Redazione Irno24 21/05/2020 0

Napoli incontra il Comandante GdF, al setaccio le autocertificazioni per il "buono spesa"

Questa mattina, il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, accompagnato dall’Assessore alle Politiche Sociali, Nino Savastano, ha avuto un incontro con il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, il Generale Danilo Petrucelli. Motivo della visita, la consegna della lista dei cittadini che hanno ricevuto il buono spesa per far fronte alle difficoltà economiche conseguenti alla grave crisi pandemica.

Superata la prima fase dell’emergenza, quando la priorità era quella di far arrivare il sussidio direttamente alle famiglie interessate, si tratta ora di verificare che effettivamente tutti i beneficiari del contributo rispettino i requisiti del bando. I requisiti fissati per la presentazione della domanda al fine di ottenere il beneficio, infatti, attengono alla posizione reddituale del richiedente.

La Guardia di Finanza di Salerno, dopo aver effettuato una prima selezione di tutte le domande presentate, procederà all’approfondimento delle situazioni in cui emergeranno delle incongruenze dall’incrocio delle banche dati normalmente utilizzate nello svolgimento delle proprie funzioni di polizia economica e finanziaria.

L’obiettivo della collaborazione è quello di evitare inutili dispersioni di risorse pubbliche, soprattutto adesso che lo sforzo primario del Comune è orientato, in maniera rapida, rigorosa e trasparente, a favore di chi realmente sta attraversando una situazione di grave disagio e difficoltà economiche.

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/05/2020 0

Rubata giostrina al parco di Acquarola, lo sdegno del sindaco di San Severino

"Esprimo il mio totale sdegno per il vile atto di ignoti che, nella nottata di Lunedì, hanno rubato una giostrina del nuovo Parco Pubblico di Acquarola, introducendosi nello stesso dopo averne forzato la serratura, poi riempita di silicone". Lo scrive il sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma.

"Un atto intollerabile specie in un momento storico che dovrebbe unirci ed alla vigilia della riappropriazione, da parte di ognuno di noi e sopratutto dei nostri bambini, dei nostri spazi di aggregazione e svago. Inutile ribadire che le forze dell'ordine sono già al lavoro e che presto assicureremo questi delinquenti alla giustizia".

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/05/2020 0

Riaprono ristoranti e pizzerie, locali della "movida" chiudono alle 23

In Campania la riapertura di ristoranti e pizzerie senza limiti di orario. Invece, l'orario di chiusura dei locali dove si svolge la cosiddetta movida, e in particolare bar, "baretti", vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed esercizi di somministrazione ambulante di bibite, resta fissato inderogabilmente alle ore 23.

Da venerdì riapriranno le aree mercatali non più soltanto per i generi alimentari. Si dà mandato alle amministrazioni comunali di predisporre i dispositivi di sicurezza nei mercati stessi. Sempre da venerdì, riprenderanno le attività delle autoscuole.

Gli orari fissati per i locali pubblici saranno soggetti a periodica valutazione in relazione alla situazione epidemiologica e al rispetto delle misure di sicurezza. Proseguiranno nei prossimi giorni gli incontri con le categorie interessate per condividere tutte le misure. Sono vietati eventi e party in sale da ballo e discoteche, all'aperto o al chiuso, che possono costituire pericolo di contagio.

L'ORDINANZA REGIONALE N° 49

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/05/2020 0

Giornata mondiale delle api, in Campania il 10% del miele italiano

Con la pandemia vola il consumo di miele con gli acquisti degli italiani che aumentano del 44% spinti dalla voglia di garantirsi cibi importanti per la salute ma anche dal maggior tempo trascorso in casa nella preparazione di dolci e tisane. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti divulgata in occasione della giornata mondiale delle api istituita dall’Onu, che si festeggia il 20 maggio a livello planetario, sulla base dei dati Nielsen sulle vendite nella Grande Distribuzione Organizzata nel periodo compreso tra lunedì 17 febbraio e domenica 3 maggio.

Un aumento esplosivo della domanda che si scontra però con un momento difficile per la produzione di miele Made in Italy per effetto dell’andamento climatico anomalo con una grave siccità che ha ridotto le fioriture e stressato le api. L’inverno bollente e la pazza primavera – sottolinea Coldiretti – hanno creato in molte regioni gravi problemi agli alveari con le api che non hanno la possibilità di raccogliere il nettare.

