esiguo ed insufficiente ad assicurare attività depurative e di gestione dei rifiuti in condizioni di sicurezza ed al contempo operare con efficienza ed efficacia.

Si sa che ci sono interventi di accorpamento delle società territoriali sia nel settore delle acque che di quello legato alle problematiche dei rifiuti, con l’intento di contenere i costi ed assicurare la salvaguardia territoriale. Eppure questa società, nonostante gestisca impianti per la depurazione e il trattamento dei rifiuti, non fa parte del disegno politico che dovrebbe dotare il territorio di un sistema di gestione funzionale alle sfide ambientali».

Non mancano gli interrogativi: «Non si sa quale possa essere il destino di una azienda che ha pochi lavoratori e per giunta non più giovani: non si fanno assunzioni da quasi 30 anni, né si punta ad utilizzare i benefici di legge per assumere giovani tecnici in grado di favorire innovazione e modernizzazione. A ciò si aggiungono i mancati investimenti e le carenti manutenzioni».

Infine l’appello dei lavoratori: «Ci rivolgiamo a coloro che compiono scelte politiche e di gestione ambientale per conoscere il futuro del trattamento dei rifiuti liquidi nell’area salernitana e gli interventi per affrontare problematiche sempre più determinanti per lo sviluppo del territorio».

Leggi tutto

Redazione Irno24 05/06/2021 0

Dati Spes, Somma: "Evidente la problematica ambiente, serve tavolo istituzionale"

Sono stati resi noti dal Presidente della Regione De Luca i numeri dell’indagine “Spes”, curata dall’istituto zooprofilattico per il Mezzogiorno, che ha interessato 175 Comuni e coinvolto 4.200 cittadini in un’attività di indagine durata cinque anni per valutare i livelli di contaminazione di aria, acqua, suoli, prodotti agroalimentari.

Dall’indagine è emerso che i livelli di inquinamento di aria, acqua e suolo del territorio della Valle dell’Irno sarebbero superiori alla media, facendo scattare un preoccupante campanello d’allarme. Per nulla sorpreso dai risultati è parso il Sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma.

“Sono dati - afferma il primo cittadino - che certificano le nostre preoccupazioni espresse già da tempo e che ci hanno portato a mettere la tematica ambiente al centro della nostra azione amministrativa. Basti pensare che già nel 2017, immediatamente dopo l'insediamento della mia Amministrazione, abbiamo richiesto l'istituzione del registro tumori presso il Comune.

Richiesta respinta perchè ci è stato eccepito che la competenza fosse dell'ASL, salvo poi scoprire, nostro malgrado, che il registro istituito presso l'ASL era fermo al 2012. E ancora - continua Somma - penso alle battaglie fatte sin dalla campagna elettorale contro ogni impianto di smaltimento rifiuti che potesse sorgere sul nostro territorio, le numerose richieste di intervento per la bonifica del torrente Solofrana e per la risoluzione di varie problematiche sul nostro territorio.

E' evidente che vi è una problematica ambientale sul nostro territorio, certificata ora dalla Regione. Ritengo non vi sia altro tempo da perdere, occorre istituire un tavolo tra i Sindaci del territorio, il Presidente della Regione e l'Assessore alla Ambiente per individuare le azioni da mettere in campo a tutela della salute dei cittadini”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 04/06/2021 0

Pellezzano, Morra: "Non piu possibile tollerare presenze di fattori inquinanti"

"I dati sull'inquinamento atmosferico nella Valle dell'Irno e, di conseguenza, anche nel Comune di Pellezzano, diffusi dalla indagine Spes, confermano le nostre preoccupazioni. I livelli di mercurio e di diossina sono, nettamente, superiori alla norma: lo dicono i numeri ufficiali per la cui pubblicazione, insieme ad alcune associazioni del territorio, abbiamo dovuto fare ricorso ai magistrati del Tar.

Ora, più che mai, non è piu possibile tollerare presenze di fattori inquinanti e che rendono l'aria che respiriamo ogni giorno pericolosa per la salute. A breve chiederò al Presidente della Regione ed all'Assessore Regionale all'Ambiente un incontro per stabilire le azioni da intraprendere. Il Comune di Pellezzano, se necessario, anche da solo, adotterà ogni provvedimento per difendere la salute dei cittadini". Così il sindaco Morra.

Leggi tutto