44 risultati con la parola chiave vincenzo de luca

Redazione Irno24 01/04/2020 0

L'appello di De Luca: "State a casa, un delitto vanificare i sacrifici fatti"

"Rivolgo il mio appello al Governo nazionale perché confermi in maniera chiara e forte l'obbligo per tutti di rimanere a casa, salvo che per l'acquisto di beni alimentari o di medicinali. Rinnovo il mio appello accorato ai nostri concittadini perché rispettino rigorosamente l'ordinanza regionale che vieta le uscite.

Sappiamo bene tutti noi quanto sia grande e pesante l'impegno richiesto. Ma sarebbe un delitto vanificare i sacrifici fatti in queste settimane abbandonandosi ora a comportamenti irresponsabili. Se in un quartiere escono 500 genitori con bambini al seguito, chi controlla il distanziamento di almeno un metro tra genitore e genitore, fra bambino e bambino? Chi controlla che la passeggiata avvenga nelle vicinanze dell'abitazione? Chi controlla che l'uscita duri un'ora e non una mattinata? Chi controlla i motivi di necessità?

Non oso neanche immaginare quello che succederebbe in queste condizioni, nel fine settimana di Pasqua. Sarebbe come dare il via libera a tutti: una tragedia. Il risultato sarebbe una riesplosione del contagio tra due settimane, dopo l'incubazione del virus. E così, anziché ridurre il calvario di questi giorni, lo si prolunga all'infinito con un danno incalcolabile per la salute dei cittadini. Mentre si lavora al rilancio graduale dell'economia, si farebbe ripiombare l'Italia nell'emergenza più drammatica.

E questo ancora di più al Sud, dove arriva solo ora l'onda forte del contagio, e dove si è riuscito a stento a governare l'ondata dei rientri dal Nord. Anziché dare respiro ai bambini e agli anziani, rischiamo di doverli tenere chiusi in casa a Giugno e a Luglio! Questa sì sarebbe una tragedia. Per questi motivi ribadisco che in Campania è assolutamente vietato uscire per strada, al di là dei casi consentiti. Chiarisco che le Forze dell'Ordine sono tenute a far rispettare le nostre ordinanze, pena comportamenti omissivi o elusivi dell'ordine dell'autorità sanitaria.

Le ordinanze hanno valore di norma obbligatoria. Le 'circolari' interpretative assolutamente no. In conclusione vorremmo poter lavorare senza elementi di disturbo e di confusione, per tutelare seriamente la salute dei nostri cari, come si sta facendo pur tra mille difficoltà. E vorremmo definire in questa settimana un imponente Piano regionale di sostegno sociale alle fasce deboli, e di sostegno economico alle attività produttive e professionali".

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca

Leggi tutto

Redazione Irno24 31/03/2020 0

In Campania è vietato fare jogging e passeggiare sotto casa

Nota stampa del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca: "Considero gravissimo il messaggio proveniente dal Ministero dell'Interno, relativo alla possibilità di fare jogging e di passeggiare sotto casa. Si trasmette irresponsabilmente l'idea che l'epidemia è ormai alle nostre spalle. Si ignora tra l'altro, che vi sono realtà del Paese dove sta arrivando solo ora l'ondata più forte di contagio.

Si rischia, per una settimana di rilassamento anticipato, di provocare una impennata del contagio. Ribadisco che in Campania rimane in vigore l'ordinanza regionale, derivata da motivi di tutela sanitaria, la cui competenza è esclusivamente regionale. Si ribadisce che è assolutamente vietato uscire a passeggio o andare a fare jogging".

Leggi tutto

Redazione Irno24 28/03/2020 0

Restrizioni in Campania fino al 14 Aprile, consentita spesa a domicilio

Con decorrenza immediata e fino al 14 Aprile 2020, ferme restando le misure statali e regionali vigenti, il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha adottato ulteriori misure per quanto riguarda il territorio campano:

  • sono ulteriormente sospesi le attività e i servizi di ristorazione, fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, anche con riferimento alla consegna a domicilio
  • i supermercati e gli altri esercizi di vendita di beni di prima necessità possono effettuare consegne a domicilio soltanto di prodotti confezionati e da parte di personale protetto con appositi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale)
  • è vietato lo svolgimento di fiere e mercati per la vendita al dettaglio, anche relativi ai generi alimentari. Sono esclusi dal divieto i negozi che si trovano nelle aree mercatali
Leggi tutto

Redazione Irno24 28/03/2020 0

Mascherine gratis ai farmacisti da Lunedì 30 Marzo

Da Lunedì 30 Marzo saranno consegnate gratuitamente mascherine di protezione ai farmacisti della Campania che sono al banco vendita. L'iniziativa rientra nel programma annunciato dal Presidente De Luca secondo cui vengono considerati prioritari i dispositivi di protezione individuali per il personale medico-sanitario.