Un fenomeno che interessa da vicino la Campania, che rappresenta circa il 10% della produzione nazionale con oltre 1 milione di kg all’anno e un valore stimato di 8 milioni di euro. A guidare le province produttrici di miele è Benevento con circa il 24% del totale, seguita a ruota da Avellino con il 23%, poi Napoli con il 20%, Salerno con il 17% e Caserta con il 16%. C’è un trend positivo nella crescita della produzione biologica, in particolare nelle province di Caserta e Benevento. Il miele concorre, in valore, con oltre l’80% del valore della produzione regionale, mentre la produzione di sciami concorre per circa il 10%. La restante parte del valore della produzione apistica campana è data dalle altre produzioni (regine, impollinazione, cera, pappa reale, propoli).

In Campania sono presenti poco meno di 50.000 alveari. La maggior parte del miele prodotto in Campania, circa due terzi della produzione, è di tipo millefiori. Tra i mieli millefiori della Campania prevalgono quelli composti da associazioni di polline proveniente da Castagno, Crucifere (Cavolo, Verza, Rapa, Broccolo), Rubus (Lampone, Rovo), Sulla, Trifoglio, Eucalipto, Lotus. Tra i mieli uniflorali prevalgono quelli composti da polline proveniente da Sulla, Castagno, Agrumi e Robinia (Acacia).

Nel 2019 la produzione nazionale è stata di appena 15 milioni di chili a fronte di un quantitativo di quasi 25 milioni di chili di miele importato durante l’anno dall’estero, secondo elaborazioni Coldiretti su dati Istat dalle quali si evidenzia che il 40% arriva dall’Ungheria e oltre il 10% dalla Cina. In altre parole - precisa Coldiretti - quasi 2 barattoli di miele su tre sono stranieri. Per evitare di portare in tavola prodotti provenienti dall’estero, spesso di bassa qualità, occorre verificare con attenzione l’origine in etichetta oppure di rivolgersi direttamente ai produttori nelle aziende agricole, negli agriturismi o nei mercati di Campagna Amica, consiglia la Coldiretti.

Il miele prodotto sul territorio nazionale dove non sono ammesse coltivazioni Ogm (a differenza di quanto avviene ad esempio in Cina) è riconoscibile attraverso l’etichettatura di origine obbligatoria fortemente sostenuta dalla Coldiretti. La parola Italia deve essere obbligatoriamente presente sulle confezioni di miele raccolto interamente sul territorio nazionale mentre nel caso in cui il miele provenga da più Paesi dell’Unione Europea, l’etichetta – continua Coldiretti – deve riportare l’indicazione “miscela di mieli originari della CE”; se invece proviene da Paesi extracomunitari deve esserci la scritta “miscela di mieli non originari della CE”, mentre se si tratta di un mix va scritto “miscela di mieli originari e non originari della CE”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/05/2020 0

Ripresi i lavori della viabilità a servizio dell'aeroporto "Salerno-Costa d'Amalfi"

In questi giorni finalmente stanno ripartendo molti dei lavori di messa in sicurezza sulle strade provinciali che, a causa dell’emergenza sanitaria epidemiologica che ha colpito l’intero paese, erano stati interrotti. Nella fase 2, seguita al lockdown totale, nel rispetto della normativa nazionale e regionale, si stanno riaprendo i cantieri già avviati dalla Provincia di Salerno negli scorsi mesi, precedenti allo stato di emergenza.

"Abbiamo ripreso per esempio – dichiara il Presidente della Provincia Michele Strianese – i lavori della viabilità a servizio dell'aeroporto 'Costa d'Amalfi'. Nei giorni scorsi è stato ultimato l'intervento di sistemazione del confine stradale e di risagoma della nuova carreggiata ampliata della SP 275 di collegamento tra la SP 417 Aversana e lo scalo aeroportuale, mentre sono in corso i lavori di allargamento di via Lago Carezza e di sistemazione delle intersezioni a rotatoria".

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/05/2020 0

Fisciano, mascherine per chi non ha ricevuto quelle inviate dalla Regione

Il Comune di Fisciano mette a disposizione dei suoi cittadini che non hanno ricevuto, per mancato recapito, le mascherine inviate dalla Regione Campania, ulteriori 2000 mascherine. Lo scrive il sindaco Sessa. Le suddette potranno essere ritirate presso la sede dell’Associazione “La Solidarietà” a Lancusi.

"Colgo l’occasione per ringraziare - commenta il primo cittadino - ancora una volta i volontari dell’associazione 'La Solidarietà' per l’impegno ed il supporto profusi, in modo significativo, in questa emergenza. Non dimentichiamoci che le mascherine sono un obbligo".

Leggi tutto

Cerca...