Salerno, "A sud del Barocco" nel nuovo lotto della Pinacoteca

La doppia inaugurazione Venerdì 19 Febbraio

Michele Strianese

Redazione Irno24 16/02/2021 0

Doppia inaugurazione Venerdì 19 febbraio a Palazzo Pinto (Arco Catalano), sede della Pinacoteca provinciale di Salerno. Alle 9,30 si tiene l’apertura del secondo lotto della Pinacoteca, attesa da anni dalla città di Salerno, e, contemporaneamente, l’opening della mostra "A Sud del Barocco - geografia di un tempo dell’arte", curata da don Gianni Citro.

Proposta dalla Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A., l’esposizione è organizzata in collaborazione con la Provincia di Salerno e la Regione Campania, attraverso SCABEC S.p.A.

Insieme ai curatori della mostra, il Presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese darà il benvenuto alle autorità civili e religiose che interverranno alla cerimonia, nel rispetto delle norme di prevenzione Covid-19. Con lui saranno presenti il Sindaco della città Enzo Napoli, l’On. Piero De Luca e il Presidente della Regione, On. Vincenzo De Luca, che procederanno al taglio del nastro.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 28/07/2020

Premio Charlot, ancora pochi posti disponibili per le serate Sanremo e Venditti

Prosegue la prevendita dei biglietti per le serate della XXXII edizione del Premio Charlot. Sono pochi i posti ancora disponibili per assistere alle serate di Sanremo (5 agosto) e di Antonello Venditti (6 agosto). L’organizzazione fa sapere che è ancora possibile acquistare i biglietti, al costo di euro 20 più prevendita, attraverso il sito www.go2.it oppure presso l’Agenzia Milagro di via Diaz a Salerno.

Sempre attraverso il sito www.go2.it, oppure presso l’Agenzia Milagro, è possibile acquistare al costo di 25 euro anche i biglietti per lo spettacolo di Vincenzo Salemme, in programma il 26 agosto. Così come attraverso il sito www.vivaticket.it è possibile prenotarsi, al costo di 1 euro, per le serate del 2-3-4-7-8-9 agosto. Si ricorda inoltre che i biglietti si potranno acquistare anche la sera stessa al botteghino dell’Arena del Mare, previa disponibilità.

Leggi tutto

Redazione Irno24 13/09/2021

Conclusa l'edizione 2021 del "Barbuti Festival", è tempo di bilanci

Si è appena conclusa la XXXVI edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival”, che ormai caratterizza l’estate salernitana, senza soluzione di continuità, da oltre sette lustri. Una delle rassegne teatrali più longeve della Campania, fortemente legata a un luogo del centro storico: l’antico slargo longobardo di Santa Maria dei Barbuti, dove gli eventi si svolgono in uno scenario a cielo a aperto, sotto le stelle e con le quinte dei palazzi antichi.

È tempo di bilanci che la direttrice organizzativa, Chiara Natella, della Bottega San Lazzaro, traccia a caldo: “Fare teatro al tempo della pandemia è cosa molto difficile. Organizzare un’intera rassegna che si è sviluppata per oltre due mesi – luglio e agosto, con prolungamento a settembre - è stata un’impresa che ha richiesto tenacia, caparbietà e sacrifici. Ma è stato bello vedere il pubblico tornare a teatro in sicurezza”.

Natella precisa che la richiesta di esibire il green pass per gli spettatori al botteghino “non è stata dettata solo da un obbligo di legge, ma dalla volontà di rendere ancor più sicura e serena la fruizione degli spettacoli”. Il pienone, inteso nel senso classico di una volta, non si è potuto registrare, ma è stato bello vedere che in diverse occasione sono stati occupati tutti i 99 posti previsti dalle norme di sicurezza.

Lo slogan dell’edizione 2021 è stato “Ritornano le sere”, parafrasando un verso del poeta Alfonso Gatto che è invece declinato al futuro e che ora, finalmente, è diventato auspicio di una ripresa culturale e a aggregativa. Da luglio a settembre sono tanti gli eventi che si sono susseguiti all’interno del cartellone generale con mini rassegne tematiche che torneranno anche l’anno prossimo: “Sul filo delle stelle”, con le arti circensi approdate a teatro; "La Notte dei Barbuti” a cura di Brunella Caputo; “Il Cinema ritrovato”, una mini rassegna di film d’autore restaurati dalla Cineteca di Bologna, a cura di Linea D’Ombra; Il progetto internazionale “Salerno animo del Mediterraneo”; Il Premio Peppe Natella; Foglie di teatro”, a cura di Andrea Carraro, spettacoli a tema preceduti da visite guidate nel centro storico di Salerno a con l’associazione Erchemperto; “Danza sotto le stelle” e il recente “Salerno Day”.

Ringrazio il pubblico che ci ha seguito con costanza quasi tutte le sere, gli organi di informazione che hanno dato eco agli spettacoli in programmazione e i tanti attori, attrici e registi che con le loro parole di incoraggiamento ci hanno invitato a resistere e a proseguire questo sogno iniziato da mio padre, Peppe Natella, nel lontano 1982”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/12/2019

Irene Grandi e Negrita per il Capodanno in Piazza a Salerno

Salerno saluta il 2019 e brinda all’anno nuovo in musica. Un programma di grande richiamo in una delle destinazioni più amate per il Capodanno italiano grazie allo spettacolo delle Luci d'Artista. Martedì 31 Dicembre l’appuntamento è in Piazza Amendola per lo spettacolo con Irene Grandi ed i Negrita.

La serata, condotta da Metis Di Meo ed Andrea Volpe, inizierà alle 21:30 con l’esibizione di Irene Grandi, reduce dal successo del suo tour “Grandissimo”. L’artista toscana proporrà le hit più importanti del suo repertorio: Passi dell’amore, Bruci la città, Lasciala andare, Che vita è, La tua ragazza sempre e tanto altro ancora.

Toccherà poi ai Negrita, una delle band più longeve ed importanti della musica italiana, con una play list fantastica: Cambio, Sex, Ho imparato a sognare, Mama Maè, Rotolando verso sud, Gioia infinita, Magnolia. Tutti a ballare e cantare in piazza fino a mezzanotte, con il tradizionale brindisi augurale ed i fuochi pirotecnici che concluderanno la festa.

Mercoledì 1 Gennaio, alle ore 18.30 e 21:30, al Teatro Verdi, doppio Concerto di Capodanno dell’Orchestra Filarmonica Salernitana “Giuseppe Verdi” diretta dal Maestro Jacopo Sipari. In programma un ampio repertorio sinfonico con l’Italiana in Algeri ed il Guglielmo Tell di Gioachino Rossini, il Nabucco di Giuseppe Verdi, la Carmen di Bizet affiancati dai brani più celebri di Brahms, dalle danze degli Strauss e dalla Marcia di Radetzky.

foto tratte dai profili social dei cantanti

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...