Salerno, dure sanzioni per ambulanti che abbandonano rifiuti in aree mercatali

Nei casi più gravi la sospensione ed il ritiro della licenza

Redazione Irno24 13/07/2020 0

"Le aree dei mercati rionali devono essere lasciate pulite ed è necessario che tutti gli operatori eseguano con scrupolo la raccolta differenziata dei rifiuti". Così il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, e l'assessore Dario Loffredo. "Sono situazioni inaccettabili che rendono più oneroso il servizio di spazzamento e pulizia, generando degrado e pericoli igienico-sanitari.

E' tempo di stroncare questi fenomeni di inciviltà e malcostume che gettano discredito sugli operatori corretti e generano tensioni con le popolazioni residenti nelle zone interessate dall'attività mercatale. Saranno, d'intesa con gli Uffici Annonari e la Polizia Municipale, intensificati i controlli. Ci saranno sanzioni pesanti a carico dei contravventori, nei casi più gravi la sospensione ed il ritiro della licenza".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 25/04/2020

"Onore a te, fratello Andrea Fortunato"

Andrea Fortunato era un calciatore di talento. Giocava terzino sinistro, si diceva fosse destinato a ripercorrere le orme di Antonio Cabrini, mostro sacro della corsia mancina. Ma Andrea Fortunato era soprattutto un figlio di Salerno, un ragazzo dalla faccia pulita che ha pagato dazio troppo presto ad una sorte infausta e meschina, che lo ha ghermito quando la speranza sembrava aver preso il sopravvento.

Andrea Fortunato nasce a Salerno il 26 luglio del 1971. Al pari del fratello Candido, è subito attirato dallo sport, con il calcio però "relegato" a semplice passatempo estivo. Ad Andrea, però, viene naturale dare del "tu" al pallone, sicchè Alberto Massa, mèntore dei baby campioni, lo recluta 13enne nella Giovane Salerno.

Sotto l'egida del nuovo gruppo sportivo, Andrea sostiene diversi provini in tutto il Nord Italia, fino a quando il Como (serie B) non decide di ingaggiarlo: in Lombardia credono di aver scoperto un bomber, ma in realtà Andrea viene trasformato - dal tecnico della formazione "allievi", Rustignoli - in un portentoso terzino sinistro.

Nell'ottobre 1989, a Pescara, Fortunato debutta coi lariani in cadetteria; non è un campionato felice perchè si conclude con la retrocessione, ma i 16 gettoni di presenza costituiscono il presupposto per una stagione da protagonista nel successivo torneo di C: Andrea è un pilastro dei biancazzurri di Bersellini, la promozione svanisce solo allo spareggio contro il Venezia. Fortunato entra nel giro della nazionale under 21 ma soprattutto nelle grazie del Genoa, che lo soffia all'Atalanta e lo gira in prestito per un anno al Pisa in serie B.

La parentesi toscana è talmente positiva che i grifoni liguri si riprendono Fortunato al termine del campionato e lo lanciano titolare in massima serie nella stagione 1992/1993, quella della consacrazione: il terzino salernitano gioca 33 partite su 34 e segna 3 gol, uno dei quali decisivo per la salvezza contro il Milan. La "Vecchia Signora", al secolo Juventus Football Club, è sedotta dal giovane talento e lo ingaggia a suon di miliardi (13) nell'estate del 1993, inserendolo in un contesto di campioni stellari, primo fra tutti Roby Baggio.

Fortunato ha ormai le ali ai piedi, e nel settembre '93 il ct Arrigo Sacchi lo fa esordire in nazionale contro l'Estonia. Ma la tanto sospirata chiamata mondiale (Usa '94) non arriva perchè Fortunato accusa un inspiegabile calo di forma nella primavera del 1994, che indispone parte della critica e della tifoseria. Febbriciattole persistenti e malesseri fastidiosi preoccupano, invece, lo staff medico. Leucemia linfoide acuta: è l'agghiacciante "spiegazione" di tutti i problemi, la diagnosi devastante dell'Ospedale Molinette di Torino, dove Fortunato era stato costretto a ricoverarsi - dopo una serie di visite infruttuose - per capirci qualcosa. E' il Maggio del 1994.

