398 risultati con la parola chiave coronavirus

Redazione Irno24 30/04/2020 0

Strianese sul 1° Maggio: "Centralità di lavoro e persone, ma intanto restiamo a casa"

"Il 1 maggio 2020 arriva in un momento nevralgico della nostra vita - scrive Michele Strianese, presidente della Provincia di Salerno - soprattutto per quanto riguarda il lavoro di molti di noi. È un primo maggio segnato dalla quarantena nazionale e dal distanziamento sociale come vuole la normativa nazionale e regionale per il Covid19. E voglio subito ringraziare i tantissimi lavoratori che hanno attraversato la pandemia, con grande senso di responsabilità, tenendo in piedi un intero Paese.

Sicuramente il virus ha cambiato tante cose, ma ha sconvolto soprattutto il mondo del lavoro. Penso alle lavoratrici e ai lavoratori, tantissimi in ogni comparto, che con abnegazione, serietà e senso di solidarietà non si sono mai fermati. Nel caos dell’emergenza sanitaria mi vengono in mente per esempio alcune professioni molto diverse fra loro, ma che hanno letteralmente sostenuto le nostre comunità: da una parte il personale sanitario, medici, infermieri, addetti alle pulizie, dall’altra gli operatori della logistica, i rider e i driver che hanno permesso gli approvvigionamenti essenziali e la consegna a casa a chi non poteva uscire.

Tutti lavoratori che hanno svolto e continuano a svolgere un ruolo fondamentale. E con loro tutti gli addetti della grande distribuzione, le forze dell’ordine, gli addetti al settore dei trasporti, i lavoratori dell’agroalimentare, tutto il lavoro pubblico, che anche in smart working ha continuato ad assicurare i servizi essenziali, gli insegnanti che con le loro lezioni on line stanno tutt’ora facendo i salti mortali per tenere viva l’attenzione dei loro studenti, senza lasciare nessuno indietro. E ancora moltissimi altri lavori che in queste settimane ci hanno consentito di vivere una vita con una parvenza di normalità. Noi restiamo a casa, e soprattutto continuiamo a farlo fino a che potremo uscire in maniera graduale.

Intanto però, tutti noi dobbiamo ringraziare queste lavoratrici e questi lavoratori, donne e uomini ai quali non solo va la nostra eterna riconoscenza per la professionalità e lo spirito di sacrificio dimostrati, ma per i quali dobbiamo imparare a chiedere trattamenti più coerenti al loro ruolo indispensabile. Non parlo solo di riconoscimenti economici adeguati, spesso sono persone pagate poco o addirittura precarie, ma parlo dell’importanza di rendere centrali il lavoro e le persone che lavorano.

Il virus ha finalmente dimostrato con crudele evidenza che il profitto non deve essere il focus principale nelle nostre scelte, ma lo sono invece le persone, gli esseri umani. Lo sviluppo basato sulla finanza e sulla crescente diseguaglianza non è sostenibile né per l’uomo né per la natura. Sui nostri territori, nei nostri comuni in questi giorni siamo cercando di combattere una enorme emergenza sanitaria, economica e sociale, proprio stringendoci intorno alle nostre comunità locali per ridare forza e fiducia alla nostra gente. Molti di loro non stanno lavorando e sono in difficoltà, perché per ora non possono riaprire le loro attività come previsto dalla normativa.

Altri forse non riusciranno più ad aprire le loro attività. Ma nessuno sarà lasciato solo. Ogni Comune sta combattendo in prima linea e anche la Provincia di Salerno c’è e c’è anche la grande solidarietà dimostrata in questi giorni da moltissimi cittadini nei nostri territori. Dall’interno della Cabina di Regia fra Governo e Enti locali, in cui sono stato nominato per la fase 2, come Presidente di Provincia, ho fatto proposte concrete per la ripresa, per esempio, di un comparto per noi fondamentale. Parlo del turismo, che appena possibile verrà sostenuto e avviato con misure adeguate, perché possano crearsi le giuste ricadute economiche sui nostri territori.

La nostra bellissima provincia si riprenderà. E risorgerà con una nuova visione comune, fondata sulla fratellanza e solidarietà. Dobbiamo costruire un mondo diverso in cui il lavoro e le persone siano il centro della nostra attività politica. Ce lo hanno insegnato in questi mesi proprio quei lavoratori che non si sono mai fermati nonostante tutto. È questa la politica del servizio, questo deve essere il nostro ruolo di politici se vogliamo veramente cambiare qualcosa. La Provincia di Salerno si muove in questa direzione.

Vi raccomando naturalmente di rimanere a casa. Dal 4 maggio, come prevede la fase 2, in maniera graduale potremo iniziare a cambiare qualcosa, ancora qualche sacrificio dunque. Buon 1 maggio a tutti da parte mia e di tutta l’Amministrazione provinciale".

