Salerno, rimpatriati stranieri irregolari: molti precedenti per uno di loro

Molteplici i casi di illeciti riscontrati dagli operatori dell’Ufficio Immigrazione della Questura

Redazione Irno24 09/07/2024 0

Negli ultimi giorni, la Polizia di Stato ha controllato e rimpatriato numerosi cittadini irregolari sul territorio salernitano. Molteplici i casi di illeciti riscontrati dagli operatori dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Salerno, in particolare: un cittadino turco, C.S. di 41 anni, ha provato ad ottenere il permesso di soggiorno per matrimonio con una salernitana, ma quando gli agenti si sono recati a casa, per la verifica di effettiva convivenza, non hanno trovato né lui né i suoi effetti personali e la “presunta moglie” non aveva alcuna sua notizia. Il cittadino turco per questo è stato colpito da decreto di espulsione e, attraverso la procedura del rimpatrio volontario, si è imbarcato sul volo in partenza da Napoli e diretto ad Istanbul.

Stessa sorte è toccata ad un cittadino marocchino, A.S. di 27 anni, responsabile del delitto di violenza sessuale e di altri reati di criminalità urbana. Dopo l’espulsione è stato imbarcato sul volo diretto in Marocco, in partenza da Roma Fiumicino per Casablanca. Altra procedura di rimpatrio volontario è stata applicata ad una cittadina moldava, I.L. di 32 anni, che, vistasi colpita dal decreto di espulsione, ha aderito alla possibilità di lasciare volontariamente l’Italia ed è tornata a Chisinau con un volo diretto da Roma.

E’ proprio di ieri invece la partenza del cittadino marocchino (detenuto presso il carcere di Fuorni) J.R. di 45 anni. L’uomo è stato colpito da un numero record di espulsioni: in oltre 14 anni di permanenza irregolare nel nostro Paese, è riuscito ad essere destinatario di dieci provvedimenti di allontanamento. Numerosi i suoi precedenti penali: aggressioni e risse armato con un cric, spaccio di stupefacenti, violenza e resistenza contro pubblici ufficiali. Il giudice ha permesso la sostituzione alla detenzione in carcere con l’accompagnamento alla frontiera e l’imbarco con un lasciapassare, ottenuto grazie alla fattiva e cordiale collaborazione del Console del Marocco.

L’ultimo rimpatrio riguarda un irregolare del Ghana di 30 anni. Grazie alla collaborazione quotidiana con l’Agenzia europea OIM, che si occupa proprio del problema della migrazione, è stato possibile acquistare il biglietto aereo (usando i fondi europei previsti a tale scopo) e organizzare il rientro in Ghana alle ore 23.00 di ieri sera, proprio nella capitale Accra. Anche in questo caso è stato necessario collaborare con l’Ambasciata di quel Paese perché lo straniero non aveva un valido documento di viaggio. Grazie alla collaborazione tra l’Ufficio Immigrazione di Salerno e l’Ambasciata del Ghana, è stato possibile ottenere un lasciapassare ed organizzare il rientro nel Paese di origine.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 11/02/2022

Michele Strianese eletto Presidente dell'UPI Campania

Il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, è stato eletto Presidente dell’UPI Campania (Unione delle Province della Campania) e dunque coordinerà il lavoro unitario delle 4 Province in un momento determinante per lo sviluppo economico locale.

Già Vice Presidente dell’UPI regionale, Strianese è stato eletto oggi nell’incontro tenutosi a Palazzo Sant’Agostino con la presenza dei rispettivi Presidenti delle Province campane. A seguito delle consultazioni elettorali dello scorso dicembre, infatti, era necessario provvedere al rinnovo della carica di Presidente UPI Campania che, ai sensi dell’art. 9 dello statuto UPI, è di diritto componente del Comitato Direttivo UPI.

“Voglio innanzitutto ringraziare per la fiducia accordatami – dichiara Strianese – i miei colleghi delle Province di Avellino, Benevento e Caserta, rispettivamente i Presidenti Rizieri Buonopane, Sindaco di Montella (Avellino), Nino Lombardi, Sindaco di Faicchio (Benevento), e Giorgio Magliocca, Sindaco di Pignataro Maggiore (Caserta). Accolgo questo nuovo impegno con grande senso di responsabilità visto il momento storico particolarmente delicato per le nostre comunità.

