Costruzioni "green", spicca progetto DICIV Unisa: finanziamento da 770mila euro

La sfida è condurre ad un utilizzo dei nanomateriali

Redazione Irno24 26/10/2021 0

Dal MUR (Ministero Università e Ricerca) saranno destinati oltre 770mila euro ad un progetto per realizzare costruzioni innovative e green utilizzando materiali innovativi alla nanoscala, per rispondere alla crescente domanda di valorizzazione dei materiali da costruzione e di risparmio energetico degli edifici civili ed industriali.

Il Ministero ha infatti approvato e finanziato il progetto “Opportunities and Challenges of Nanotechnology in Advanced and Green Construction Materials”, presentato dal Consorzio di Ricerca formato dalle Università di Salerno, della Calabria, di Modena e Reggio Emilia, di Parma e Pegaso, coordinato dal Prof. Luciano Feo, del Dipartimento di Ingegneria Civile di Unisa, riconosciuto tra i dipartimenti di eccellenza italiani.

Su 373 domande pervenute al MUR nel settore dell’ingegneria, il progetto dell’Università di Salerno si è classificato primo in graduatoria (ex aequo) rientrando fra i diciassette progetti finanziati a livello nazionale. Il co-finanziamento del MUR assegnato è di 774.178 euro, cui si aggiungono 198.178 euro di co-finanziamento atenei, per un totale di 972.356 euro. La sfida del progetto è quella di condurre l'industria delle costruzioni ad un utilizzo dei nanomateriali su larga scala.

Attualmente, infatti, l'uso dei nanomateriali nelle costruzioni è ridotto, a causa della conoscenza limitata dei nanomateriali adatti alle costruzioni e del loro comportamento, della mancanza di standard specifici per progettazione ed esecuzione di elementi da costruzione utilizzando nanomateriali, di un’offerta di mercato ridotta di nanoprodotti, di costi elevati, di rischi per la salute sconosciuti associati ai nanomateriali e alla scarsa riciclabilità dei nanomateriali al fine della loro vita.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 21/02/2020

"First Lego League", scatta la Qualificazione Regionale Sud 1

Sabato 22 febbraio 2020, presso il PalaUnisa C del Campus Universitario di Baronissi, si terrà la Qualificazione Regionale Sud 1 della "First Lego League", curata e diretta dalla Prof.ssa Genny Tortora del Dipartimento di Informatica Unisa.

La First Lego League è una sfida mondiale per qualificazioni di scienza e robotica tra squadre di ragazzi dai 9 ai 16 anni (dalla quarta elementare alla seconda superiore, non obbligatoriamente della stessa classe o istituto) che progettano, costruiscono e programmano robot autonomi, applicandoli a problemi reali di grande interesse generale, ecologico, economico, sociale, per cercare soluzioni innovative. La manifestazione richiede ai suoi partecipanti di effettuare una ricerca con tutti i criteri caratteristici del protocollo scientifico su una problematica attuale.

Per l’edizione di quest’anno, patrocinata dal MIUR, il tema scelto è "City Shaper", che mira a costruire un mondo più forte e sostenibile, per aiutare le nostre città a crescere e raggiungere nuovi traguardi. FLL non è solo robotica. Oltre ad appassionarsi alla scienza divertendosi, i ragazzi acquisiscono conoscenze e competenze utili al loro futuro e si avvicinano in modo concreto a potenziali studi e future carriere in ambito sociale, scientifico e ingegneristico.

FIRST® LEGO® League nasce dalla collaborazione tra LEGO® e FIRST® (l'associazione americana For Inspiration and Recognition of Science and Technology) e arriva in Italia grazie alla Fondazione Museo Civico di Rovereto, che dal 2012 ne è Operational Partner italiano. CampuStore è sponsor tecnico nazionale.

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/11/2020

Unisa protagonista a "Futuro Remoto" coi suoi progetti di ricerca

Prende il via oggi, venerdì 20 novembre, e continua fino a domenica 29, la 34a edizione di "Futuro Remoto", il Festival della Scienza promosso dagli atenei campani. Anche l'Università di Salerno è protagonista dell’evento presentando, giorno per giorno, i suoi progetti di ricerca.

Tra questi c’è "Cultura e società digitale - Il futuro che verrà", promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione e raccontato dalla voce della prof.ssa Emiliana Mangone, che incontrerà online gli studenti e il pubblico dell'evento martedì 24 novembre alle ore 15.00 (qui la prenotazione).

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/07/2020

Nuovo anno accademico, agevolazioni per studenti Unisa

Anche per l'anno accademico 2020/21 l’Università di Salerno ha approvato, con i suoi organi di governo, una serie di ulteriori agevolazioni sulla contribuzione studentesca. In primo luogo, il tetto di esonero dalle tasse passerà dal valore di € 20.000 al valore di € 23.000. Non ci sarà nessun aumento su tutto il resto della contribuzione universitaria.

Lo studente con ISEE “corrente” che lo colloca in una fascia di contribuzione di almeno due fasce al di sotto della fascia di attribuzione potrà rateizzare il pagamento in due quote. Si dimezzerà - passando da € 30 a € 15 - anche il contributo di iscrizione ai test valutativi non selettivi da svolgere presso l'Università di Salerno.

“Con queste misure, unite alle politiche a favore del diritto allo studio - dichiara il Rettore Loia - il nostro Ateneo dimostra di essere vicino ai suoi studenti in questo momento di difficoltà dovuto all'emergenza Covid. Questa vicinanza ci vede premiati anche da parte delle future matricole. Registriamo già un dato importante in tal senso: gli iscritti al test di Medicina di quest'anno sono circa 1900, rispetto ai 1600 dello scorso anno”.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...