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/04/2020 0

Quattro importanti misure di sostegno per commercianti e artigiani di Baronissi

La giunta comunale di Baronissi ha varato un importante pacchetto di misure a sostegno di commercianti, artigiani ed esercenti ristorazione colpiti dall’emergenza Covid-19. Quattro le misure finanziate che vanno ad integrare quelle messe in campo da Governo e Regione.

Per l’intero anno 2020, gli esercizi pubblici saranno esentati dal pagamento dell’occupazione di suolo pubblico: l’obiettivo è fare di Baronissi una grande “città ristorante all’aperto”, per consentire una ristorazione “in sicurezza” e al contempo sostenere le imprese alla ripresa. Disposto il differimento del 50% della TARI 2020: il pagamento delle prime due rate (scadenza giugno e agosto) è differito, senza alcun interesse di mora, agli anni 2021 e 2022 e proporzionalmente spalmato in quelle annualità.

Importante novità anche per i fitti con accesso al credito agevolato per il pagamento dei canoni dei negozi e delle botteghe. Tramite la Banca di Monte Pruno, convenzionata col Comune, si potrà usufruire di un finanziamento per il pagamento di canoni mensili di fitto (massimo tre) per l’importo massimo di tremila euro. La somma finanziata sarà restituita in trentasei rate mensili con interessi esclusivamente a carico del Comune. L’erogazione della liquidità è assicurata entro 5 -7 giorni dalla richiesta.

Infine, il Comune provvederà già dalla prossima settimana alla fornitura gratuita - una tantum - di dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti).

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/04/2020 0

Montoro, mascherine ai sanitari col ricavato per i corsi sul defibrillatore

Il Comune di Montoro, vista l’emergenza Covid-19, ha ritenuto opportuno destinare l’intero ricavato delle iscrizioni/offerte dei vari “corsi di formazione per l’utilizzo del defibrillatore” all’acquisto di D.P.I. donati tramite l’associazione “Ascolto Donna APS” al personale medico/infermieristico degli Ospedali di Avellino e Solofra. L'amministrazione montorese ringrazia il “Centro di formazione Accademia Irpinia delle Emergenze” e “la Misericordia di Montoro” per la disponibilità e professionalità dimostrata sia durante lo svolgimento dei corsi che per aver condiviso l’iniziativa comunale.

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/04/2020 0

L'impegno della Protezione Civile di Salerno fra pacchi alimentari e sanificazioni

Sono oltre 500 i pacchi alimentari recuperati grazie al lavoro della Protezione Civile del Comune di Salerno durante questo periodo dove la crisi economica si è fatta più pesante a causa delle conseguenze dovute al Coronavirus. Insieme al sindaco Napoli e su impulso dell'assessore Caramanno, che ha coordinato il lavoro, uomini e donne della Protezione civile comunale, ogni sera, stanno recuperando generi alimentari di prima necessità lasciati nei carrelli dei supermercati da cittadini generosi.

Ad aderire all'iniziativa alcune catene di supermercati cittadini, oltre a tanti singoli benefattori, quali imprenditori, associazioni e aziende del territorio. Una volta recuperati, i generi alimentari vengono confezionati in singoli pacchi che a loro volta vengono distribuiti a parrocchie e famiglie bisognose individuate grazie al Servizio sociale territoriale che ha segnalato le persone che non sono rientrate nella lista dei beneficiari dei buoni spesa ma che comunque vivono in condizioni di disagio economico.

Ma il lavoro della Protezione civile non si è fermato qui. Guidati dal Cap. Mario Sposito, si è dato il via ad un'opera di sanificazione che ha riguardato le aree antistanti farmacie, parafarmacie, uffici postali, supermercati e tutti quei luoghi della città maggiormente affollati. Inoltre, le squadre di volontari hanno consegnato cibo e viveri agli artisti e agli animali del Circo e hanno distribuito tablet ad alcune scuole del territorio.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/04/2020 0

Coldiretti: "Chiusura dei ristoranti dimezza le vendite di vino"

La chiusura di bar, hotel e ristoranti per arginare la pandemia di Covid-19 potrebbe portare a un taglio del 50% del valore delle vendite di vino in Europa. E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti sugli effetti del prolungamento del lockdown al 1° giugno per la ristorazione, sulla base delle previsione dell’OIV (Organizzazione mondiale della vite e del vino).

In Italia quasi 4 cantine italiane su 10 (39%) registrano un deciso calo del fatturato con l’allarme liquidità che mette a rischio il futuro del vino italiano dal quale nascono opportunità di occupazione per 1,3 milioni di persone per un giro d’affari di 11 miliardi. A pesare – precisa Coldiretti – è la chiusura della ristorazione avvenuta in Italia e all’estero con un forte calo delle esportazioni, aggravato anche dalle difficoltà logistiche e della disinformazione.

