395 articoli nella categoria Salernitana

Redazione Irno24 25/05/2022 0

Salernitana, multa da 40mila euro e un turno col settore "Distinti" chiuso

Stangata del Giudice Sportivo sulla Salernitana dopo le intemperanze durante la partita del 22 Maggio contro l'Udinese. "Considerato che, nel corso della gara - si legge nel comunicato ufficiale 298 - si verificava, da parte dei sostenitori della Salernitana, occupanti più settori della stadio, un continuo lancio di fumogeni, bottiglie di vetro ed oggetti di varia natura, compreso un seggiolino, sia sul terreno sia nel recinto di gioco, oltre che in direzione degli Ufficiali di gara e della panchina della squadra avversaria, tanto che l'Arbitro, a partire dal 12° del secondo tempo, era costretto ad interrompere il gioco per ben 7 minuti;

considerato che, in base a quanto sopra riportato, vista la gravità dei fatti, nonche la recidiva, emergono comportamenti rilevanti a norma dell'art. 26 comma 1 e 3 CGS; per questi motivi, il Giudice Sportivo delibera di sanzionare la Salernitana con l'obbligo di disputare una gara con il settore "Distinti" privo di spettatori, unitamente all'ammenda di 30mila euro, con diffida".

Inoltre, il Giudice ha comminato un'ulteriore ammenda di 10mila euro alla società perchè, "al 12° del secondo tempo, è stato intonato un coro insultante nei confronti di un calciatore della squadra avversaria".

Leggi tutto

Redazione Irno24 25/05/2022 0

Salernitana, l'ex Tedesco: "Grazie di aver raggiunto questa salvezza anche per noi"

"Avete scritto la storia. Salerno, meriti questa immensa gioia. Complimenti alla società, a mister Nicola e a questi ragazzi. Grazie di aver raggiunto questa salvezza anche per noi, a distanza di 20 anni". Chi scrive - sui social - è Giacomo Tedesco, indimenticato talento siciliano della Salernitana di fine anni 90, che fu primattore nella cavalcata verso la A nella stagione 97/98 e poi nell'amarissima retrocessione dell'annata successiva. Con Salerno ha un rapporto speciale e non ha esitato a ribadirlo.

Leggi tutto

Redazione Irno24 24/05/2022 0

A Davide Nicola il premio Panini come miglior tecnico della serie A 21/22

L'impresa della Salernitana e del suo allenatore non poteva passare inosservata, tanto che il miglior allenatore della Serie A 2021/22, votato dalle community di Panini e AIAC, è Davide Nicola. Al mister del Salernitana verrà consegnato il "Premio Panini - The Coach Experience" durante l’evento dedicato ai tecnici del mondo del calcio, che si terrà a Rimini dal 26 al 28 maggio. Ne dà notizia l'Associazione Italiana Allenatori di Calcio.

Leggi tutto

Redazione Irno24 24/05/2022 0

La Salernitana ricorda i 4 tifosi morti nel rogo del treno 23 anni fa

A ventitré anni di distanza da quel tragico giorno, l’U.S. Salernitana 1919 - si legge in una nota sul sito ufficiale - vuole ricordare e rendere omaggio alla memoria di Ciro Alfieri, Vincenzo Lioi, Giuseppe Diodato e Simone Vitale, figli di Salerno, giovani tifosi granata tragicamente scomparsi nel rogo del treno di ritorno da Piacenza il 24 maggio del 1999.

Questa mattina, una delegazione della Salernitana, rappresentata dal Team Manager Salvatore Avallone e Francesco Di Tacchio, ha deposto dei fiori sulle tombe dei 4 giovani presso il cimitero di Salerno.

Leggi tutto

Redazione Irno24 23/05/2022 0

Salernitana salva, Bonazzoli offre brioches con gelato ai tifosi

"Ogni promessa è debito. Federico Bonazzoli ha mantenuto la promessa fatta a Dazn e ha offerto una brioche con il gelato ai tifosi granata. Una brioche dal sapore di Serie A". Così il profilo social della Salernitana racconta la simpatica iniziativa del centravanti granata, protagonista di un campionato di altissimo livello, chiuso con 10 gol che hanno contribuito enormemente al raggiungimento della salvezza.

Leggi tutto

Redazione Irno24 23/05/2022 0

Salernitana, numeri di una salvezza straordinaria: il "film" di una rimonta eclatante

La salvezza della Salernitana, numeri alla mano, è veramente un'impresa difficilmente ripetibile. Domenica 10 Aprile, dopo la sconfitta esterna contro la Roma, la squadra di Nicola, che era sulla panchina granata da 6 partite, languiva all'ultimo posto della classifica con 16 punti, arrivando a distare anche 10 lunghezze dalla quartultima piazza. Eppure, da grande esperto in rincorse impossibili, il tecnico piemontese aveva intravisto la crescita del gruppo, assemblato velocemente a Febbraio dal ds Sabatini e quindi bisognoso di trovare forma fisica e quadratura tattica.

