Telemarketing selvaggio, subito più di 200mila iscrizioni al nuovo RPO

Prima dell'avvio di ogni campagna, gli operatori dovranno escludere i numeri di chi si è registrato

Redazione Irno24 01/08/2022 0

Sono 205.000 i cittadini che, alla data del 28 Luglio, si sono iscritti al nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni. Lo comunica il Ministero dello Sviluppo Economico, che ha reso noti i dati del primo giorno di operatività del servizio che rimane attivo 24 ore su 24.

In particolare, oltre 166.000 utenti hanno scelto la Piattaforma registrodelleopposizioni.it per l’iscrizione, 34.000 hanno utilizzato il numero verde 800.957.766 per le utenze fisse e lo 06.42986411 per i cellulari e i restanti lo hanno fatto via mail, inviando il modulo.

Con il nuovo registro pubblico delle opposizioni, esteso anche ai numeri di cellulare, vengono semplificate le procedure - già previste per il telefono fisso e l’indirizzo postale - per i cittadini che intendono tutelare la propria privacy da attività di telemarketing selvaggio.

Gli operatori che vorranno adoperare per attività di telemarketing i numeri telefonici e gli indirizzi postali saranno obbligati a consultare mensilmente il registro, e comunque prima dell’avvio di ogni campagna pubblicitaria dovranno aggiornare i dati, escludendo dalle loro liste i numeri e gli indirizzi postali dei cittadini che si sono registrati.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 17/04/2021

Arriva l'ufficialità del passaggio in arancione della Campania

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 16 aprile 2021, ha firmato due nuove Ordinanze che entreranno in vigore a partire da lunedì 19 aprile. Lo comunica il Ministero stesso sul proprio portale istituzionale, con un aggiornamento del 17 aprile.

La prima Ordinanza dispone il passaggio in zona arancione per la Regione Campania. La seconda Ordinanza rinnova fino al 30 aprile la permanenza in zona rossa per le Regioni Puglia e Valle d'Aosta. I provvedimenti fanno salve eventuali misure più restrittive già adottate sui territori.

Leggi tutto

Redazione Irno24 16/04/2021

Si attende ufficialità per Campania arancione, De Luca chiede rigore ai cittadini

Da Lunedì 19 Aprile la Campania tornerà in zona arancione. La "promozione", per la quale ovviamente si attende ancora l'ordinanza del Ministro Speranza (prevista in serata), è stata anticipata via social dal sindaco di Benevento, Mastella.

Si basa sostanzialmente sul monitoraggio settimanale dell'ISS, secondo cui la nostra regione ha una valutazione di impatto "bassa" e classificazione di rischio "bassa, ad alta probabilità di progressione". Nel commentare il cambio di colore, il Governatore De Luca ha chiesto ai concittadini "rigore e senso di responsabilità, altrimenti si tornerà indietro".

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/08/2021

Osservatorio sul precariato, pubblicati i dati di Maggio 2021

Le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati nei primi cinque mesi del 2021 - riporta una nota Inps - sono state 2.412.000, in netto aumento rispetto allo stesso periodo del 2020 (+17%). Questo risultato è dovuto alla combinazione tra la flessione registrata per i mesi di gennaio e febbraio 2021 (nel 2020 nei mesi corrispondenti non era ancora iniziato il periodo pandemico) e l’aumento a partire da marzo 2021 rispetto agli stessi mesi del 2020, con +18% a marzo, +216% ad aprile e +79% a maggio.

Questa dinamica caratterizza tutte le tipologie contrattuali. Particolarmente accentuato risulta il recupero, negli ultimi tre mesi, delle assunzioni stagionali e in somministrazione. Le trasformazioni da tempo determinato nei primi cinque mesi del 2021 sono risultate 176.000, in flessione rispetto allo stesso periodo del 2020 (-25%); nello stesso periodo le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (45.000) risultano essere aumentate del +18%.

Le cessazioni nel periodo gennaio-maggio 2021 sono state in complesso 1.795.000. La diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-12%) risulta particolarmente accentuata per i contratti stagionali (-30%) e i contratti a termine (-21%); per i contratti a tempo indeterminato nei mesi di gennaio e febbraio si registra una riduzione del 32%, mentre da marzo si ha una inversione con un incremento del 58% nel mese di maggio.

Nel periodo gennaio-maggio 2021, sono stati 11.549 i rapporti di lavoro (7.100 assunzioni e 4.449 trasformazioni a tempo indeterminato) che hanno usufruito dei benefici previsti dall’esonero triennale strutturale per le attivazioni di contratti a tempo indeterminato di giovani fino a 35 anni (legge n. 205/2017), valore in forte diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-66%). Tale riduzione è condizionata anche dall’istituzione dell’esonero per nuove assunzioni e trasformazioni a tempo indeterminato di giovani previsto dalla legge n. 178/2020 che, essendo in attesa dell’autorizzazione da parte della Commissione europea, non è ancora operativo e pertanto al momento non rilevabile.

La consistenza dei lavoratori impiegati con Contratti di Prestazione Occasionale (CPO) a maggio 2021 si attesta intorno alle 14.000 unità (in aumento del 48% rispetto allo stesso mese del 2020); l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 253 euro.

Per quanto attiene ai lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (LF), a maggio 2021 essi risultano circa 17.000, in flessione del 93% rispetto allo stesso mese del 2020, periodo in cui si era registrato un forte sviluppo dell’utilizzo del Libretto Famiglia da ricondurre all’introduzione del bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting previsto dal DL n. 18/2020 (decreto “Cura Italia”); l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 201 euro.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...