Salerno, un emozionante "Rigoletto" apre la stagione lirica 2022 del Verdi

Grande apprezzamento da parte del sindaco Vincenzo Napoli

foto di Massimo Pica

Redazione Irno24 07/05/2022 0

"Buonissima la prima. Debutto trionfale per la stagione lirica del Teatro Verdi di Salerno. Emozionante e travolgente la messa in scena de 'Il Rigoletto', diretto magistralmente dal nostro Daniel Oren. Eccellente tutto il cast. Il sostegno della Regione e la passione di tutti i protagonisti ci permettono una programmazione di altissima qualità, apprezzata dal pubblico e dai cultori.

E stasera alle ore 20.00 nella meravigliosa Chiesa di San Giorgio comincia 'Benedetta Primavera', il ciclo di concerti gratuiti offerti a concittadini e visitatori. Ci muove la passione". Lo scrive sui social il sindaco Napoli.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 24/03/2021

I Festival salernitani celebrano Dante con letture, spettacoli e incontri

Domani, giovedì 25 marzo, è la Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri. Il Comune di Salerno, con l'assessorato alla Cultura, ha aderito alle celebrazioni, organizzando l'evento "DantedìSalerno - I Festival e il Sommo Poeta".

I Festival salernitani celebrano il Sommo Poeta con letture, spettacoli e incontri. L'evento, che vede la partecipazione di numerose e importanti realtà culturali salernitane, è suddiviso in due parti, la prima a cura della redazione di cultura.comune.salerno.it, la seconda a cura del Limen Salerno Festival.

Dalle ore 19, in live streaming su: Salerno Cultura, Limen Salerno Festival (Facebook), salernocultura_comunedisalerno, limensalernofestival (Instagram), Salerno Cultura (YouTube).

IL PROGRAMMA COMPLETO

Leggi tutto

Redazione Irno24 02/07/2021

Salerno, il cartellone completo del "Barbuti Festival"

Tutto pronto per la XXXVI edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival”. Il cartellone di spettacoli che da oltre sette lustri va in scena nel palcoscenico sotto le stelle della piazza longobarda di Santa Maria dei Barbuti è organizzato dalla Bottega San Lazzaro con il patrocinio del Comune di Salerno.

Lo slogan dell’edizione 2021, che si svolgerà dal 27 luglio al 9 settembre, è “Ritornano le sere”, parafrasando un verso del poeta Alfonso Gatto che è invece declinato al futuro e che ora, finalmente, è diventato auspicio di una ripresa culturale e a aggregativa, un titolo che allude quindi alla voglia di ricominciare a fare teatro, all’aperto, in sicurezza.

Tanti i nomi in cartellone: dai Musicastoria che aprono la rassegna il 27 luglio con il loro concerto di suoni del nostro Sud, alla Bottega San Lazzaro che porta in scena Stefano Benni, da Gaia De Laurentis a Marco Falaguasta, da Ivan Falco a Barbara Foria. La rassegna, una delle più rappresentative di Salerno e tra le più longeve della Campania e del sud Italia, nel tempo ha ospitato oltre 1600 spettacoli, circa 5700 tra attori, cantanti, ballerini, cabarettisti, comici, marionettisti, danzatori, che si sono alternati in 35 edizioni sulle tavole del teatro.

Il Teatro dei Barbuti è stato ideato dal compianto Peppe Natella, al quale ora è intitolato l’omonimo premio e lo stesso slargo del teatro, per volontà dell’amministrazione comunale di Salerno, reca ora una targa in ceramica. La rassegna, già da diversi anni, continua con la direzione organizzativa della figlia Chiara: “Abbiamo dovuto ridurre i posti di un terzo, per garantire il giusto distanziamento, per questo è consigliabile acquistare il biglietto on line su www.postoriservato.it o in seconda istanza direttamente al botteghino.

Per noi si tratta di uno sforzo organizzativo ancora maggiore, ma era importante ricominciare, dare un segnale di ripresa e proseguire questa rassegna che fa parte veramente della storia di Salerno e della Campania, che non ha mai cambiato location e non si è mai fermata”.

IL CARTELLONE COMPLETO

Leggi tutto

Redazione Irno24 15/10/2021

Torna in presenza il festival "Linea d'Ombra", il programma completo

Con l'edizione 2021, dal 23 al 30 Ottobre, il festival cinematografico salernitano "Linea d'Ombra" torna in presenza con un programma ricchissimo di film, ospiti e iniziative per abbracciare nuovamente il tessuto culturale della città. "Domani" è il tema scelto per quest'anno.

"Sembra incarnare meglio il senso di qualcosa che non è ancora - affermano durante la presentazione il fondatore Giuseppe D’Antonio e il direttore artistico Boris Sollazzo - ma che ci indica anche dove dobbiamo posare lo sguardo una volta lasciateci alle spalle le macerie di un mondo segnato dalla tragedia della pandemia.

Da un lato Domani ci costringe a considerare dove siamo ancora, dall'altro indica una prospettiva verso cui muovere per conservare, certo, ma anche per cambiare, se possibile radicalmente. Domani sembra innescare il senso di una rottura con il passato, la voglia di un cambiamento necessario a seppellire un tempo e una storia, un mondo del quale si sono drammaticamente rivelate fragilità, ritardi, ineguaglianze, errori da sanare, se possibile.

Il giorno che verrà ci chiama a un impegno, appunto perché è prossimo e irreversibile, come tutti i cambiamenti che non solo il post-pandemia richiede. Domani sembra ci impegna tutti a uno sguardo più consapevole sul futuro che immancabilmente arriverà".

Qualche numero della kermesse, giunta alla 26a edizione: 5 i film del concorso Passaggi d’Europa, provenienti da altrettanti paesi; 18 i film selezionati per il concorso LineaDoc, provenienti da 15 nazioni; 27 i cortometraggi selezionati per il concorso CortEuropa, provenienti da 14 nazioni; 24 le opere scelte per il concorso VedoAnimato, provenienti da 13 nazioni; 19 i video in concorso per VedoVerticale, provenienti da 13 nazioni; 4 le giurie del festival.

PROGRAMMA COMPLETO E INFORMAZIONI

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...