Occorre trovare risorse aggiuntive comunitarie e nazionali per finanziare ogni utile strumento per la riduzione delle giacenze e per il contenimento della produzione di vino proveniente dalla prossima vendemmia. La Coldiretti ha presentato al Governo il piano salva vigneti con il quale, attraverso la distillazione volontaria, si prevede di togliere dal mercato almeno 3 milioni di ettolitri di vini generici da trasformare in alcol disinfettante per usi sanitari.

La misura avrebbe inoltre l’importante effetto di favorire l’acquisto di alcol italiano che sugli scaffali è stato il prodotto che ha registrato il maggior incremento di vendite che sono praticamente triplicate secondo Iri, ma anche di ridurre le eventuali eccedenze produttive. Il piano della Coldiretti prevede anche la vendemmia verde su almeno 30.000 ettari per una riduzione di almeno altri 3 milioni di ettolitri della produzione sui vini di qualità in modo da evitare un eccesso di offerta, considerate le conseguenze della pandemia sui consumi internazionali.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/04/2020 0

Contrasto alle speculazioni sui prezzi, insediato l'osservatorio regionale

Si è insediato oggi l’Osservatorio Regionale Prezzi istituito dall'Amministrazione Regionale nell'ottica della massima sinergia istituzionale, con la funzione di monitorare e contrastare ogni fenomeno di distorsione del mercato generato dall'imposizione di prezzi sproporzionati a seguito degli effetti dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

L’Osservatorio è presieduto dall'assessore alle Attività Produttive ed è costituito dai rappresentanti delle Prefetture, della Guardia di Finanza, dell'Anci Campania, di Unioncamere Campania e delle associazioni dei consumatori. L’Osservatorio raccoglie le segnalazioni pervenute dal territorio (cittadini, enti e associazioni) con l’obiettivo di monitorare i fenomeni speculativi ed orientare il programma delle attività di controllo da parte degli organi competenti.

A tal fine è stata attivata la mail osservatorioprezzi.covid19@regione.campania.it alla quale potranno essere inviate le segnalazioni. Nel corso della riunione, è stata definito e condiviso un significativo e sinergico intervento di sensibilizzazione territoriale, così articolato: la Prefettura di Napoli predisporrà una Circolare destinata ai Sindaci per comunicare l’istituzione dell’Osservatorio e per promuovere un’azione coordinata a tutela dei cittadini consumatori, coinvolgendo anche le Prefetture delle altre province;

la Guardia di Finanza attiverà i controlli, avvalendosi delle proprie Unità Operative, sulle segnalazioni pervenute per il tramite dell’Osservatorio e del numero di pubblica utilità 117; Unioncamere predisporrà un’apposita informativa destinata alle cinque Camere di Commercio provinciali circa l’istituzione e le attività dell’Osservatorio, con l’obiettivo di sensibilizzare la rete degli operatori commerciali per il tramite delle Associazioni datoriali;

l'Anci Campania predisporrà una specifica informativa ai Sindaci per l’attivazione, attraverso le rispettive Polizie municipali, di un controllo sull'osservanza degli obblighi di indicazione dei prezzi di vendita da parte degli operatori commerciali, in attuazione dell’art. 14 del Codice del Consumo; le Associazioni Campane dei consumatori, formalmente riconosciute dal Ministero per lo Sviluppo Economico, svolgeranno un ruolo attivo per una capillare raccolta delle segnalazioni e per garantire un adeguato monitoraggio territoriale.​

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/04/2020 0

Covid-19, centinaia di tamponi a Pellezzano per gli operatori delle categorie "sovraesposte"

Eseguire quanti più tamponi possibile per scongiurare al massimo il pericolo di contagio e garantire al meglio la tutela della salute pubblica. L’indicazione giunge dall’Istituto Zooprofilattico della Regione nei confronti dei Comuni, e quello di Pellezzano ha immediatamente risposto presente all’appello nell’ambito del “Piano screening Tamponi” in Campania.

L’obiettivo è quello di eseguire centinaia di tamponi nei confronti di coloro che sono individuati come soggetti appartenenti alla popolazione “sovraesposta”, vale a dire quelle persone che, per la tipologia di lavoro che svolgono quotidianamente, risulterebbero maggiormente esposte al rischio di contagio da Covid-19. I risultati dei tamponi, quindi, dovrebbero catalogare coloro i quali corrono i rischi maggiori, al fine di consentire ai competenti organismi istituzionali di adottare adeguate misure di isolamento che impediscano l’eventuale espansione del virus.

