Arera approva tariffe TARI validate dall'Eda per il Comune di Salerno

Coscia: "Primo Ente d’Ambito in Campania a ricevere l'approvazione di due PEF da noi validati"

Giovanni Coscia

Redazione Irno24 19/10/2022 0

Via libera dell’ARERA alle tariffe Tari 2020 e 2021 del Comune di Salerno. L’Autorità nazionale di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, con Delibera n. 492/2022 del 11.10.2022, ha approvato le proposte tariffarie validate dall’Ente d’Ambito Salerno per il Comune capoluogo.

Come è noto, nel 2019 l’ARERA ha introdotto il nuovo metodo tariffario rifiuti (MTR). Ai Comuni spetta il compito di proporre il Piano Economico e Finanziario (PEF) per definire la Tari, che deve poi essere validato dagli Enti territoriali competenti, nel nostro caso dall’EdA Salerno, l’Ente preposto alla gestione del ciclo integrato dei rifiuti nell’ATO Salerno.

Nel rispetto delle procedure e dei vincoli economici dettati dall’AREA, l’Ente di Ambito Salerno ha validato i PEF anni 2020/2021 presentati dall’Amministrazione comunale ed approvati dal Consiglio comunale, e ha poi trasmesso tutta la documentazione, riferita alle proposte e alla validazione, all’Autorità di regolazione, che ha approvato le predisposizioni tariffarie.

“Siamo il primo Ente d’Ambito in Campania - commenta Giovanni Coscia, presidente dell’EdA Salerno - a ricevere dall’ARERA l’approvazione di due PEF da noi validati. E’ stato un lavoro impegnativo, per il quale ringrazio la Direzione Generale e l’Area Tecnica dell’EdA, e siamo molto soddisfatti, anche perché tutta la procedura viene espletata a tutela dei consumatori.

Diversamente dal passato, infatti, ora i Comuni devono attenersi a precisi criteri per il calcolo dei costi del servizio di igiene urbana, ed eventuali extra costi non solo devono essere motivati, ma devono rientrare in un tetto massimo fissato dalla procedura di validazione e nell’ambito del perimetro delle attività individuate dall’Autorità di regolazione”.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 27/08/2020

Coltello a serramanico nello zaino, denunciato salernitano a Calabritto

I Carabinieri della Stazione di Calabritto (AV) hanno denunciato un uomo della provincia di Salerno, già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto responsabile del reato di “Porto abusivo di oggetti atti ad offendere”.

Nello specifico, durante un servizio di perlustrazione svolto in orario pomeridiano, la pattuglia ha intimato l’Alt all’auto condotta da un 40enne. L’anomalo atteggiamento manifestato dall’automobilista ha indotto i Carabinieri ad approfondire il controllo.

E all’esito dell’immediata perquisizione è stato trovato un coltello a serramanico occultato all’interno di uno zaino. Il 40enne, che non ha fornito una valida giustificazione in merito a quanto rinvenuto, è stato accompagnato in Caserma e, al termine delle attività di rito, deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino. Il coltello è stato sottoposto a sequestro.

Leggi tutto

Redazione Irno24 16/01/2023

Allerta meteo, ordinanza di chiusura per cimitero e parchi a Salerno

Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha firmato apposita ordinanza con cui dispone la chiusura di parchi, giardini pubblici, aree cimiteriali e impianti sportivi comunali, dalle ore 9.00 di martedì 17 alle ore 9.00 di mercoledì 18 gennaio. Il provvedimento viene emesso alla luce dell'allerta meteo arancione diramata dalla protezione civile della Campania.

Leggi tutto

Redazione Irno24 08/03/2020

Presidio a Salerno per bus e treni da zona rossa

D'intesa con Regione Campania, Prefettura, Questura, ASL e Protezione Civile - informa il Comune di Salerno - è stato attivato un immediato servizio di presidio all'arrivo di bus e treni provenienti dalla zona rossa. Tutti i passeggeri sono sottoposti ad identificazione, controlli sanitari e quarantena obbligatoria.

Controlli in atto non solo alla stazione ferroviaria, ma anche a Piazza della Concordia, mèta o tappa di bus a lunga percorrenza.

La misura è legata all'esodo di massa, soprattutto ferroviario, che si è verificato Sabato a tarda sera, quando, prima che fosse ufficializzato il nuovo decreto del Governo, che "chiude" di fatto la Lombardia, molta gente è salita in fretta e furia sugli ultimi convogli in partenza, diretti principalmente in Campania e in altre zone del Sud Italia.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...