Coordinare le 4 Province Campane è un grande onore oltre che un grande onere, in un momento fondamentale per le opportunità date dal PNRR che coinvolge pienamente anche gli enti locali e dunque le Province. La Provincia di Salerno da oggi entra di diritto nel Comitato Direttivo Nazionale UPI e io sarò portavoce delle istanze dei nostri territori presso il Governo e il Parlamento, a fianco del Presidente nazionale Michele De Pascale, con il quale l’UPI è molto attiva per risolvere l’emergenza finanziaria delle Province e il ripristino di un ruolo di coordinamento istituzionale che spetta di diritto ai nostri Enti di Area Vasta”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/02/2021

Servizi aggiuntivi Busitalia per Salerno e Valle dell'Irno

Busitalia rende noto che da lunedì 1 febbraio 2021 il servizio di linea sarà svolto con la modalità prevista dalla programmazione del periodo scolastico. Inoltre, come stabilito dalla Ordinanza regionale n. 3 del 22/01/2021, saranno attivati servizi aggiuntivi finalizzati all'intensificazione dei seguenti collegamenti:

Linea 1 Vietri-Salerno, Linea 8 Pontecagnano-Salerno, Linea 9 Siano-Camerelle (Nocera Sup.)-Cava, Linea 10 San Severino-Baronissi-Salerno, Linea 22 Baronissi-Pellezzano (frazioni Capriglia-Coperchia-Capezzano)-Salerno, Linea 23 Calvanico-Fisciano-Lancusi-Baronissi-Salerno.

LA TABELLA COMPLETA

Leggi tutto

Redazione Irno24 09/02/2021

Salerno, smantellata grande rete di spaccio attiva anche durante il lockdown

Gli investigatori della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Salerno, coadiuvati da personale delle Squadre Mobili di Napoli e di altre Questure, con l’ausilio dei Reparti Prevenzione Crimine, di unità cinofili e il supporto aereo di un elicottero della Polizia di Stato, all’alba di oggi, hanno eseguito, nelle province di Salerno e Napoli, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su conforme richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno, nei confronti di 45 indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, di un’associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti.

In particolare, lo sviluppo dell’attività d’indagine, condotta dalla Squadra Mobile, e coordinata dalla Procura di Salerno, ha posto in evidenza l’esistenza di compagini criminali ben organizzate, operanti nel capoluogo, capaci di riversare massicciamente, in modo costante e sistematico, sostanze stupefacenti in diversi quartieri della città e dei comuni limitrofi, disvelando nel contempo le illecite attività connesse all’acquisto, trasporto, detenzione, lavorazione, confezionamento, vendita e cessione di cocaina, hashish, crack e marijuana.

Le attività info-investigative, anche mediante intercettazioni telefoniche e telematiche e con l’installazione di telecamere in appositi siti, hanno permesso di disvelare l’intera filiera del traffico di stupefacenti, a partire dai pusher fino ad arrivare ai rifornitori del narcotico, e identificare i maggiori promotori dell’organizzazione criminale in Luca Franceschelli e Fabio Salzano che, con i loro sodali, hanno rappresentato sul territorio uno dei più forti e stabili canali di approvvigionamento di stupefacenti di diverso tipo.

Nel corso delle indagini sono state tratte in arresto 7 persone in flagranza di reato con contestuale sequestro di diverse tipologie di stupefacenti, denaro (oltre 10mila euro), armi e munizioni.

I componenti del sodalizio, durante le conversazioni telefoniche intercettate, hanno adoperato sempre un linguaggio criptico ed utilizzato forme di comunicazioni implicite previamente concordate per evitare di esplicitare il reale oggetto dei loro colloqui. La combinazione degli elementi raccolti ha consentito di ritenere per tutti gli indagati la grave piattaforma indiziaria come descritta dal PM nella domanda cautelare consentendo al G.I.P. presso il Tribunale di Salerno di emettere la misura cautelare nei confronti, in tutto, di 45 persone.

Nel corso dell’esecuzione delle attività odierne, in seguito a perquisizioni domiciliari, gli agenti hanno anche rinvenuto sostanza stupefacente del tipo hashish, una pistola a tamburo e denaro in contanti, probabile provento dell’attività illecita, per una somma di circa settecentomila euro.

NOTA STAMPA POLIZIA DI STATO

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...