Anffas Campania: "Aiutiamo le persone con disabilità intellettiva e le loro famiglie"

"Le nostre strutture rappresentano un pericolosissimo focolaio di contagio"

Redazione Irno24 12/03/2020 0

L’emergenza Coronavirus mette a rischio l’assistenza delle persone con disabilità intellettiva e le loro famiglie e la salute dei lavoratori che, all’interno delle strutture di riabilitazione, sono fortemente esposti ad eventuali contagi in contrapposizione con le linee restrittive indicate dal Decreto #IoRestoaCasa.

È questo l’allarme lanciato dal Coordinatore Regionale Anffas Campania, Salvatore Parisi, in relazione all’adozione delle misure di sicurezza sanitaria messe in atto per fermare la diffusione dell’epidemia che sta colpendo la salute delle persone, le attività delle imprese e i servizi di tutta Italia.

"Nella mia qualità di Coordinatore Regionale di Anffas, mi appello al nostro Governatore affinché prenda ad horas un provvedimento a tutela di tutti decretando misure drastiche e di salvaguardia da estendere a tutte le strutture che erogano servizi diurni e prestazioni ambulatoriali e domiciliari, oltre che la sospensione di qualsiasi attività all’interno dei nostri centri al fine di ridurre al minimo il rischio di diffusione del contagio.

Nei giorni scorsi, abbiamo più volte denunciato e segnalato quanto le nostre strutture rappresentino un pericolosissimo focolaio di contagio per i lavoratori e per le, ormai, pochissime persone con disabilità che lo frequentano. È un momento difficile nel quale è necessario restare uniti seguendo le regole anti epidemia che sono state stabilite a livello nazionale e, al tempo stesso, garantire un concreto aiuto alle persone con disabilità e alle relative strutture che rappresentano una parte fondamentale dell’economia di questo Paese".

Un appello accorato alle Istituzioni ma anche a tutti i cittadini per non lasciare sole le persone più fragili in queste ore di emergenza imposte dal Coronavirus e su cui incombe anche un altro grave pericolo: l’isolamento.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 11/09/2020

Aggiornamento Asl 11 Settembre, 2 casi Covid a Salerno

L'Asl comunica che oggi, 11 settembre, sono stati rilevati 4 casi Covid in provincia di Salerno, di cui 2 a Salerno, 1 a Pontecagnano, 1 a Capaccio. L'Asl precisa che dall’inizio della pandemia ad oggi, in provincia di Salerno, sono stati rilevati 1.200 positivi. In questo momento i positivi nel salernitano sono 330, di cui 42 ricoverati nei vari ospedali e 288 in quarantena; sono circa 1.000 i contatti di questi positivi che si trovano attualmente in isolamento precauzionale.

Leggi tutto

Redazione Irno24 14/02/2021

Controlli anti Covid: più di 100 multe nel salernitano, in città calcetto "fuorilegge"

Nella settimana appena trascorsa, nella vigenza dell’area “gialla” in Campania, l’impegno delle forze dell’ordine è stato intensificato al fine garantire la sicurezza e salute pubblica della collettività, anche alla luce dei noti dati sul numero dei contagi e della circolazione di alcune varianti del virus.

In tutti centri abitati della provincia sono stati, pertanto, attuati i servizi predisposti con l’Ordinanza del Questore, in perfetta intesa con i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e con l’importante contributo dell’Esercito Italiano e delle polizie locali, in particolare con la Polizia Municipale di Salerno e con la Polizia Provinciale.

Il dettagliato piano d’intervento ha consentito di raggiungere, nella settimana 8-14 Febbraio, i seguenti risultati: 5857 persone controllate; 3305 veicoli controllati; 1700 esercizi pubblici controllati; 113 persone sanzionate per mancato uso della mascherina o perché fuori dal comune di residenza senza giustificato motivo; 19 titolari di esercizi commerciali sanzionati per mancato rispetto della normativa anti Covid; 6 attività o esercizi chiusi.

Tra le sanzioni elevate, alcune di esse hanno riguardato anche i partecipanti di una partita di calcetto amatoriale in un campo sportivo nel Comune di Salerno, attività sportiva da contatto che rientra in quelle vietate dalla normativa anti Covid in quanto idonea alla diffusione del contagio, sia tra i partecipanti stessi che per i successivi contatti in ambito familiare, domestico ed in altre occasioni di interazioni fisiche tra persone. Un bar del centro di Salerno è stato chiuso per 5 giorni perchè consentiva la somministrazione di cibi e bevande dopo le ore 18.

Leggi tutto

Redazione Irno24 14/09/2021

Rapinò 20enne a bordo del treno Napoli-Salerno, arrestato dalla Polfer

La Polizia Ferroviaria-Squadra di Polizia Giudiziaria di Napoli, al termine di un’attività investigativa coordinata dalla Procura di Nocera Inferiore, ha eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un napoletano di 21 anni, autore di una rapina commessa lo scorso 15 agosto su un treno regionale partito da Napoli e diretto a Salerno.

In quella occasione, la vittima, un ventenne, mentre si trovava a bordo del convoglio, nei pressi della stazione di Scafati, è stato avvicinato dal 21enne che lo ha minacciato, intimandogli di consegnargli tutto il denaro che aveva. Una volta impossessatosi di 30 euro, l’uomo si è allontanato.

Le indagini condotte dai poliziotti, anche attraverso la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza, hanno permesso di individuare e identificare il rapinatore, che è stato poi riconosciuto dalla vittima. Il 21enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in Torre del Greco.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...