Progressivamente e compatibilmente con la disponibilità, le mascherine saranno consegnate a tutte le categorie che svolgono servizi essenziali, dai trasporti al commercio.​

Leggi tutto

Redazione Irno24 27/03/2020 0

De Luca: "Come una guerra, ci vogliono nervi saldi ma ce la faremo"

Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha tenuto una conferenza in streaming - attraverso Facebook - per fare il punto della situazione sull'emergenza Coronavirus nel territorio campano, al 27 Marzo 2020.

Parole forti, quelle del Presidente della Regione: "E' come una guerra, ci vogliono nervi saldi perchè il problema c'è ed è drammatico. Sarà risolto soltanto quando saremo arrivati alla conclusione del cammino. Le scadenze di vita si sono modificate, tutti i riferimenti sono saltati. Paura, angoscia e poi è subentrata l'assuefazione. Bisogna stringere i denti e avere fiducia.

Non vinceremo a brevissimo, ma lo faremo. E lo faremo prima se continuiamo a fare questi sacrifici. Bisogna rincorrere i problemi di ora in ora, chi non lo capisce è fuori dal mondo. Come Governo regionale abbiamo fatto quanto era più utile per la cura dei cittadini.

Noi ci sentiamo pienamente solidali col lavoro del Governo e della Protezione Civile, ma abbiamo il dovere di dire la verità quando i problemi emergono. Abbiamo alzato i toni perchè sono emerse criticità pericolose, relativamente alle forniture. Che la Lombardia sia la prima emergenza è evidente, noi sosteniamo lo sforzo del Governo su questa priorità. Ma la seconda, strategica, è evitare che l'epidemia esploda al Sud, e davvero sarebbe una tragedia.

Eravamo arrivati ad un punto tale che mancavano le mascherine per il 118, abbiamo dovuto parlare chiaro e forte. Ma con spirito collaborativo. Ieri per la prima volta - oltre le 71mila mascherine - è arrivata anche una dotazione importante di tute protettive e visiere, mi auguro sia l'inizio di forniture continuative. Perchè tale fornitura dura 8 ore in Ospedale. Lunedì dovrebbero arrivare altri 16 ventilatori polmonari. Ai 'portaseccia' dico che non c'è alcun collasso, abbiamo sollevato soltanto il problema delle forniture.

Con questo tsunami, in Campania non tutto può essere perfetto. Lo sappiamo. Siamo totalmente a disposizione ad ovviare a tutto ciò che si determina. Ma dobbiamo saperlo. E' una corsa contro il tempo. Abbiamo 2 obiettivi fondamentali: aumentare i posti in terapia intensiva, per chi deve essere intubato, e posti di degenza (per i contagiati non gravi).

Coi nostri tecnici, fra cui il dr Perrella, aggiorniamo l'algoritmo di previsione ogni 2 giorni. Uno strumento comunque attendibile. Per Domenica, secondo l'algoritmo, dovremmo avere 1721 contagi, 223 ricoveri in terapia intensiva, 493 in degenza "normale". Siamo totalmente concentrati sui numeri, per essere pronti ai numeri delle settimane successive. Questo è il riferimento.

Governiamo il problema se possiamo prepararci una settimana prima. Un lavoro ossessivo. Il picco è previsto alla fine della prima settimana di Aprile. A questo stiamo lavorando. Ce la possiamo fare, ve lo garantisco, a condizione che ogni livello faccia la sua parte.

Abbiamo fatto già un miracolo con il personale perchè siamo drammaticamente sottodimensionati: assunti oltre 800 infermieri, 419 con procedure accelerate, 188 OSS, 104 medici, 160 giovani medici in scuole di specializzazione. Uno sforzo gigantesco. Abbiamo stabilito in anticipo delle misure più rigorose che a livello nazionale sono state imposte dopo 10 giorni. Altrimenti avremmo il doppio dei contagi.

Abbiamo riconvertito la metà dei posti della terapia intensiva per destinarla a "terapia intensiva Covid", ci siamo preoccupati di bandire una gara per un ospedale prefabbricato da 120 posti di terapia intensiva. Stiamo lavorando su una previsione di 350 posti, un raddoppio rispetto a quelli che abbiamo, un numero adeguato alla domanda secondo l'algoritmo.

Ci aspettiamo verso il 3-5 Aprile il plateau, la situazione piatta dopo la quale dovremmo avere 80-100 contagi al giorno. Dopo ulteriori 7 giorni, comincerà la curva discendente. Dovunque sia possibile, stiamo creando ospedali dedicati.

La Campania, che usciva dal Commissariamento, aveva un solo laboratorio, quello del Cotugno, che deve essere certificato dall'ISS. Siccome non ce la facevamo, abbiamo proceduto a tappeto per aprire altri laboratori, senza aspettare l'ISS. Ve ne sono 10 attivi, cui abbiamo dato l'obiettivo dei 2mila tamponi al giorno e dei risultati entro le 24 ore per recuperare alcuni ritardi. Ovviamente, la moltiplicazione dei tamponi non risolve da sola la situazione, bisogna stare a casa e mantenere le distanze.