Andrea viene trasferito a Perugia, dove gli vengono effettuati 2 trapianti di midollo (donatori la sorella ed il padre); il quadro sembra migliorare, Fortunato lentamente pare riprendersi. Nel febbraio '95 è addirittura convocato dal nuovo tecnico juventino Lippi per la trasferta di Genova, sponda sampdoriana: Andrea si accomoda solo in tribuna ma è ugualmente felice, l'allenatore in albergo quasi non lo riconosce.

La ricaduta giunge inattesa, improvvisa, il 25 Aprile dello stesso anno; l'equilibrio sottile è spezzato da una feroce influenza, Fortunato muore in serata, mentre l'Italia sta preparando il match di Vilnius contro la Lituania. A lui la Juve dedica lo scudetto numero 23, conquistato pochi mesi dopo, Nevio Scala la Coppa Uefa del suo Parma. Una folla enorme gremisce il Duomo di Salerno in occasione dei funerali. Straziante la testimonianza del capitano juventino Vialli, il quale singhiozzando riesce a pronunciare: “Onore a te, fratello Andrea Fortunato!”.

Oggi, a 25 anni di distanza, il ricordo di Andrea Fortunato è più che mai vivo grazie anche all’Associazione onlus “Fioravante Polito” (nata con lo scopo di rendere obbligatori i controlli ematologici completi prima di iscriversi ad una società sportiva) e la Biblioteca del calcio “Andrea Fortunato”, che qualche anno fa hanno pubblicato la prima biografia del giovane campione salernitano, scritta da Jvan Sica, dal titolo “Andrea Fortunato. Una stella cometa”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 06/04/2020

Buoni spesa a Salerno, situazione fluida: prevale l'invio telematico

Prosegue con regolarità, a Salerno, l’arrivo delle domande per i buoni spesa alimentari. Il modello adottato dal Comune sta avendo successo: le operazioni, coordinate dal Sindaco Napoli e dall’Assessore Savastano, si stanno svolgendo senza intoppi e la stragrande maggioranza dei richiedenti (seguendo la raccomandazione della Civica Amministrazione) ha inviato l’istanza utilizzando gli strumenti telematici.

Alle ore 13 odierne sono state inviate 1300 domande all’utenza WhatsApp 3341043709 e 900 alla mail fondosolidalecovid19@comune.salerno.it.

Sono invece 600 le istanze consegnate presso i 12 punti di raccolta del Settore Politiche Sociali e del Terzo Settore (cinquanta pratiche mediamente per ogni ufficio). Si sta così raggiungendo il primo intento: assicurare una distribuzione capillare dei moduli e scongiurare assembramenti presso gli uffici.

Leggi tutto

Redazione Irno24 02/07/2020

Salerno, ulteriore assegnazione buoni spesa Covid-19

È stato pubblicato sul sito ufficiale del Comune di Salerno il bando per un’ulteriore assegnazione di buoni spesa alimentari destinati a persone e famiglie in gravissime difficoltà economiche e sociali conseguenti alla pandemia. Gli interessati trovano sul sito www.comune.salerno.it tutte le informazioni e la modulistica (termini, criteri) necessarie per presentare l’istanza entro il termine perentorio delle ore 10.00 di lunedì 13 luglio.

Da questa ulteriore assegnazione, resa possibile grazie ai fondi residui delle prima fase e dalle donazioni conferite sul Fondo Comunale di Solidarietà, sono esclusi coloro che abbiano già beneficiato dall’assegnazione nella prima fase o che ne siano stati esclusi per mancanza di requisiti.

Anche per questa seconda assegnazione l’Amministrazione Comunale ha deciso di privilegiare la modalità informatica e telematica di presentazione delle istanze che – l’ha dimostrato la fase precedente – risulta più comoda e pratica per i concittadini e permette una lavorazione più rapida delle domande assicurando trasparenza ed equità. In ogni caso gli interessati potranno contare sul supporto d’assistenza ed informazione degli Uffici Comunali e dei CAAF cittadini che hanno assicurato la loro disponibilità a svolgere questo servizio di utilità sociale.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...