De Luca: "Senza sintomi 133 positivi su 138, pochissimi ricoveri"

Il Governatore rinnova l'appello a segnalarsi se si rientra da fuori regione

Redazione Irno24 23/08/2020 0

"Il dato dei 138 positivi conferma l'importanza e l'efficacia della decisione presa dalla Campania, prima regione in Italia, di fare controlli obbligatori a chi rientra da fuori regione. A questo numero rilevante corrispondono, tuttavia, pochissimi ricoveri ospedalieri". E' quanto afferma il Governatore De Luca.

"La ragione di questo apparente paradosso - come spiegano i dirigenti del Cotugno - sta nel fatto che i positivi individuati sono in larghissima maggioranza ragazzi o giovani asintomatici, 133 sono risultati senza sintomi. Dobbiamo dunque continuare con assoluto rigore in questo lavoro di ricerca e isolamento dei positivi, finchè non si esaurirà l'onda dei rientri, anche se questo comporta un enorme lavoro aggiuntivo - con rientri anticipati del personale - a carico del nostro sistema sanitario.

Immaginiamo quello che sarebbe successo, in termini di diffusione del contagio, se decine di giovani del tutto privi di sintomi avessero potuto rientrare liberamente e circolare senza controllo sul nostro territorio. Rinnovo l'appello alla responsabilità massima e a segnalarsi alle Asl in caso di rientro da fuori regione. Rinnovo l'appello al Ministero della Salute perché si avvii ad horas un programma nazionale di screening prima che i nostri concittadini rientrino dalla Sardegna".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 25/09/2020

De Luca: "Pronto a chiudere tutto se la curva dei contagi sale ancora"

Primo appuntamento in streaming post rielezione per il Governatore De Luca. Un punto della situazione, rispetto ad altri recenti, indubbiamente più delicato perchè la curva dei contagi da Covid in Campania non accenna a declinare. "Siamo in una fase delicata - dice De Luca - se non avremo dati tranquillizzanti fermeremo movida e luoghi di ritrovo; ci troviamo in piena epidemia, se la curva continua a salire chiuderemo tutto". Nell'ottica di una politica di rigore, il Presidente della Regione ha ribadito la necessità di comportamenti corretti, alla luce anche della recente ordinanza che impone nuovamente le mascherine all'aperto. "Dobbiamo fare un grande sforzo, essere responsabili per evitare ripercussioni sulle nostre famiglie e sull'economia".

Leggi tutto

Redazione Irno24 11/11/2020

La Campania torna a superare i 3mila casi Covid, i decessi sono 34

L'unità di crisi regionale ha diffuso, come avviene quotidianamente da diversi mesi, il bollettino relativo ai contagi da Covid in Campania. Il bollettino riguarda l'11 Novembre ma il riscontro temporale, è sempre importante ricordarlo, fa riferimento alle ore 23:59 del giorno precedente (in questo caso 10 Novembre).

Positivi del giorno: 3166 (ieri 2716)

Tamponi del giorno: 18446 (ieri 14290)

Deceduti del giorno: 34

Guariti del giorno: 690

Posti letto di terapia intensiva occupati: 181

Posti letto di degenza occupati: 2077

Leggi tutto

Redazione Irno24 16/02/2021

Isolata nuova variante del Covid grazie a ricerca finanziata da Regione

Prosegue l'impegno della Regione Campania finalizzato all'alta ricerca scientifica sul Coronavirus. L'Istituto Pascale e l'Università Federico II, grazie ai fondi stanziati dalla Regione e che stanno portando a risultati di assoluto valore scientifico grazie alle eccellenze della Campania nel campo della ricerca medica, hanno individuato un'altra variante del Covid-19, mai individuata prima in Italia.

"Si tratta - ha dichiarato il Presidente Vincenzo De Luca - di una scoperta di straordinario valore scientifico, un risultato tempestivo e utilissimo, che conferma l'importanza di aver finanziato questi studi, la necessità dell'adozione di misure straordinarie nazionali da parte del Governo per non vanificare il programma di vaccinazioni che è pienamente in corso, e che rende ancor di più indispensabili le forniture dei vaccini necessari per fronteggiare l'epidemia".

Un professionista di ritorno da un viaggio in Africa, dopo il tampone, è risultato positivo al Covid. Grazie alla collaborazione tra i laboratori della Federico II e del Pascale, Giuseppe Portella della Federico II individua il caso altamente sospetto e in tempi rapidissimi l'equipe di Nicola Normanno del Pascale ha scoperto una variante Covid mai descritta sinora in Italia.

"La sequenza del campione giunta a noi dal Policlinico Federiciano - spiega il ricercatore - ci ha subito insospettiti perché non presentava analogie con altri campioni provenienti dalla nostra regione. Dopo un confronto con il gruppo del Reparto Zoonosi Emergenti dell’Istituto Superiore di Sanità abbiamo avuto la conferma che si tratta di una variante descritta finora in un centinaio di casi in alcuni paesi europei ed africani, ma anche negli Stati Uniti. Abbiamo immediatamente depositato la sequenza nel database internazionale GISAID ed avvertito le autorità sanitarie".

Sono infatti immediatamente partite tutte le procedure previste, a cominciare dal tracciamento dei contatti. Di questa variante al momento non si conoscono il potere di infezione, né altre sue caratteristiche come accade per molte varianti rare del virus. Si chiama B.1.525, e finora ne sono stati individuati soltanto 32 casi in Gran Bretagna, e pochi casi anche in Nigeria, Danimarca e Stati Uniti. Mai finora in Italia.

La nuova mutazione è simile alla variante inglese, B117, e contiene una serie di mutazioni che destano allarme tra gli esperti, compresa la mutazione E484K sulla proteina Spike, che si trova all'esterno del virus e che gioca un ruolo importante per l’ingresso del virus nelle cellule. Questa mutazione è stata anche trovata nelle varianti sudafricane e brasiliane. Sono allo studio eventuali risposte negative all'azione anticorpale dei vaccini.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...