Quella doppietta di Maradona alla Salernitana in Coppa Italia

Il genio del calcio segnò 2 volte nel 3-1 dell'estate 1985

frame tratto da YouTube

Redazione Irno24 26/11/2020 0

Le strade del compianto Diego Armando Maradona e della Salernitana si sono incrociate nell'estate 1985, in Coppa Italia. I granata, allenati da Ghio, fecero visita agli azzurri in occasione del quarto incontro del girone eliminatorio, dopo i pareggi con Vicenza e Pescara e la sconfitta contro il Lecce.

Finì 3-1 per la squadra allenata da Ottavio Bianchi, Maradona confezionò una prestazione delle sue e andò in rete due volte: il 1° gol su punizione deliziosa, conquistata con un affondo in serpentina; il 2° su rigore, palla da una parte e portiere dall'altra. In mezzo, il gol granata di Billia, poi un'autorete di Manzo a 10 minuti dalla fine fissò il punteggio sul 3-1.

In quella stagione, il Napoli preparò il terreno per lo storico scudetto del campionato successivo, la Salernitana chiuse il torneo di C al 7° posto, mettendo in mostra il giovane bomber De Vitis.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 25/09/2020

Poker di innesti della Salernitana: Fella, Belec, Tutino e Bogdan

Monopoli e Salernitana hanno trovato l’accordo per il trasferimento in maglia granata, a titolo definitivo, dell'attaccante Giuseppe Fella. Per lui un contratto di 3 anni. Coi pugliesi, il classe '93 nell’ultima stagione ha totalizzato 17 reti in 30 partite disputate. Prima dell'esperienza in biancoverde, Fella aveva vestito anche le maglie di Nocerina e Cavese, realizzando 27 gol in 3 stagioni.

Il sodalizio di Lotito e Mezzaroma ha annunciato, in seguito, altre 3 ufficialità: il portiere classe '90 Vid Belec, fortemente voluto da Castori, che arriva dalla Samp a titolo definitivo (accordo triennale), il tanto inseguito Gennaro Tutino, attaccante classe '96 in prestito dal Napoli (3 gol in 16 presenze ad Empoli lo scorso campionato), e - ultimo in ordine di tempo - il difensore croato classe '96 Luka Bodgan in prestito dal Livorno.

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/03/2021

Bogdan svetta, la Salernitana piega il Brescia e si porta a -1 dalla seconda

Dopo due pareggi di fila, torna al successo la Salernitana, che nel "Sunday Night" del 30° turno supera 1-0 il Brescia all'Arechi (dove non vinceva da 2 mesi) e mantiene più che vive le speranze di promozione diretta in A. Dopo la sosta, i granata sfideranno in Puglia il Lecce, 2° in classifica e con appena un punto in più.

La partita con le rondinelle è decisa al 24° da un gol di Bogdan, che insacca di testa sugli sviluppi di un angolo battuto da Anderson. Il giusto premio dopo un avvio intraprendente. Buona nel complesso la gestione del match, la squadra di Castori non corre particolari pericoli. Nella ripresa, Tutino e Djuric si avvicinano al bersaglio ma il risultato non cambia.

Come già precisato, continueremo a pubblicare le foto che Antonio Villari aveva scattato per noi, ritenendo sia il modo migliore per rendere omaggio alla sua memoria ed alla sua professionalità, intrisa di passione. Tonino continuerà a vivere nei suoi scatti.

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/06/2020

Addio a Pierino Prati, uno degli eroi granata del 1966

L’U.S. Salernitana 1919, la Proprietà, i dirigenti, i giocatori, lo staff e la Salerno sportiva tutta si stringono attorno al dolore che ha colpito la famiglia Prati e gli amanti del calcio italiano per la scomparsa (a 73 anni) dell’indimenticato Pierino Prati, bomber granata nella stagione 1965/66.

Prima di diventare stella del Milan, infatti, Prati fu protagonista della prima promozione in B della Salernitana, nel 1966. Realizzò 10 gol in 19 presenze, ma sarebbero stati certamente di più senza il grave infortunio rimediato nel match di Torre Annunziata nel Gennaio '66, che gli costò la frattura di tibia e perone e un'assenza di 15 partite. Firmò l'ultimo gol con la maglia della Salernitana nel maggio 1966 al Vestuti contro la Samb (3-0), alla penultima di campionato, cioè 7 giorni prima dell'apoteosi a L'Aquila, con lo 0-0 che valse la cadetteria.

"Apprendiamo con grande dolore la tristissima notizia della morte di Pierino Prati. Un attaccante straordinario, un uomo generoso che negli anni in granata conquistò il cuore dei tifosi e dell'intera città. Proprio da Salerno Prati spiccò il volo per i successi che l'hanno reso uno degli attaccanti più forti della storia del calcio nazionale. Conservò un rapporto speciale di simpatia con città e tifosi ricordandone l'affetto. Salerno ed il popolo granata esprimono cordoglio a familiari ed amici pronti ad onorarne la memoria". Queste le parole del sindaco Napoli.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...