Il sindaco di Salerno: "Vogliamo che la scuola venga vissuta in piena sicurezza"

Iniziata oggi la campagna di tamponi molecolari negli istituti

Redazione Irno24 17/02/2021 0

"Con uno sforzo enorme, abbiamo avviato quest'oggi, dall'Istituto Comprensivo Giovanni Paolo II, la campagna di tamponi molecolari nelle scuole cittadine, in accordo con il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, e in collaborazione con la Fondazione EBRIS.

Gli studenti del plesso Alemagna sono stati bravissimi così come il corpo docente che li ha rassicurati e gli operatori sanitari, i quali hanno avuto un approccio professionale ma anche estremamente umano e delicato. Con i dirigenti scolastici lavoriamo in grande sinergia.

È fondamentale che loro seguano tutti i protocolli e segnalino immediatamente i casi di positività perché se gli screening non sono accompagnati da una vigilanza puntuale da parte dei dirigenti e da parte della ASL competente, allora tutto ciò sarà vano. Chiedo, a tutti, massima responsabilità e rigore nelle comunicazione e nell'applicazione dei protocolli". Lo scrive sui social il sindaco Napoli.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 01/04/2021

Cargo diretto a Salerno soccorre migranti: tamponi allo sbarco, tutti negativi

Nella tarda serata di ieri, alle ore 23 circa, è giunta al porto di Salerno la nave Cargo “Rachel Borchard”, battente bandiera delle Isole Marshall, proveniente dalla Turchia. Il 30 marzo, durante la navigazione, l’imbarcazione, diretta per ragioni commerciali al porto di Salerno, aveva soccorso in mare 32 uomini, di cui quattro feriti e otto minorenni.

Appresa la notizia del salvataggio e della destinazione finale della nave, il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, ha immediatamente convocato il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, allargato per l’occasione alla partecipazione della Capitaneria di Porto, della Sanità marittima, dell’A.S.L., della Croce Rossa e del Comune di Salerno.

Il Questore di Salerno, Maurizio Ficarra, nel recepire le indicazioni stabilite in sede di Comitato, ha predisposto i servizi di Ordine Pubblico che hanno visto il fattivo concorso delle diverse forze di polizia coinvolte: Polizia di Stato e di Frontiera, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto. In considerazione della situazione di emergenza epidemiologica, è stato necessario affiancare ai servizi di ordine pubblico anche un’organizzazione di tipo sanitario.

Pertanto, alle operazioni di sbarco e di accoglienza hanno preso parte attivamente anche i responsabili della Sanità marittima (USMAF), che hanno effettuato i controlli sullo stato di salute dei migranti e dell’equipaggio, l’A.S.L. di Salerno, che ha provveduto a sottoporre tutti coloro che erano sulla nave ai necessari test molecolari, e la Croce Rossa. Grazie al tempestivo intervento dell’A.S.L., che ha operato di concerto con la direzione generale dell’Ospedale Ruggi di Salerno, i tamponi molecolari sono stati effettuati e processati già nel corso della nottata e, nella primissima mattinata, si è accertata la negatività al virus di tutte le persone soccorse.

I 32 migranti, provenienti da diversi Paesi di area perlopiù asiatica, sono stati sottoposti a visita medica nell’immediatezza dello sbarco e sono stati riforniti di acqua e cibo di cui avevano necessità. I servizi sociali del Comune di Salerno sono intervenuti per prendere in carico alcuni di loro che si sono dichiarati minorenni. Sono ancora in corso le operazioni di identificazione da parte della Polizia Scientifica e dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Salerno. I migranti saranno successivamente trasferiti in un centro di accoglienza temporanea della provincia e saranno tenuti a rispettare il periodo di quarantena prescritto dalle norme in vigore.

Leggi tutto

Redazione Irno24 10/12/2020

Prevenzione e terapia malattie rare, "Ruggi" di Salerno fra presìdi regionali

La Giunta Regionale, nella seduta di oggi, ha deciso l’ampliamento della rete dei presìdi ospedalieri della Campania di riferimento per la prevenzione, la sorveglianza, la diagnosi e la terapia delle malattie rare. I presìdi individuati sono: ASL Napoli 1 Centro, Cardarelli, Santobono-Pausilipon, Azienda dei Colli, Moscati di Avellino, Ruggi di Salerno, S. Sebastiano di Caserta, San Pio di Benevento.

Inoltre, nell’ambito del Piano nazionale per la non autosufficienza, per l’anno 2019 sono assegnati alla Campania 47 milioni di euro. La Giunta ha stabilito una quota pari al 10% del Fondo (4,7 milioni) in favore dei 6 Ambiti che non hanno presentato entro i termini stabiliti i progetti richiesti, ripartendo la cifra in proporzione alla percentuale di disabili gravissimi sulla popolazione residente o in proporzione al numero dei disabili gravissimi riconosciuti nelle annualità precedenti. Le restanti risorse del Fondo 2019 sono assegnate ai 53 Ambiti territoriali che hanno trasmesso la programmazione territoriale entro i termini fissati.

Leggi tutto

Redazione Irno24 03/01/2021

Salerno e provincia, i risultati dei controlli anti Covid nell'ultima settimana 2020

Nelle giornate dell’ultima settimana dell’anno, le Forze di polizia e l’Esercito hanno proseguito ad assicurare incessantemente i servizi di vigilanza e controllo disposti per contrastare la diffusione del Covid. In attuazione a quanto previsto dai decreti governativi e dalle ordinanze della Regione e dei Sindaci salernitani, il Questore della provincia di Salerno, d’intesa con i Comandanti Provinciali dell’Arma Carabinieri e della GdF, ha previsto mirati servizi nella settimana dal 28 dicembre al 3 gennaio, che hanno consentito di raggiungere i seguenti risultati:

5306 persone controllate; 2764 veicoli controllati; 2289 esercizi pubblici controllati; 123 persone sanzionate per mancato uso della mascherina o perché fuori dal comune di residenza senza giustificato motivo; 6 denunciati per inosservanza della quarantena imposta dall'ASL; 24 titolari di esercizi commerciali sanzionati per mancato rispetto della normativa anti Covid; 7 attività o esercizi chiusi.

I servizi sono stati volti a garantire la sicurezza in strada, con particolare riferimento alla vigilia del Capodanno e al primo gennaio, onde prevenire il formarsi di assembramenti. In particolare, nella giornata del 31 dicembre, sono state controllate 718 persone, di cui 41 sanzionate per violazione dell’obbligo di indossare la mascherina o perchè presenti in luoghi fuori dal Comune di residenza senza giustificato motivo.

Nella stessa giornata sono stati sanzionati 7 gestori di alcuni bar in quanto somministravano ad avventori bevande consentendo la consumazione sul posto e non invece, come unicamente consentito, effettuando la vendita per l’asporto. Peraltro, in occasione della ricorrenza del Capodanno, sono stati sequestrati 70 kg di fuochi d’artificio e sono state denunciate 4 persone in stato di libertà.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...