Proroga contratti sanità, Uil Fpl: "Ora stabilizziamo il personale reclutato per il Covid"

Il segretario Salvato: "Da tempo ci stiamo battendo contro il precariato"

Redazione Irno24 02/12/2021 0

«Bene la proroga per i lavoratori della Sanità ma ora vanno stabilizzati». L’appello arriva dalla Uil Fpl, che chiede certezze per il personale impiegato nell’emergenza Covid. Dall’ospedale “Ruggi” di Salerno, i vertici della segreteria confederale hanno ribadito l’importanza di tenere i fari accesi su una problematica che interessa migliaia di lavoratori solo in Campania.

«Dalle ultime notizie, l’intenzione della Regione sarebbe quella di prorogare i contratti a tempo determinato fino al 31 dicembre 2022 – sottolinea il segretario Donato Salvato – Un passo avanti fatto su pressione dei sindacati. Da tempo ci stiamo battendo contro il precariato. Ora però nella Finanziaria, anche se non ancora esecutiva, abbiamo la possibilità di stabilizzare il personale assunto per l’emergenza Covid dopo 18 mesi, e non dimentichiamo la legge del 2017 che parla di 36 mesi di servizio, anche non continuato.

Mettendo insieme queste cose bisogna continuare la battaglia per non perdere questi lavoratori, rendendoli stabili e risolvendo i problemi della nostra Sanità, dopo anni di blocco delle assunzioni che ha ridotto il personale in termini di Oss, infermieri e medici». Per il segretario Salvato, insomma, la priorità è l’innesto di nuove risorse nella Sanità: «Non possiamo far ricorso a loro solo nel momento dell’emergenza. E’ una cosa che un Paese democratico non può permettere».

Quanto alla situazione dell’Azienda “Ruggi”, Salvato aggiunge: «Qui si fa poca contrattazione e non c’è un tavolo serio dove affrontare i problemi. Ci siamo riusciti nell’Asl dove, benché senza la Rsu decaduta, abbiamo garantito almeno la progressione, ovvero le cosiddette fasce. E’ necessario tener fede al patto nazionale secondo cui l’organizzazione si discute con i sindacati, che sono vicine ai lavoratori e conoscono le loro problematiche. Il pubblico impiego diventi finalmente il propulsore del nostro Paese».

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 21/07/2021

Ciclo di incontri a Salerno sui diritti umani, si parte con il Prof. Cavallaro

"Qui, Ovunque. Come, dove, perché lottare per i diritti umani" è stato il tema al centro della lectio magistralis tenutasi ieri a Palazzo di Città, da James Cavallaro, professore di diritto, fondatore e direttore della International Human Rights and Conflict Resolution Clinic presso la Mills Legal Clinic della Stanford Law School negli Stati Uniti.

Si tratta di un primo appuntamento di un ciclo di incontri che fino a giugno 2022, ogni due mesi, si svolgeranno in città con prestigiosi protagonisti della lotta per i diritti e la giustizia nel mondo che interagiranno con l'Osservatorio Internazionale dei Diritti di recente insediatosi a Salerno: Amartya Sen, Philip Alston, Mireille Fanon, Juan Mendez, Samuel Myon, Martha C. Nussbaum, Vandana Shiva.

Questo il commento del Sindaco Napoli: "Il Comune di Salerno ha aderito con orgoglio a questo importante progetto di conoscenza e solidarietà glocale. Fin dal principio abbiamo ritenuto di sostenere questa iniziativa per l’altissimo valore etico e politico dei contenuti nonché per l’eccellenza dei protagonisti".

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/08/2020

Maxi operazione contro la pedopornografia, perquisizioni anche in Campania

La Polizia Postale, coordinata dal Procuratore Aggiunto della Procura di Firenze, dott. Luca Tescaroli, ha portato a termine una complessa e delicata attività d’indagine con la denuncia di 9 persone, per i reati di divulgazione, cessione, detenzione di materiale pedopornografico e per istigazione a delinquere aggravata.

L’attività d’indagine ha avuto origine dall’analisi eseguita sul telefono cellulare di un soggetto perquisito per fatti analoghi su cui sono stati rinvenute chat, immagini e video a carattere pedopornografico, con il coinvolgimento anche di bambini in tenerissima età.

Al termine dell’attività d’indagine, condotta sui principali social network, la Polizia Postale di Firenze ha identificato i soggetti che a vario titolo detenevano o scambiavano immagini e video pedopornografici per i quali il Procuratore Aggiunto ha emesso i decreti di perquisizione a carico degli indagati, permettendo di bloccare la diffusione progressiva dei partecipanti al gruppo.

Gli stessi nella chat si scambiavano consigli su come eludere le attività d’indagini della Polizia Postale ed erano attivissimi e avidi di entrare in possesso di immagini e video pedopornografiche sempre più cruente con neonati, bambini e adolescenti. Le perquisizioni, coordinate dal Centro protezione dei minori del Servizio Polizia Postale di Roma, sono state eseguite in Toscana, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Sicilia.

Il più “anziano” del gruppo ha compiuto da poco 55 anni, il più giovane ne ha 19. Sono stati sequestrati decine di telefonini e computer, dalla cui perquisizione informatica sono emersi importanti riscontri, sia in ordine al possesso ed allo scambio di materiale pedopornografico, sia in ordine all’appartenenza ai vari gruppi sui social utilizzati per la cessione del predetto materiale.

Analizzando il telefono di uno dei perquisiti è emersa la presenza di canali Telegram dove, per accedere ai contenuti pedopornografici, era necessario preliminarmente pagare 15 euro a canale per essere ammessi.

Leggi tutto

Redazione Irno24 09/07/2021

De Luca: "Se il trend dei contagi è questo, chiusure già a fine Agosto"

Non usa mezzi termini il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nell'analizzare i dati del contagio, che nelle ultime ore è in crescita nella nostra regione. "Il dato dei positivi in Campania è preoccupante. Se il trend è questo noi non arriveremo a ottobre, dovremo fare nuove chiusure già a fine agosto". Lo ha detto nel corso dell'intervento in streaming del Venerdì.

"Ho visto le immagini dello stadio di Wembley - ha proseguito De Luca - e mi sono venuti i brividi. Decine di migliaia di tifosi inglesi e danesi uno sull'altro, nessuno con la mascherina, in un Paese, la Gran Bretagna, nella quale abbiamo oggi 24-25mila positivi. In Italia oggi sono 1.400. Sono segnali a mio parere di totale irresponsabilità che pagheremo in Europa".

"Rivolgo un appello al Ministero della Salute, al Governo e al Commissario al Covid - ha chiuso il Governatore - affinchè parlino quanto meno è possibile, perché il livello di confusione che hanno prodotto in queste settimane è sconcertante. Credo che se fanno silenzio ci danno una grande mano a portare avanti la campagna di vaccinazione. Fra l'altro ogni 48 ore cambiano le valutazioni che fanno sui vaccini, una cosa sconcertante".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...