Inquinamento Solofrana, sequestrata conceria e denunciate 6 persone

Al titolare dell'opificio anche una sanzione di oltre 2mila euro

I controlli effettuati nelle concerie

Redazione Irno24 28/09/2020 0

Permane alta in Irpinia l’attenzione dei Carabinieri del Gruppo Forestale nella pianificazione ed attuazione dei servizi finalizzati all’accertamento di violazioni connesse alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica e, in particolare, alla gestione illecita di rifiuti. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) di Avellino, unitamente ai colleghi delle Stazioni Forestali di Serino e Forino, hanno denunciato 6 persone ritenute responsabili dell’illecito smaltimento di rifiuti pericolosi.

Nello specifico, all’esito di controlli sulle attività conciarie ubicate nel territorio comunale di Solofra, finalizzati al contrasto dell’inquinamento del torrente Solofrana, procedevano al sequestro di un opificio conciario che effettuava lavorazione e concia delle pelli in assenza delle necessarie autorizzazioni.

Il titolare della medesima attività veniva deferito alla Procura di Avellino anche per il deposito incontrollato di circa 25 mc di rifiuti detenuti all’interno dell’azienda (costituiti da imballaggi misti, imballaggi in plastica, scarti di cuoio conciato, ritagli, cascami, polveri di rasatura e di circa 50 mc di rifiuti liquidi provenienti dal ciclo di lavorazione delle pelli) nonché per lo smaltimento illecito di rifiuti pericolosi e non, costituiti da imballaggi contaminati da sostanze pericolose (prodotti chimici per la lavorazione delle pelli).

Sono stati denunciati anche i titolari di altre 5 aziende che negli anni pregressi avevano proceduto allo smaltimento e al trasporto di rifiuti pericolosi prodotti dal citato opificio (costituiti da imballaggi contaminati da sostanze pericolose), facendoli passare per rifiuti non pericolosi. Oltre al deferimento in stato di libertà, a carico del titolare della conceria veniva elevata una sanzione amministrativa di oltre 2mila euro per l’omessa compilazione del registro di carico e scarico dei rifiuti detenuti in azienda, non rintracciabili dalla documentazione esibita.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 20/01/2020

A Solofra laboratori gratuiti rivolti alle donne

Partono i laboratori tematici promossi all'interno del Progetto "Doppia W: Work Women". Nei mesi di Gennaio e Febbraio 2020, e in parte Marzo, si svolgeranno presso la sala conferenze del Complesso Monumentale di Santa Chiara, a Solofra, i laboratori tematici "Lavoro ad arte" a cura del Comune di Solofra, CISL e Intra Cooperativa Sociale Onlus.

Gli incontri, aperti a tutte le donne del territorio, avranno come obiettivo quello di far conoscere le opportunità del mercato del lavoro, le tutele e i diritti per le donne. La seconda fase degli incontri si concentrerà sui beni culturali solofrani e le donne che hanno costruito la storia di Solofra.

Il mondo del lavoro (a cura di CISL): 21-23-28-30 Gennaio dalle 15 alle 18, 6-11 Febbraio dalle 15 alle 18

La donna nella storia di Solofra e i beni culturali (a cura del Comune e Intra): 13-18-20-25-27 Febbraio dalle 15 alle 18, 4 Marzo dalle 15 alle 18.

Per informazioni, www.doppiaw.org

Leggi tutto

Redazione Irno24 07/10/2020

Sorpresi a rubare all'isola ecologica di Solofra, in manette camionisti iraniani

Furto aggravato in concorso è il reato di cui dovranno rispondere due autotrasportatori di origini iraniane, un 36enne ed un 52enne, tratti in arresto dai Carabinieri della Stazione di Solofra, che hanno operato unitamente a personale della Polizia Locale.

Durante la scorsa notte, i militari hanno bloccato in flagranza di reato i due che, dopo aver divelto la rete di recinzione e danneggiato i cassoni dell'isola ecologica comunale, si erano impossessati di vari capi di abbigliamento nonché di piccoli elettrodomestici. Condotti in Caserma, sono stati arrestati. La refurtiva è stata restituita all’avente diritto.

Leggi tutto

Redazione Irno24 25/06/2021

Solofra risponde con un'importante presenza alla chiamata per il Landolfi

"La Città di Solofra, i cittadini del comprensorio e della provincia, associazioni, imprenditori, operai, commercianti, enti locali hanno risposto con una importante presenza alla chiamata a difesa dell'Ospedale Landolfi. Ringrazio le tantissime persone e tutti i Sindaci che hanno aderito a questa causa.

Da oggi la nostra voce, e quella di tutte le rappresentanze locali, sarà ancora più forte per chiedere, ancora una volta, un confronto con la Regione e la dirigenza dell'Azienda Moscati. Mercoledì prossimo incontro con il Ministro della Salute a Roma. Non ci fermermo". Così il Sindaco di Solofra, Vignola, commenta la manifestazione di ieri davanti al nosocomio cittadino.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...