In partenza la 33a edizione dello "Charlot", selezioni online dei giovani comici

La chicca sarà una serata dedicata ad un grande poeta e drammaturgo

Redazione Irno24 20/03/2021 0

“Ricominciamo” sarà il semplice slogan che accompagnerà la 33esima edizione del Premio Charlot, che, come di consueto si terrà a Salerno nel mese di luglio, grazie al contributo della Regione, del Comune e dell’Autorità Portuale. Tanti gli appuntamenti ai quali il direttore artistico Claudio Tortora sta lavorando, per cercare di offrire al pubblico serate uniche, ma soprattutto piacevoli, che possano per qualche ora far dimenticare tutto ciò che stiamo vivendo.

Cinema, musica e cabaret non mancheranno, ma la vera chicca sarà una serata dedicata ad un grande poeta, drammaturgo e regista teatrale europeo. Una serata che vedrà tante forme di spettacolo e d’arte incontrarsi sul palcoscenico, con grandi ospiti che avranno il compito di far rivivere l’autore premio Nobel, attraverso le loro interpretazioni.

"A breve partiremo con le selezioni in modalità online dei cabarettisti emergenti - afferma Tortora - perché al Premio Charlot la gara dei giovani non può e non deve mancare. Per questo invito tutti coloro i quali volessero partecipare ad inviarci un breve video ed il loro curriculum all’indirizzo clatortora@gmail.com; tra tutti i video ricevuti ne verranno selezionati una ventina circa.

I giovani selezionati si 'sfideranno' in una semifinale online che terremo tra fine maggio e i primi di giugno. Tra questi la giuria sceglierà i 6 che poi verranno a Salerno per la serata finale dove si sfideranno per aggiudicarsi lo Charlot Giovani". Il sipario della 33esima edizione del Premio Charlot si alzerà come di consuetudine in concomitanza con il “Sea Sun, festa del Mare”.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 15/01/2020

"Tu musica assassina", ultime repliche al Teatro del Giullare

Ultime due repliche al Piccolo Teatro del Giullare di “Tu musica assassina” di Manlio Santanelli e la regia di Uto Zhali. I cinque personaggi previsti dal copione torneranno a raccontare i loro paradossali mondi Sabato 18 Gennaio, ore 21, e Domenica 19, alle ore 18.30. In scena Marco Villani, Flavia Palumbo, Salvatore Albano, Andrea Bloise e Concita De Luca. Luci e musiche di Virna Prescenzo. Scenografia di Francesco Maria Sommaripa, costumi di Paolo Vitale.

I coniugi Eufemio ed Alda Tiberi, direttore di banca ed insegnante, hanno una smodata e patologica passione per la musica. Pur tuttavia non sono riusciti ad ottenere un abbonamento all’Associazione “Amici della Musica” della loro città. Lo statuto dell’associazione prevede infatti il numero chiuso e loro sono i primi in lista d’attesa. Per potervi accedere devono sperare solo in qualche dimissione o in un decesso.

Ironia della sorte abitano in uno stabile dove vivono anche il cassiere della stessa banca e sua moglie i quali, per avere ereditato le tessere dell’associazione, possono liberamente assistere il Giovedì a tutti i concerti. A complicare la vita dei Tiberi vi è poi il dottor Donati, medico degli orchestrali dell’associazione, scelto unicamente per avere notizie sullo stato di salute degli abbonati. E così, persone dall’apparenza tranquilla, pur di ottenere quell’abbonamento cominciano a nutrire intenti omicidi e a trasformarsi in aspiranti assassini.

Info e prenotazioni 3347686331 - info@piccoloteatrodelgiullare.eu.

Leggi tutto

Redazione Irno24 03/06/2021

Presentazione stagione estiva del Teatro Verdi di Salerno

È convocata per domani, venerdì 4 giugno, alle ore 11.00, la conferenza stampa di presentazione della stagione estiva del Teatro Verdi di Salerno. L'appuntamento con la stampa, nel rispetto dei protocolli anti Covid-19, si svolgerà in presenza presso il Teatro Verdi in via Roma a Salerno.

Partecipano il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, l'Assessore alla Cultura, Tonia Willburger, il Direttore Artistico, Daniel Oren, il Segretario Organizzativo Antonio Marzullo ed Igina Di Napoli, Direttore Artistico Casa del Contemporaneo la cui ricca programmazione (che sarà presentata domattina) prevede anche eventi e progetti lirici.

Dopo il felice esperimento della scorsa estate con La Vedova Allegra, il Teatro Verdi attende il suo pubblico nel magnifico anfiteatro sotto le stelle del Parco Urbano dell'Irno adiacente il Teatro Ghirelli. Una location incantevole per grandi serate di musica, belcanto, passioni.

Leggi tutto

Redazione Irno24 06/02/2020

"Io sono una farfalla" al Teatro Nuovo di Salerno

Venerdì 7 Febbraio alle ore 21 parte la X edizione di "Atelier Spazio Performativo", rassegna a cura di Artestudio & Teatro Grimaldello. "Io sono una farfalla", lo spettacolo inaugurale, è in programma al Teatro Nuovo di Salerno (Via Laspro, 10) e nasce in collaborazione con l'Ex Asilo Filangieri di Napoli, il Teatro "Il Giullare" di Salerno e il Teatro Grimaldello.

Drammaturgia firmata da Antonio Stoccuto, regia di Antonio Grimaldi, entrambi anche protagonisti della scena. "Io sono una farfalla" è una sensibile, visionaria narrazione di una storia appartenente ad una donna transessuale. Una storia vera, narrata da una fonte (E.) lasciata anonima per privacy.

Il lavoro nasce dall'esigenza dell'autore di attraversare il complesso universo dell'identità di genere e dal suo incontro con E., che fornisce la base di lavoro e di drammaturgia allo spettacolo: diari personali, aneddoti, storie di vita vissuta. In scena solo una panchina rossa: qui il sogno e l'incubo appaiono lo schema più adatto ad accogliere le tematiche affrontate nella drammaturgia.

Al centro c’è l'affascinante, fragile, sincera figura di E., che scopre la sua identità, rinasce e dà inizio alla nuova vita. Essa somiglia a tutti noi, uomini e donne di questo e di tutti i tempi, soli quanto lei: al di là della mancata coincidenza tra sesso biologico e identità di genere, distruggiamo la vita fuori e dentro di noi continuamente durante le nostre crisi d'identità, generando una transazione di noi stessi che abbatte i conflitti tra personalità e identità.

E., interpretata da Stoccuto, fugge dalla violenza umana e si arricchisce di tutte le sfumature per una nuova genesi. Ad accompagnarla nel mutamento c'è la madre, dai caratteri tenebrosi, che assume un ruolo violento e punitivo. Un innamorato, con tratti di soave dolcezza, capace di trasportare in un mondo fiabesco la scena, coniuga invece la linea sottile tra amore e morte, volo e baratro. I ruoli della madre e dell'innamorato sono affidati all’interpretazione di Grimaldi, artista alla soglia di una maturità espressiva che sorprende.

Biglietto 12 euro, ridotto studenti 10 euro. Info e prenotazioni 347 4016291 - 331 8029416 - 089 220886.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...