Salerno, 9 telecamere in punti chiave e "Pilomat" di fronte San Pietro a Corte

Si punta a garantire maggiore sicurezza ai cittadini

Redazione Irno24 16/02/2021 0

Sono state installate 9 nuove telecamere per garantire ancora più sicurezza ai cittadini di Salerno. Sono state collocate - rende noto Comune - in punti strategici: Piazza San Francesco, largo Barbuti, piazza San Giovanniello. Inoltre, di fronte il complesso monumentale di San Pietro a Corte, l'area è stata delimitata da un Pilomat per evitare soste selvagge e accessi indiscriminati nel quartiere.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 17/06/2020

Gli auguri istituzionali ai maturandi

"Ricordo bene quando sostenni il mio esame di maturità - scrive il presidente della provincia, Strianese - dalle giornate intense di studio all’agitazione prima dell'esame e infine ai momenti indimenticabili degli scritti e degli orali. Un vero spartiacque fra la mia vita di liceale e quella che avrei vissuto dopo. Quest’anno i nostri ragazzi sono stati costretti a vivere un momento storico particolare che è ricaduto pesantemente anche sulla loro pelle e su tutta la scuola.

Hanno dovuto adeguarsi alla didattica a distanza e all’impossibilità di incontrarsi con i compagni di classe, con gli insegnanti, di studiare insieme per quello che è un momento cardine nella vita di tutti noi. Oggi finalmente tornano fisicamente nelle loro scuole per esami di maturità sicuramente unici, sia per le misure di sicurezza previste in seguito dell'emergenza sanitaria, quali il distanziamento e l’obbligo di mascherine, ma anche per le modalità di svolgimento completamente ridisegnate dalle diverse esigenze di contenimento epidemiologico.

Ogni studente affronterà un’unica prova orale di un’ora articolata in 5 punti e ci sanno massimo cinque colloqui al giorno. Il mio pensiero va a questi giovani che oggi si affacciano verso un futuro incerto e burrascoso, alle loro famiglie, agli insegnanti, ai dirigenti scolastici e a tutti gli operatori del mondo della scuola. Alla comunità scolastica intera rivolgo un particolare saluto con l’impegno che nessuno sarà lasciato solo. A nome mio e di tutto il Consiglio provinciale faccio i migliori auguri a tutti i maturandi che iniziano oggi i loro esami e proseguiranno nei prossimi giorni".

"Un sentito e sincero augurio di buon lavoro - afferma il sindaco di Siano, Marchese - ai docenti agli studenti ed a tutto il personale scolastico che da oggi sono impegnati per l’esame di stato. Sarà un esame unico come l’anno vissuto fino ad ora, contraddistinto da didattica a distanza e con una mancanza di socialità tra docenti e studenti. In bocca al lupo quindi a tutti i ragazzi che in questo periodo di pandemia hanno già superato una prima grande prova e a cui resta solo di completare questo percorso con gli esami che iniziano da oggi".

"È iniziato per tanti giovani studenti delle scuole superiori l’esame di maturità - scrive il sindaco di Fisciano, Sessa - Sarà un esame particolare, ma sono certo che le nuove modalità non incideranno minimamente sull’importanza di questa prova. Auguro a tutti gli studenti di esprimere le proprie capacità al meglio e soprattutto di godersi a pieno ogni singolo attimo di un’esperienza che ha, da sempre, formato e segnato positivamente la vita di ciascuno di noi. Grazie a tutti i docenti, i dirigenti e al personale scolastico per quanto fatto durante questi mesi. Uno speciale in bocca al lupo a tutti i maturandi".

Leggi tutto

Redazione Irno24 08/05/2021

Aperto il Centro Europe Direct Salerno, ha sede presso la Fondazione Carisal

Torna ufficialmente a Salerno il Centro Europe Direct e lo fa grazie al Gruppo costituito da Moby Dick ETS (soggetto Capofila), Comune di Salerno, Fondazione Carisal, Università di Salerno, Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, in qualità di richiedente unico.

Moby Dick ETS, soggetto capofila, impegnato nel Sud Italia e specializzato in Europrogettazione e politiche giovanili, si è aggiudicato il bando per il quale il Centro Europe Direct di Salerno potrà divenire il tramite tra l’Europa e l’intera provincia salernitana. La Commissione Europea, infatti, da anni, ha istituito una rete informativa in tutti i Paesi dell’UE atta a informare e promuovere il dialogo sulle politiche europee.

Un progetto di enorme valenza in ambito istituzionale che arricchisce il territorio salernitano di un plus non da poco. Al momento la rete degli Europe Direct italiani è composta da 45 centri, distribuiti su tutto il territorio nazionale di cui farà parte anche il Centro Europe Direct Salerno. La programmazione prevede il coinvolgimento di imprese, studenti, enti di terzo settore e privati cittadini che troveranno nel centro europeo il mezzo più “vicino” per raggiungere l’Europa. Formazione, comunicazione e relazioni territoriali sono alcuni dei punti su cui si baserà il lavoro del Centro Europe Direct di matrice salernitana. Il Centro ha preso il via il 1° maggio 2021.

