Il Sindaco di Salerno in stazione per i controlli: "Fase 2 non vuol dire liberi tutti"

Chi arriva da fuori regione deve mettersi in quarantena volontaria

Redazione Irno24 04/05/2020 0

"Mi sono recato questa mattina, tra le altre cose - scrive il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli - dinanzi la stazione ferroviaria per monitorare gli arrivi dei treni da fuori regione. A parte i controlli che sono e rimarranno serrati da parte della Polizia municipale, chiediamo ai nostri concittadini di essere responsabili.

Chi arriva da fuori regione deve mettersi in quarantena volontaria. Le forze dell'ordine controlleranno che venga rispettata questa disposizione.

È necessario che, dopo i tanti sforzi fatti, non si comprometta la situazione. La Fase 2 non vuol dire 'liberi tutti', anzi, il Coronavirus non è stato sconfitto. Bisogna evitare che si facciano passi indietro. Va usata sempre la mascherina e non fare assembramenti. Mi appello al senso civico dei miei concittadini ad essere responsabili e coscienziosi. Insieme ce la faremo".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 25/03/2020

Covid-19, servizi speciali del Comune di Salerno per chi è in quarantena

Il Comune di Salerno, su indicazione del Sindaco, Vincenzo Napoli, e con il coordinamento operativo dell’Assessore alle Politiche Sociali, Nino Savastano, ha predisposto una serie di servizi speciali dedicati alle persone positive al Coronavirus ed alle famiglie in quarantena, nonché alle persone dimesse dagli ospedali ma ancora in stato di osservazione.

Tali servizi saranno coordinati dal Settore Politiche Sociali tramite rigorosi protocolli operativi idonei a garantire la sicurezza del personale, degli operatori, nonché la privacy dei soggetti beneficiari. Riguarderanno in particolare l’assistenza per la consegna domiciliare della spesa alimentare, di farmaci e beni di prima necessità, di alimenti e prodotti per gli animali di compagnia.

Le famiglie e le persone interessate saranno contattate direttamente dal Settore Politiche Sociali che garantirà informazioni e supporto continuativo, in collaborazione con Salerno Solidale ed i rivenditori.

Leggi tutto

Redazione Irno24 31/05/2021

Salerno, il messaggio di Strianese in occasione del 2 Giugno

"Quest’anno è il 75° anniversario della nascita della Repubblica Italiana. Tutti noi ricordiamo il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo scorso anno quando si è recato a Codogno, luogo simbolo dell’inizio della pandemia, per rendere omaggio a tutte le vittime del Covid-19 e a quanti hanno affrontato in prima linea la lotta contro il Coronavirus.

Siamo ancora in pandemia, ma con una diversa prospettiva: la campagna vaccinale sta veicolando tutti noi fuori dall’emergenza sanitaria e per fortuna ora siamo in fase di ripresa economica e di riapertura. Ma anche questo 2 giugno, per ragioni di cautela, sarà un po’ diverso dagli anni precedenti all’emergenza epidemiologica. Sarà più sobrio sicuramente, ma comunque unitario.

Tutta Italia rivive la proclamazione della Repubblica italiana a seguito del referendum del 1946, dopo la seconda guerra mondiale, che viene indetto a suffragio universale. Gli italiani infatti, comprese le donne che votano per la prima volta, sono chiamati alle urne per scegliere la forma di governo preferita. Quindi la Monarchia lascia il posto alla Repubblica nel nostro paese.

Voglio sottolineare l’importanza del suffragio femminile, perché spesso questo aspetto passa inosservato: le donne votano per la prima volta con questo referendum istituzionale, a seguito di un decreto del 31 gennaio 1945 che sancisce il suffragio universale, cioè che riconosce finalmente anche alle donne il sacrosanto diritto di voto, di decidere su questioni politiche, di scegliere una rappresentanza politica.

È un momento fondamentale della storia italiana, che passa in secondo ordine perché in genere ci concentriamo sulla nascita della nostra Repubblica, ma mi piace precisare sempre che la Repubblica italiana è stata voluta dalle donne e dagli uomini italiani. Questa festa della Repubblica ci deve ricordare che l’Italia è un Paese che sa rialzarsi come ha fatto ogni volta e come è accaduto anche dopo la seconda guerra mondiale.

Tutti uniti, donne e uomini, nord e sud, famiglie, giovani, lavoratori e in particolare noi, rappresentanti delle Istituzioni, tutti insieme dobbiamo lavorare alla ripresa economica e sociale del nostro paese. In qualità di Presidente della Provincia di Salerno e di Sindaco di San Valentino Torio penso che noi, rappresentanti delle Istituzioni, abbiamo innanzitutto il dovere di non lasciare indietro nessuno dei nostri cittadini in difficoltà.

Comuni, Province, Regioni e Stato, dobbiamo essere tutti allineati per dare risposte concrete: sviluppo economico e lavoro dove sono venuti meno, salute pubblica a tutte le nostre comunità, supporto alle famiglie in difficoltà, alle imprese, a tutti i comparti colpiti dalla crisi. La nostra Repubblica italiana è la casa di tutti e il mio abbraccio tricolore arrivi con energia a tutto un popolo in difficoltà. Buona Festa della Repubblica a nome mio e di tutta l’Amministrazione provinciale".

Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/12/2020

Campagna vaccinale, postazione anche al Ruggi di Salerno

Per il "V-Day", il via alla campagna vaccinale (Pfizer/BionTech) in programma domani, 27 dicembre, sono state attivate 7 postazioni in altrettanti ospedali della Campania: Cotugno, Cardarelli, Ospedale del Mare (Napoli); San Sebastiano (Caserta), Moscati (Avellino), San Pio (Benevento), Ruggi d'Aragona (Salerno).

In ogni presidio saranno somministrate le 100 dosi di vaccino previste, a operatori sanitari e medici ancora oggi in prima linea nella lotta al Covid. Il via alle vaccinazioni è previsto in ogni struttura alle ore 10 circa. Saranno vaccinati, a partire dalle ore 13, anche 20 operatori di una Residenza per anziani dell'Asl Napoli 1.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...