"Istruzioni" sul voto e minacce, due arresti alla Cooperativa San Matteo

Tutto è partito da un audio WhatsApp dal contenuto intimidatorio

Redazione Irno24 12/10/2021 0

ln data odierna, la Squadra Mobile di Salerno ha dato esecuzione ad un'ordinanza cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Salerno, su conforme richiesta della Procura, applicativa degli arresti domiciliari per una durata di 20 giorni nei confronti di Gianluca Izzo, amministratore di fatto della Cooperativa sociale “San Matteo”, e Umberto Coscia, lavoratore della predetta società, per il reato di cui all'art. 87 D.P.R. 570/1060.

La misura è stata disposta per garantire la possibilità di genuina acquisizione della prova a fronte del pericolo di inquinamento delle corrispondenti attività. In data 3.10.21, nella prima giornata di voto per le elezioni amministrative del Comune di Salerno, la Polizia Giudiziaria aveva appreso, dalla pagina-profilo facebook di alcuni consiglieri di minoranza, che era stato pubblicato e commentato un “messaggio audio” dal contenuto intimidatorio in relazione al suffragio in corso di svolgimento.

Dai commenti ai vari post risultava che probabilmente il messaggio era stato diffuso a mezzo WhatsApp o altro social media e destinato ad un gruppo chat composto dai lavoratori di un Ente legato all'Amministrazione Comunale che aveva "espresso una candidata nelle liste collegate al Sindaco Napoli". Dall'ascolto dell'audio, trasmesso formalmente alla Procura, risultava che una voce maschile richiamava tutti i destinatari a rispettare indicazioni di voto evidentemente in precedenza impartite, utilizzando frasi del chiaro contenuto minatorio.

Secondo quanto ritenuto nel provvedimento cautelare, all'esito parziale delle attività investigative, l'audio era stato inoltrato in un gruppo WhatsApp (di cui facevano parte i dipendenti della cooperativa San Matteo) da Coscia e confezionato da Izzo, mandante anche di una seconda comunicazione, sempre per il tramite di WhatApp, del medesimo tenore intimidatorio.

Nel corso delle perquisizioni domiciliari finora eseguite, nei confronti di Coscia e di un altro lavoratore della Cooperativa, è stato sequestrato un elenco manoscritto, con nomi di votanti una candidata legata da rapporto di coniugio con Izzo Gianluca. E' stato altresì rivenuto ed esaminato un cellulare al cui interno si riscontrava la presenza di una chat dell'applicativo WhatsApp, denominata Coop Fatebene Fratelli, su cui erano stato inoltrati i messaggi audio.

NOTA STAMPA PROCURA DI SALERNO

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 29/04/2020

Commercianti consegnano al Sindaco di Salerno le chiavi dei negozi, al vaglio azioni di sostegno

"Questa mattina a Palazzo di Città, insieme all’assessore al Commercio Dario Loffredo - scrive il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli - abbiamo incontrato alcuni commercianti salernitani che idealmente mi hanno consegnato le chiavi dei propri esercizi per sottolineare quanto questa emergenza li stia penalizzando economicamente.

Vicinanza e sostegno da parte mia e dell'Amministrazione comunale. Auspico una ripartenza quanto più celere nel rispetto sempre della salute di tutti e delle norme di distanziamento sociale messe in atto per contrastare questa pandemia.

Con l'assessore Loffredo e la giunta stiamo verificando tutte le provvidenze dell'organo preposto per mettere in campo azioni che possano dare sollievo al comparto. In occasione di questo incontro, ho esortato ancora una volta la cittadinanza a non commettere passi falsi e a rispettare le regole perché tutti insieme possiamo farcela".

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/04/2022

Salerno, CC e Finanza sequestrano al porto 157 kg di cocaina

Nell'ambito di specifici controlli straordinari del territorio, in particolare del porto commerciale di Salerno, Carabinieri e Finanzieri dei Comandi Provinciali, con l'ausilio dell'Agenzia delle Dogane, hanno sequestrato 157 kg di cocaina, occultati all'interno di due container provenienti dall'estero.

La droga, mescolata con sostanze da taglio e venduta al dettaglio avrebbe fruttato circa 70 milioni di euro alle organizzazioni criminali. Sono in corso indagini dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia, al fine di identificare i responsabili e mettere in piena luce i canali di approvvigionamento dello stupefacente e il conseguente smistamento nel mercato clandestino.

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/07/2021

Salerno, dal 2 Agosto i lavori della facciata di Palazzo San Massimo

"Inizieranno lunedì i lavori della facciata di Palazzo San Massimo, affidati alla ditta Salvatore Ronga srl, operante nel settore del restauro edilizio dagli inizi degli anni ’40. Approfittando degli sgravi fiscali del bonus facciate, l'immobile del centro storico alto ritroverà l'antico prestigio e splendore.

Si tratta di uno degli edifici simbolo della nostra città, culla di una storia che si perde nel tempo. Grazie ad una collaborazione tra pubblico e privato, questo progetto vedrà finalmente la luce. Quattro condòmini del palazzo (Alfredo Apicella, Francesco Criscuolo, Maria D'Acunto, Vincenzo Ragone) si sono fatti carico dei costi, ricevendo, al contempo, le agevolazioni previste.

Un ringraziamento particolare va a loro, a Luca Sorrentino, Presidente commissione Urbanistica del Comune di Salerno, che ha fatto da collante con l'Amministrazione, ai progettisti (arch. Gianluca Petrocelli e ing. Germano Ricciardi) e alla dirigente Ufficio Patrimonio del Comune di Salerno, Annalisa Del Pozzo". E' quanto si legge sul profilo social ufficiale del Sindaco Napoli.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...