Francesco Piemonte, Presidente Moby Dick ETS: “Fiducia e perseveranza fanno da sempre cornice al nostro impegno quotidiano. Questo prestigioso traguardo è il risultato di un lavoro di gruppo coeso e propositivo che non si è mai arreso di fronte alle problematiche quotidiane, specie in questo particolare momento storico. Un ringraziamento particolare va anche ai nostri partner che supportano la nostra visione”.

Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno: “Il ritorno del Centro Europe Direct a Salerno rappresenta un’importantissima occasione per la nostra città. Lo sportello, le iniziative, gli eventi che verranno programmati nei prossimi cinque anni saranno una porta tra l’Europa e i nostri territori. Alla ripresa delle normali attività dopo la pandemia, Salerno diventerà luogo d’incontro di giovani e idee: una ventata di entusiasmo a simboleggiare un momento di rinascita”.

Onorevole Piero De Luca: “Una giornata importante, uniamo Bruxelles all’Italia, al Mezzogiorno e alla nostra meravigliosa Salerno. Un punto di informazione importante per tutti i cittadini, le imprese, gli stakeholder sulle opportunità che arrivano dall’Unione Europea, soprattutto in un momento delicato come questo con l’approvazione del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. Dobbiamo rilanciare il sogno degli Stati Uniti d’Europa”.

Domenico Credendino, Presidente Carisal: “La Fondazione Carisal presta da sempre grande attenzione al contesto europeo nella convinzione che il confronto con l’Europa sia indispensabile per cogliere le reali opportunità di crescita per la nostra Comunità. L’istituzione del Centro Europe Direct a Salerno, con sede operativa presso la Fondazione Carisal (Complesso Conventuale San Michele, Via Bastioni 14/16), consentirà di dare continuità alla strategia di intervento intrapresa nel corso degli anni, in collaborazione con Moby Dick ed altri soggetti del territorio sui temi dell’europrogettazione e della mobilità transnazionale dei giovani”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 18/11/2020

Simulavano crediti per non pagare le tasse, frode milionaria coinvolge il salernitano

Al termine di una complessa attività investigativa, conclusa nei mesi scorsi dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno, sono stati individuati 59 contribuenti che, pur di non versare le tasse dovute, hanno fatto risultare l’esistenza di crediti fittizi, ponendo in essere un’evasione fiscale quantificata in oltre 7 milioni di euro.

I Finanzieri di Nocera Inferiore hanno infatti ricostruito il meccanismo fraudolento di cui hanno beneficiato titolari di ditte individuali e società di Salerno e provincia, come pure di altre regioni (dal Lazio alla Basilicata, fino alle Marche, all’Emilia Romagna e al Piemonte), i quali, grazie ad un semplice passaparola, erano riusciti ad entrare in contatto con i materiali artefici della truffa, due soggetti del Vesuviano.

Questi ultimi, pur senza possedere alcuna qualifica professionale (uno era rappresentante di una società, l’altro commesso di un negozio di abbigliamento), si prestavano a compilare e trasmettere, tramite il canale home banking, i tradizionali F24 per conto degli imprenditori, azzerando tutto d’un colpo i debiti con il Fisco. In cambio di modesti compensi, riportavano sistematicamente importi di fantasia nella sezione “crediti”, puramente inventati, che però permettevano nei fatti di compensare quasi del tutto l’ammontare delle imposte dovute. In effetti, il “trucco” consisteva proprio nel non annullare completamente il debito fiscale.

Così facendo, il sistema, ricevuta comunque una notifica di accredito dalle banche, seppur per pagamenti irrisori (parliamo di bonifici anche solo di qualche decina di euro, comunque mai sopra i 100), riconosceva per buoni i pagamenti effettuati, fatte salve le successive verifiche del caso. In assenza di segnali di anomalia sull’autenticità dei crediti dichiarati, una volta verificata l’esattezza dei dati identificativi del contribuente (la partita Iva ed il codice fiscale), si procedeva alla cancellazione delle posizioni debitorie di chi aveva comunque provveduto ad un pagamento, revocando di conseguenza anche gli eventuali atti di accertamento e i pignoramenti adottati.

Nei 26 casi più rilevanti (quelli in cui le indebite compensazioni hanno superato la soglia di rilevanza penale dei 50.000 euro), già un anno fa, è stato eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di immobili, autovetture e liquidità finanziarie, per circa 6 milioni e mezzo di euro, emesso dal G.I.P. di Nocera Inferiore.

Nei confronti dei responsabili, peraltro, è stato di recente disposto pure il rinvio a giudizio, sempre su richiesta della Procura di Nocera. Gli altri 33 contribuenti che, con lo stesso meccanismo, hanno evaso complessivamente più di 700mila euro, subiranno un procedimento amministrativo dell’Agenzia delle Entrate che, oltre al recupero delle imposte evase, comporta l’applicazione di pesanti sanzioni pecuniarie, fino al doppio delle somme illecitamente compensate.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...