Il primo squillo importante a Genova, sponda Samp, il 16 Aprile: la Salernitana si impone 1-2 con Fazio e Ederson sul tabellino dei marcatori; quattro giorni dopo, il 20, nel recupero di Udine (il match era saltato per Covid a fine Dicembre), i granata compiono l'impresa all'ultima azione, quando Verdi in contropiede infila Silvestri in uscita. Domenica 24, in un tour de force di rara intensità, Djuric e compagni stendono addirittura la Fiorentina, in piena marcia europea: il bosniaco apre i conti, Saponara pareggia, Bonazzoli sigla "di rapina" il 2-1.

Le 3 vittorie di fila - un ruolino di grande valore per una squadra in lotta salvezza - rilanciano clamorosamente la Salernitana, che crede nell'impresa. Il 2 Maggio, a Bergamo, la squadra di Nicola spaventa l'Atalanta, anch'essa in odore di Europa, ma nelle battute finali gli orobici pareggiano il gol di Ederson. Il 5 Maggio, all'Arechi arriva il Venezia, nel recupero del confronto saltato a Gennaio per Covid: Bonazzoli e Verdi sono i goleador granata nel 2-1 conclusivo, che di fatto condanna i lagunari e porta la Salernitana incredibilmente fuori dalla zona rossa, dopo un intero torneo impelagata nei bassifondi.

Il finale è caldissimo: l'8 Maggio sembrerebbe fatta, ma nello scontro diretto all'Arechi il Cagliari trova l'1-1 al minuto 99, al termine di un maxi recupero legato ad un precedente consulto Var. I sardi, terzultimi, si mantengono aggrappati ai granata, distanti un solo punto. Il 14 Maggio, ad Empoli, altro match point per la Salernitana, ma Vicario para tutto (anche un rigore al cecchino Perotti) e l'incontro termina 1-1; il Cagliari, tuttavia, il giorno dopo perde in casa contro l'Inter e si stacca a -2 a 90 minuti dal termine.

Ieri, 22 Maggio, l'epilogo rocambolesco: la Salernitana vive l'incubo della sconfitta per mano dell'Udinese, ma il Cagliari non sfonda a Venezia. I granata sono salvi con 31 punti (15 in casa e addirittura 16 in trasferta), frutto di 7 vittorie, 10 pareggi e 21 sconfitte. Nella parte di campionato 2021, la Salernitana aveva conquistato soltanto 8 punti, addirittura 23 nella fase 2022.

Leggi tutto

Redazione Irno24 23/05/2022 0

Salernitana, Iervolino: "Abbiamo scritto una bellissima pagina di sport"

"Grazie di cuore a tutti i tifosi della Salernitana, abbiamo scritto una bellissima pagina di sport. Possiamo ora svelare i nostri ingredienti: coraggio, passione, determinazione, furore agonistico, spirito di gruppo e tanto amore. Un grazie ai calciatori, al mister, al direttore, all’Ad, ai vari manager e responsabili ma sopratutto ai tifosi che sono la gioia ed il vanto della Salernitana.

È l’impresa più entusiasmante che ho mai contribuito a realizzare e per questo voglio dedicarla a mio Padre, mia Mamma e mio fratello Angelo che non sono più tra noi ma che sicuramente avranno fatto un gran tifo dall’alto e saranno stati felici ed orgogliosi di noi". Questo il commento social del presidente della Salernitana, Iervolino.

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/05/2022 0

Salernitana, Nicola: "E' stata la salvezza del lavoro e del coraggio"

“È stata una partita molto difficile per entrambe le squadre. Abbiamo sentito troppo la pressione, ma abbiamo speso fatica e sudore fino alla fine. Sono contento per questo meraviglioso pubblico, per il direttore e per il presidente. Questo è un posto meraviglioso e sono felicissimo di aver raggiunto un obiettivo importante in una piazza come Salerno. È stata la salvezza del lavoro e del coraggio”.

Queste le parole del tecnico Davide Nicola nel post-partita di Salernitana-Udinese. Il mister ha quindi concluso: “Questa impresa è la sintesi di cosa significa diventare squadra e fare risultati in poco tempo. Sono stati tre mesi impressionanti. Per quello che ha dimostrato la squadra, la società e questa straordinaria tifoseria, la Salernitana ha meritato la salvezza e ora penso solo a godermela”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/05/2022 0

Salernitana travolta in casa dall'Udinese ma è salva

Epilogo impensabile del campionato di serie A in zona retrocessione. La Salernitana, davanti di 2 punti al Cagliari alla vigilia dell'ultima partita contro l'Udinese, incassa addirittura 4 gol all'Arechi dai friulani (Deulofeu, Nestorovski, Udogie e Pereyra i marcatori) ma sfrutta lo 0-0 dei sardi a Venezia, contro una compagine già retrocessa.

La tensione per l'elevatissima posta in palio ha condizionato la Salernitana, apparsa estremamente contratta nelle battute iniziali del confronto. Di contro, una Udinese più che pungente, guidata dagli ispiratissimi Udogie e Deulofeu; fra i pali, invece, un Padelli in formato paratutto.

