Salerno, Polichetti chiede la riapertura degli ambulatori per le prestazioni urgenti

"Andiamo incontro all’utenza evitando di ingolfare i Pronto Soccorso"

Redazione Irno24 16/11/2020 0

Riapertura dell’attività ambulatoriale e intramoenia per i casi urgenti, come visite ostetriche e pazienti oncologici. La richiesta arriva da Mario Polichetti, ginecologo del Ruggi e responsabile aziendale Fials Medici, con una lettera alla direzione sanitaria:

"Dopo le istanze di numerosi colleghi mi permetto di chiedere la riapertura degli ambulatori ospedalieri e dell’attività libero-professionale in regime di intramoenia allargata limitatamente alle prestazioni urgenti in tutte le discipline, nel rispetto delle normative anti-Covid già osservate prima di questo ulteriore blocco.

Questa richiesta è motivata dalla necessità di venire incontro all’utenza nei casi di urgenza e indifferibilità della prestazione onde evitare che la stessa vada ad ingolfare i già saturi Pronto Soccorso, sottraendo risorse per la lotta al Covid 19, oppure si rivolga a strutture private, dirette concorrenti del sistema sanitario pubblico. Un’istanza, conclude Polichetti, a nome di colleghi in regime di intramoenia che, persistendo il divieto a svolgere la professione privata, si vedono frustrati dal punto di vista sia professionale che economico".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 06/01/2020

Befana al "Ruggi" con musica, cartoons e magia

Lunedì 6 Gennaio, a partire dalle ore 10:00, Donation Italia promuove la campagna di volontariato e solidarietà "Arriva la Befana, un giocattolo in pediatria". Scopo dell'iniziativa, in programma nel Reparto di Pediatria e Chirurgia Pediatrica dell'Ospedale di Salerno, è portare doni, allegria e conforto ai più piccoli per festeggiare l'arrivo della Befana. Previsti un’esibizione musicale, uno spettacolo di magia, l'animazione di supereroi Marvel e personaggi Disney. Madrina della giornata la modella e finalista di miss Italia, Chiara Stile.

L'evento è promosso dall’Associazione Donation Italia in collaborazione con Rete dei Giovani per Salerno, Moby Dick, Compagnia Daltrocanto, Associazione Scienze Motorie, Globuli Rossi, Associazione Urbe, Leo Club Salerno Host, Rotaract Campus Salerno, Aegee Salerno, Erasmus Student Network Salerno, Il Galeone dei Sogni, Cisl Giovani Salerno, Nidl Cgil, Sisbe, Uniamoci, Pro Loco Città Visibile Salerno, Pro Loco Baronissi, Pro Loco Fiscianese, Pro Loco Etruschi di Frontiera, Pro Loco Giovani Olevano sul Tusciano, Forum dei Giovani di Baronissi, Forum dei Giovani di Bracigliano, Renovatio, Associazione Giovanile Freedom, Fondazione Comunità Salernitana Onlus, Centro Culturale Bulgaro Italiano, Salerno in Moto.

Gli organizzatori ringraziano il Commissario Straordinario del "Ruggi d'Aragona", Dott. Vincenzo D’Amato, il Primario di Pediatria, Dott. Rosario Pacifico, l’addetto stampa, Dott.ssa Cinzia Ugatti, e il Dirigente medico Dott. Antonio Della Vecchia.

foto @Irno24

Leggi tutto

Redazione Irno24 16/11/2020

Comune di Salerno, fino al 3 Dicembre uffici in presenza solo per attività indifferibili

Alla luce dell'emergenza sanitaria in atto, a far data dal 16 Novembre e sino al 3 Dicembre - rende noto il Comune di Salerno - la presenza fisica negli uffici è ammessa esclusivamente per gestire attività indifferibili, anche collegate alla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Conseguentemente, per gli uffici comunali che non gestiscono attività indifferibili il personale non in presenza presterà la propria attività lavorativa in modalità agile.

Sarà cura dei dirigenti impartire le disposizioni idonee affinchè lo svolgimento delle attività lavorative indifferibili avvenga in sicurezza, nel rispetto del distanziamento interpersonale dei lavoratori di almeno un metro, anche delle postazioni lavorative nel medesimo ambiente e negli spazi comuni, limitando all’indispensabile gli spostamenti all’interno degli uffici.

Compito dei dirigenti, inoltre, assicurare la ventilazione periodica degli ambienti, autorizzare la flessibità in orario di ingresso e in uscita, se necessario, per evitare assembramenti agli orologi marcatempo, ed imporre l’obbligo di utilizzo delle mascherine durante le ore di servizio in presenza.

Leggi tutto

Redazione Irno24 23/04/2020

Cabina di regia Covid-19, i settori che riprendono all'inizio della fase 2

Si è concluso in tarda serata il terzo incontro tra Governo e rappresentanti degli Enti Locali (Regioni, Province e Comuni) alla presenza del Premier Conte, i ministri Boccia e Speranza ed il capo della task force nazionale Vittorio Colao, per la programmazione della fase 2 dell'emergenza sanitaria da Covid 19.

“L'Italia riparte con gradualità e cautela - dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese - e soprattutto sulla base di parametri che terranno conto, regione per regione, dell'indice di contagio R0. Il 4 Maggio ripartono, quasi certamente, i cantieri pubblici e privati e tutte le attività commerciali connesse (fornitori). Parte l'industria e l'indotto dell'automotive e dunque anche le autorivendite e i produttori e commercianti di pezzi di ricambio.

Si inizia anche con il manifatturiero e il connesso commercio all'ingrosso. Riparte anche il settore della moda. Insomma segnali di ripresa con l'attuazione di tutti i protocolli di sicurezza. La fase 2 sarà monitorata continuamente e se dovessero peggiorare alcuni indicatori di tipo sanitario potranno essere imposte restrizioni opportune sia dal Governo che dai Presidenti di Regione. Nel frattempo in Campania si acconsente alla consegna a domicilio di cibo e all'apertura di cartolerie e librerie.

Come Presidente della Provincia di Salerno ho evidenziato la necessità di consentire la ripartenza del settore turistico anche in vista dell'arrivo della bella stagione. È fondamentale sostenere le attività turistiche soprattutto in una bellissima provincia come la nostra. Sarà il tema principale di discussione appena avviata la fase 2 e quindi dal 4 Maggio in poi. Siamo ancora in tempo per salvare buona parte della stagione turistica.

Ho evidenziato al tavolo istituzionale le difficoltà dei Comuni dal punto di vista economico e finanziario che ci impediranno di prestare anche i servizi essenziali. Oggi ancora 3.000 casi di contagio e più di 400 morti. Per cui è giusto andare avanti con gradualità, cautela e imponendo sicurezza sia ai cittadini che ai lavoratori”.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...