Lunedì arriverà 1 milione di kit rapidi per attività di tutela di medici e infermieri. La priorità assoluta è tutelare il personale sanitario, poi quello del trasporto pubblico, dei supermercati e degli uffici statali. Stiamo pensando di consegnare gratuitamente ai cittadini in isolamento e ai familiari le mascherine chirurgiche".

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/03/2020 0

De Luca proroga i divieti fino al 14 Aprile

Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha emanato una ulteriore ordinanza che proroga le misure fin qui adottate per contrastare il Coronavirus. Viene esteso fino al 14 Aprile, infatti, su tutto il territorio regionale, il divieto di uscire di casa.

Sono ammessi esclusivamente spostamenti temporanei ed individuali, motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

IL TESTO DELL'ORDINANZA

Leggi tutto

Redazione Irno24 23/03/2020 0

Mascherine gratuite a chi è in quarantena, lo ha disposto De Luca

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto la consegna gratuita di mascherine chirurgiche a tutti i concittadini campani che attualmente sono in isolamento domiciliare sorvegliato, anche a tutela dei loro familiari. Lo si apprende da una nota stampa della Regione.

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/03/2020 0

Isolamento fiduciario e divieto di spostamenti per chi fa ingresso in Campania

Con ordinanza n. 20 del 22 Marzo 2020, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

"Con decorrenza dalla data odierna e fino al 3 Aprile, a tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero, che faranno ingresso in Campania o vi abbiano fatto ingresso negli ultimi 14 giorni per rientrare nel territorio regionale, è fatto obbligo: di comunicare tale circostanza al Comune e al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente;

di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali; di osservare il divieto di spostamenti e viaggi; di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza; in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.

A tutti i viaggiatori in arrivo, anche per motivi consentiti dalle vigenti disposizioni nazionali e regionali, alle stazioni ferroviarie di Napoli, Napoli Afragola, Salerno, Caserta, Benevento nonché Battipaglia, Aversa, Sapri, Eboli, Vallo della Lucania, con treni che effettuano collegamenti interregionali, è fatto obbligo di: sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea, secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni, in conformità a quanto previsto con il presente provvedimento; compilare l’autocertificazione, secondo il format diramato dal Ministero dell’interno e diffusamente in uso su tutto il territorio nazionale".

"Esprimo il mio vivo apprezzamento - ha dichiarato De Luca - per la tempestività e l'importanza della decisione assunta dal Governo, ed esplicitata dal decreto congiunto del Ministero della Salute e del Ministero dell'Interno, per il blocco di tutte le partenze da Nord a Sud. Questo ci aiuterà a combattere meglio la diffusione del contagio.

Ricordo tuttavia che rimane aperto un problema che a mio parere va affrontato con altrettanta tempestività e determinazione: il controllo del territorio, per il quale le forze in campo sono insufficienti. Da questo punto di vista ritengo assolutamente necessario impegnarsi in un grande sforzo collettivo, rivolto all'obiettivo essenziale e prioritario di contenere il contagio. Occorre un piano di mobilitazione mirato delle forze di polizia ma anche di tutte le Forze Armate, coerente con l'obiettivo, al netto delle attività di prevenzione antiterrorismo".

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/03/2020 0

De Luca: "Misure drastiche per evitare arrivi da zone a contagio elevato"

"Ho rivolto un invito al Governo - scrive il Presidente della Regione, De Luca - affinché vengano assunte misure drastiche per evitare o controllare l'arrivo di cittadini da Regioni e Paesi in cui il contagio è già elevato.

Ho già sottolineato il pericolo eccezionale che può derivare da spostamenti incontrollati che si andrebbero a sommare a quelli delle settimane scorse. Tali flussi renderebbero davvero ingovernabile la situazione in Campania. Attendiamo un confronto di merito urgente con il Governo su questa nuova grave emergenza che si profila".

Leggi tutto

Redazione Irno24 14/03/2020 0

De Luca chiarisce l'ordinanza: "Niente attività sportiva all'aperto"

A chiarimento ulteriore dell'ordinanza n.15 del 13/3/2020, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, precisa che l’attività sportiva, ludica o ricreativa all’aperto in luoghi pubblici o aperti al pubblico non è compatibile con il contenuto dell’Ordinanza stessa.

Inoltre, non è consentito in locali pubblici e/o aperti al pubblico svolgere eventi quali riunioni per fini ricreativi e/o sportivi e feste. Restano in vigore tutte le disposizioni delle ordinanze relative alla prevenzione e al contenimento del contagio da Covid-19.

ECCO IL CHIARIMENTO

Leggi tutto