Il Comune di Pellezzano ha individuato alcune categorie nei confronti delle quali eseguire un numero di tamponi più incisivo. Tra queste figurano: il personale medico sanitario, con i medici di base e gli operatori di segreteria, i dipendenti della casa di cura “La Quiete”; le forze dell’ordine, agenti della Polizia Municipale; dipendenti comunali, dipendenti della municipalizzata “Pellezzano Servizi”, dirigenti e impiegati delle scuole del territori, volontari della Protezione Civile “S. Maria delle Grazie” e i volontari dell’Associazione “Avis”;

farmacisti che operano all’interno di farmacie private, comunali e parafarmacie; i sacerdoti e le suore delle varie Parrocchie del territorio; dipendenti del punto Aci, dei lavaggi, dei negozi di alimentari, di macellerie, di detersivi e casalinghi, di surgelati, di aziende agricole e dei distributori di benzina.

“L'ingresso nella fase 2 – ha detto il Sindaco Morra – deve essere prudente e graduale e necessita di maggiori controlli, soprattutto con la riapertura di alcune attività commerciali. Per questo motivo, abbiamo risposto all’appello lanciato dall’Istituto Zooprofilattico della Regione per fare centinaia di tamponi alla popolazione sovraesposta al rischio di contagio. E’ un’operazione necessaria per tutelare al meglio la salute pubblica e incamminarci in quello che sarà il periodo di convivenza con il virus, utilizzando la massima prudenza per non vanificare gli sforzi e i sacrifici fatti sinora.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/04/2020 0

Commercianti consegnano al Sindaco di Salerno le chiavi dei negozi, al vaglio azioni di sostegno

"Questa mattina a Palazzo di Città, insieme all’assessore al Commercio Dario Loffredo - scrive il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli - abbiamo incontrato alcuni commercianti salernitani che idealmente mi hanno consegnato le chiavi dei propri esercizi per sottolineare quanto questa emergenza li stia penalizzando economicamente.

Vicinanza e sostegno da parte mia e dell'Amministrazione comunale. Auspico una ripartenza quanto più celere nel rispetto sempre della salute di tutti e delle norme di distanziamento sociale messe in atto per contrastare questa pandemia.

Con l'assessore Loffredo e la giunta stiamo verificando tutte le provvidenze dell'organo preposto per mettere in campo azioni che possano dare sollievo al comparto. In occasione di questo incontro, ho esortato ancora una volta la cittadinanza a non commettere passi falsi e a rispettare le regole perché tutti insieme possiamo farcela".

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/04/2020 0

Diocesi Salerno dona macchinari al "Ruggi" attraverso la Caritas

Non si ferma l’opera di solidarietà della Chiesa salernitana nei confronti di chi soffre durante l’emergenza legata all’epidemia di Covid-19. Al fine di sostenere lo sforzo degli operatori sanitari dell’ospedale “Ruggi” di Salerno, che in questo momento è in prima linea nel fronteggiare la crisi, l’arcivescovo, S.E. Mons. Andrea Bellandi e i sacerdoti della Diocesi, per il tramite della Caritas, che si è presa cura di tutta la fase organizzativa, hanno donato al nosocomio salernitano diverse apparecchiature medicali.

Nella mattinata di mercoledì 29 aprile sono stati consegnati alle autorità sanitarie del Ruggi: 2 Aspiratori chirurgici elettrici per secrezione; 1 Defibrillatore bifasico; 1 Elettrocardiografo con carrello; 1 Lampada Scialitica Portatile; 1 Sollevapazienti elettrico.

La Chiesa salernitana, attenta ai bisogni delle persone e di ciò che serve per meglio accudirle, ha voluto con questo gesto andare incontro concretamente a chi soffre, con la sicura speranza che la Grazia del Signore sia di conforto e nella certezza che presto tutto questo passerà.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/04/2020 0

Salta la manifestazione "Ogliara in Fiore", appuntamento slitta al 2021

"Cari amici, con molto rammarico comunichiamo di aver annullato la nostra sfavillante Infiorata a causa dell’emergenza sanitaria". E' quanto scrivono gli organizzatori di "Ogliara in Fiore - L'Infiorata di Salerno", manifestazione floreale che si svolge dal 2010 ad Ogliara, borgo collinare di Salerno, in occasione della solennità del Corpus Domini.

"L’appuntamento - precisano ancora - slitta a sabato 5 e domenica 6 giugno 2021. L’augurio, ovviamente, è che per quella data, anzi speriamo anche prima, l’emergenza sanitaria sia ormai alle spalle. Il nostro evento include e non distanzia, unisce e non divide, per cui preferiamo fare un passo indietro oggi per ripartire più forti domani, insieme a tutto il Paese".

Leggi tutto