Adesivi "materiale non conforme", parte nuova iniziativa di Salerno Pulita

Si punta a sensibilizzare gli utenti sulla necessità di differenziare correttamente

Redazione Irno24 25/06/2022 0

Ha preso il via dai quartieri Italia ed Europa la nuova iniziativa di sensibilizzazione di Salerno Pulita. Oggi si raccoglieva l’organico, che famiglie e utenze commerciali hanno conferito ieri sera, e sulle buste che contenevano altri tipi di rifiuti è stato apposto un adesivo con la scritta “materiale non conforme”.

Queste buste, infatti, non possono essere raccolte dagli operatori di Salerno Pulita perché inficerebbero la qualità dell’organico, che viene poi portato all’impianto di compostaggio per essere trasformato in ammendante per l’agricoltura. E’ facile da comprendere che non si possono concimare i campi con la plastica, l’alluminio, il vetro o i pannolini che, pertanto, vanno rimossi e ciò comporta un aumento dei costi.

“Gli utenti devono capire – spiega Vincenzo Bennet, amministratore unico di Salerno Pulita – che ogni giorno viene raccolta una frazione diversa di rifiuti e che non è possibile mischiarle, altrimenti si compromette la qualità dei materiali da avviare al riciclo”.

Con l’adesivo “materiale non conforme” si comunica agli utenti di quel condominio o di quell’attività commerciale, ma anche ai passanti, che quella busta di rifiuti non è stata raccolta perché non poteva essere presa e che, dunque, bisogna prestare più attenzione a separare bene i rifiuti in casa o nelle attività commerciali, a rispettare i giorni di stabiliti per ciascuna frazione, le modalità di conferimento (no sacchi neri ma trasparenti) e a non depositare a terra né l’organico e né il non differenziabile, che invece vanno nei bidoni carrellati o nei mastelli.

Queste regole minime vanno rispettate anche perché, come riportato sull’adesivo, tali comportamenti errati sono sanzionabili, così come previsto dall’ordinanza sindacale del 24 maggio scorso.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 22/02/2022

Rifiuti da Tunisia in Campania, Legambiente: "Vicenda triste e piena di ombre"

"Siamo davanti ad una vicenda triste e piena di ombre, che puzza più dei rifiuti stessi di malaffare. Con il ritorno dei containers in Campania, si scrive l'ennesima pagina del capitolo sul ciclo dei rifiuti da sempre in emergenza, che più che ciclo diventa, ogni giorno, un labirinto oscuro. Dietro quei rifiuti provenienti dalla Tunisia si nascondono disattenzioni, opacità e responsabilità di chi doveva controllare.

Controlli che non possono e non devono mancare nell'analizzare quei rifiuti presenti nei containers. Non vorremmo trovarci davanti a sorprese i cui effetti, o meglio i danni, presentano il conto successivamente. Chiediamo al Governo Regionale un impegno concreto nel rispettare i tempi nelle operazioni necessarie alla caratterizzazione, allo smaltimento e trasferimento di quei rifiuti: basta con il 'tempo indeterminato' che tanti danni ha fatto finora.

Basta con la politica del rattoppo. Sono tanti, troppi, i territori nella nostra regione che 'hanno già dato' in materia di rifiuti, tra depositi di ecoballe che ancora sono in giro e riaperture straordinarie di discariche per affrontare le emergenze. Territori che sono in attesa di una efficace bonifica". E' quanto si legge in una nota congiunta di Stefano Ciafani e Mariateresa Imparato, rispettivamente presidente nazionale e presidente regionale di Legambiente.

Leggi tutto

Redazione Irno24 27/05/2020

Legambiente: "Multe per chi getta a terra mascherine e guanti"

Sono sempre di più le immagini nelle nostre città “decorate” di mascherine e guanti gettati a terra o lasciati nelle aree verdi da cittadini “incivili”, poco rispettosi degli spazi e degli ambienti comuni. Legambiente scende in campo e scrive all’ANCI e ai sindaci campani per chiedere l'attuazione di campagne di informazione mirate al corretto conferimento di tali dispositivi di protezione e una più capillare diffusione di contenitori per la raccolta di tali rifiuti, agendo soprattutto in quei luoghi in cui si riscontra maggiormente il loro abbandono, quali le aree d’ingresso e d’uscita dei supermercati e degli ospedali e chiede di emanare ordinanze che prevedano multe a chi getta a terra mascherine e guanti.

I numeri non sono confortanti: in Campania sono 11.097.699 le mascherine e guanti distribuiti dalla Protezione civile dai primi di marzo ad oggi, oltre 110 mila al giorno. Se si prendono in considerazione le sole mascherine distribuite fino ad oggi, considerando un peso medio di circa 11 grammi per mascherine, sono stati distribuiti oltre 106 tonnellate di materiali con una media giornaliera di 1,1 tonnellate, destinati però, dopo il loro utilizzo a diventare rifiuti.

"E’ importante - commenta Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania - imparare a convivere con i nuovi dispositivi di protezione individuale ma è necessario anche imparare a non gettarli dove capita, come spesso succede nelle nostre città. E’ fondamentale che il cittadino diventi altruista nel portare la mascherina, meglio se riutilizzabile, ma anche responsabile nel gettarle nell’indifferenziato in sacchetti resistenti. Ma un ruolo fondamentale spetta agli amministratori che devono predisporre campagne di sensibilizzazione sulle corrette modalità di conferimento dei materiali sanitari e al tempo stesso emanare ordinanze che prevedono multe per chi getta a terra mascherine e guanti".

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/05/2022

Salerno Pulita e Anas rimuovono i sacchetti di rifiuti dagli svincoli della Tangenziale

"Questa mattina, in collaborazione con i tecnici dell'Anas, abbiamo effettuato un nuovo intervento di pulizia nei pressi delle uscite e degli svincoli della Tangenziale di Salerno. Il fenomeno del lancio del sacchetto dalla vettura in movimento esiste ancora e trasforma i lati dell'arteria stradale in vere e proprie discariche a cielo aperto.

C'è bisogno di un forte richiamo alle regole della vita civile ma, forse, anche di qualche sanzione in piu' nei confronti di chi se ne infischia di tutto e di tutti". Lo scrive Salerno Pulita sui social.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...