De Luca: "Per quest'anno evitare assolutamente la didattica a distanza"

"Essenziale sviluppare una campagna mirata di vaccinazioni"

Redazione Irno24 20/07/2021 0

“Riteniamo indispensabile per quest’anno - afferma il Governatore De Luca - evitare la didattica a distanza nelle scuole della Campania. Sarebbe davvero un danno grave per i percorsi formativi e di socializzazione dei nostri studenti. Per raggiungere questo obiettivo è essenziale sviluppare una campagna di vaccinazioni mirata per la fascia di giovani tra i 12 e i 19 anni.

I dati al momento sono i seguenti: la Campania vanta il primato nazionale per l’immunizzazione del personale scolastico, docente e non docente, che ha dato una prova straordinaria di responsabilità e senso civico, e che merita il nostro ringraziamento. Ad oggi oltre il 95% del personale è immunizzato;

sulle attuali 220.000 adesioni alla vaccinazione di giovani tra i 12 e i 19 anni, il 75% ha fatto la prima dose di vaccino, e il 41% anche la seconda dose. Le Asl sono impegnate a completare le seconde dosi entro l’inizio del mese di agosto. Rimane il problema di 290.000 giovani di questa fascia che non hanno ancora aderito. Le prossime settimane dovranno essere dedicate prioritariamente a completare le vaccinazioni per l’intera popolazione scolastica.

E’ del tutto evidente che bisognerà fare l’impossibile - Asl, pediatri, famiglie - per raggiungere questo obiettivo. A metà settembre si farà una verifica sulla situazione in tutte le scuole. E’ evidente che il mancato raggiungimento della soglia del 70% di immunizzazioni obbligherebbe le Direzioni scolastiche a mantenere il doppio regime: studenti vaccinati in presenza, e didattica a distanza per chi non è vaccinato. Ci auguriamo sinceramente sia scongiurata questa ipotesi. Faremo di tutto per avere solo didattica in presenza”.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 06/06/2022

Qualità della vita 2022, male la provincia di Salerno nell'indice bambini

Come ogni anno, il Sole 24Ore ha diffuso il report sulla qualità della vita in Italia, combinando, come nel 2021, tre indici (bambini, giovani e anziani) con 12 parametri statistici forniti da Istat, Miur, Centro studi Tagliacarne, Iqvia. L'edizione 2022 del report è stata presentata ieri a Trento, al Festival dell'Economia. Aosta svetta nei bambini, Piacenza nei giovani, Cagliari negli anziani.

Male la provincia di Salerno nell'indice bambini, 97esima su 107. Malissimo Napoli, addirittura ultima. Asili nido, edifici scolastici con mensa, verde attrezzato fra i parametri considerati. Salerno recupera molto nell'indice giovani, attestandosi al 15° posto. Imprenditoria giovanile, bar e discoteche, disoccupazione fra i parametri di riferimento. Nell'indice anziani, infine, Salerno è al 71° posto. Assistenza domiciliare, inquinamento acustico, orti urbani fra i parametri.

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/11/2022

Scuole chiuse per allerta meteo a Salerno e nella Valle dell'Irno

Con apposita ordinanza, il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha disposto, per la giornata del 22 Novembre, la sospensione delle attività didattiche di tutte le scuole cittadine e di tutti i servizi educativi dell'infanzia.

Inoltre, ha disposto la chiusura delle aree cimiteriali, dei parchi e degli impianti sportivi. Ciò si è reso necessario alla luce del bollettino di allerta meteo arancione diramato dalla protezione civile regionale.

Analoghe decisioni sono state prese dai sindaci di Pellezzano, Francesco Morra, di Mercato San Severino, Antonio Somma, di Fisciano, Vincenzo Sessa, di Siano, Giorgio Marchese, e di Montoro, Girolamo Giaquinto.

Leggi tutto

Redazione Irno24 10/10/2022

Controlli per irregolarità in B&B a Salerno, il plauso dell'Abbac

L’Abbac plaude all’intervento della Polizia Locale di Salerno che, a seguito di verifiche documentali, ha consentito di verificare che circa 40 strutture ricettive extralberghiere non avrebbero effettuato, nel tempo, la denuncia delle persone alloggiate.

“Un atto molto grave che va sanzionato – dichiara il presidente Agostino Ingenito – omettere la denuncia delle persone alloggiate ha diversi risvolti giuridici ed amministrativi e mette in pericolo anche gli ospiti. Occorre continuare nell’azione di controllo, con azioni più sinergiche, anche per quanto riguarda l’attribuzione del Cusr, il codice unico strutture ricettive.

Proprio oggi abbiamo sollecitato lo sportello comunale a procedere in tempi rapidi, a risolvere la mancata pubblicazione dell’elenco delle strutture ricettive a cui va, per legge regionale, attribuito il cusr. Inoltre appare ormai inderogabile un’attività più strutturale che tenga conto di una verifica dei circa 1500 annunci online sulla piattaforma Airbnb, ma altrettanto se ne trovano anche sulle altre piattaforme, per accertare se all’annuncio corrispondono SCIE amministrative comunali relative o almeno attività di locazione breve, ai sensi della normativa nazionale.

All’Assessorato al Turismo abbiamo proposto un’iniziativa formativa gratuita in grado di accompagnare chi, tra i proprietari e possessori degli immobili, vuole regolarizzarsi o conoscere questa modalità che prevede comunque rispettare importanti adempimenti. E’ attivo il nostro sportello Abbac Fenailp presso la sede di Salerno in Via Posidonia 165".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...