Per i granata una salvezza clamorosa (la prima in massima serie), un'impresa storica considerando tutte le traversie della stagione. Per Davide Nicola l'ennesimo miracolo sportivo, al timone di una squadra cresciuta considerevolmente nel corso delle settimane, artefice di una rimonta da ricordare.

Traguardo eccezionale, ovviamente, anche e soprattutto per il patron Iervolino e il ds Sabatini, arrivati a Gennaio al capezzale di una compagine considerata spacciata e poi incredibilmente risalita.

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/05/2022 0

Salernitana-Udinese, Nicola: "E' la partita di Salerno, diamoci una mano tutti insieme"

“Questa è l’ultima conferenza stampa e mi sembrava giusto fare un riassunto del percorso che ci ha portati fino a qui ad affrontare l’ultima partita di domani che deciderà la nostra storia. Quando il Presidente ed il Direttore mi hanno detto “abbiamo il 7%, noi vogliamo crederci e provarci” a me sono venuti i brividi. La sfida era talmente motivante che non ci ho pensato un secondo.

Poi c’è stata la prima partita in cui sono stato travolto dalla passione della nostra gente, dalla disponibilità e dallo spirito dei ragazzi. In quel momento ho spiegato ai miei ragazzi che quando si desidera ardentemente qualcosa, come dice Paulo Coelho “è bello pensare che tutto l’universo trami affinché tu lo possa conseguire” accettando per onestà verso se stessi anche la possibilità di rimanere delusi. L’identità di gioco, il coraggio e le relazioni profonde e leali tra di noi fanno la differenza.

7% è una percentuale che lascia poco all’immaginazione, è un salto nel vuoto in cui l’unico margine di salvezza è dato dalla capacità di convincersi di poter riuscire a volare. In questi mesi il percorso è stato piacevolmente intenso, il 16 aprile avevamo 12 punti di svantaggio e adesso siamo qui per sfruttare l’ultima partita per raggiungere qualcosa di davvero gratificante”.

Queste le parole del tecnico granata Davide Nicola in conferenza stampa alla vigilia di Salernitana-Udinese. “Abbiamo un’identità di gioco, dobbiamo mettere in campo l’energia giusta per fare bene. Dobbiamo usare il nostro entusiasmo e moltiplicarlo con quello della nostra gente, dimostrando quello che abbiamo fatto fino a questo momento con grande dedizione. Per arrivare fin qui abbiamo dovuto affrontare rischi incredibili, i miglioramenti di noi stessi, timori e paure che era normale che ci fossero nelle nostre condizioni.

Dobbiamo concentrarci sulla nostra partita, cercare di esprimere il nostro gioco ed il coraggio che abbiamo sempre espresso. Dal primo giorno siamo partiti credendoci e tutte le componenti hanno dato il loro contributo per arrivare a questo punto. L’Udinese ha fatto un campionato importantissimo, verrà per dare il massimo e dobbiamo farci trovare pronti. Ha giocatori forti tecnicamente e fisicamente ma conta ciò che vogliamo fare noi. Dobbiamo essere in grado di leggere l’avversario per esprimere il nostro gioco, dobbiamo essere sempre concentrati e farci trovare pronti a tutte le situazioni. Dobbiamo crederci fino alla fine.

Abbiamo preparato diverse soluzioni, domani vedremo la formazione migliore da mettere in campo. In questa partita è importante avere la consapevolezza che dovremo mettere in campo tutte le componenti che ci hanno portato fino a qui con serenità, serietà e determinazione. Il nostro segreto è aver sempre creduto in ciò che dobbiamo fare. Vogliamo dimostrare con un ultimo grande sforzo che questa storia va raccontata e può assumere un valore importante.

C’è voglia di raggiungere quello che abbiamo dimostrato di poter ottenere. Questa avventura ha avuto un minimo comune denominatore, cioè che tutti noi abbiamo fatto il massimo per portare del fieno in cascina e vogliamo farlo per l’ultima partita. Non riesco a fare una cosa se non do il massimo, credo che nella vita non ci siano scorciatoie e tutto ciò che si consegue è merito del lavoro di tutti. Dare il massimo è fondamentale perché ti gratifica in quanto persona”.

Nicola ha quindi concluso: “Il Presidente ha sempre dimostrato vicinanza alla squadra e la società ha sempre permesso a tutti di lavorare nel miglior modo possibile nel proprio ambito di riferimento. Mi ha gratificato enormemente vedere costantemente la nostra gente sostenerci in casa e fuori, se siamo arrivati fin qui è perché abbiamo fatto qualcosa tutti insieme.

Ci sentiamo un’unica cosa con la città, i desideri della gente sono i nostri e domani giocheremo tutti perché la Salernitana è della gente. Credo che questa tifoseria abbia ampiamente dimostrato di crederci insieme a noi e voglio solo che domani possano essere felici. Sarei contentissimo per molte persone, diamoci una mano tutti insieme. Abbiamo una voglia irrefrenabile di voler conseguire qualcosa di magnifico e bellissimo, consapevoli del lavoro fatto per arrivare fin qui”.

Leggi tutto