Filomena Lamberti all’Istituto "Hack" di Baronissi

Sfregiata dal marito, ha subìto decine di interventi di ricostruzione facciale

Redazione Irno24 14/02/2020 0

"Il rispetto chiude la porta alla violenza". Nel giorno di San Valentino, la testimonianza a cuore aperto di Filomena Lamberti agli studenti dell’ISS "Margherita Hack" di Baronissi è un inno al vero amore, quello che non si lascia intimidire dalla violenza.

Nel corso dell'incontro, promosso in collaborazione con il Centro Antiviolenza Linearosa Spaziodonna di Salerno, Filomena Lamberti ha raccontato la sua storia di violenza con l'ex marito, il dramma dell’acido, la lotta per rimanere in vita, le ricostruzioni facciali. Una storia di dolore, ma anche di grande coraggio e forza.

E un messaggio ai ragazzi: "Un'altra vita" (che è anche il titolo del suo libro) è sempre possibile.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 19/05/2021

Scarica frigorifero in strada, lo incastrano le telecamere: multato uomo a Baronissi

Identificato con le telecamere di videosorveglianza un cittadino che ha scaricato, in via Ariosto, un vecchio frigorifero. L'uomo è giunto sul posto in auto e ha abbandonato il vecchio elettrodomestico in strada. È stato sanzionato dalla Polizia Municipale. Lo rende noto il Comune di Baronissi. "La città civile è veramente tale se tutti siamo civili", scrive il sindaco Valiante.

Leggi tutto

Redazione Irno24 28/09/2020

Alberi caduti e ruscellamenti a Baronissi ma la "macchina" dell'emergenza ha funzionato

La città di Baronissi, come gran parte della provincia di Salerno, è stata interessata nei giorni scorsi da forte maltempo, con raffiche di vento e violenti piogge che hanno causato non lievi danni e notevole apprensione nella cittadinanza. La furia del vento ha abbattuto diverse alberature anche di alto fusto, in centro città come in periferia. Un albero, colpito da un fulmine, si è spezzato all’interno del cortile dell'edificio scolastico “Volpe” ad Orignano e tre alberi sono stati abbattuti nel cortile della scuola media “Villari”.

La strada maggiormente colpita è la centrale via Aldo Moro dove si sono abbattute al suolo 4 grosse piante. Per fortuna non ci sono stati danni a persone o cose. I tecnici comunali hanno disposto l’abbattimento di altri alberi ritenuti pericolanti. La stessa via Aldo Moro è stata chiusa al traffico veicolare e ai pedoni in via prudenziale.

L’amministrazione comunale, in considerazione del consistente numero di piante crollate o pericolanti, ha ordinato una verifica tecnico-scientifica delle alberature nella zona interessata al fine di avere un quadro generale della situazione che consenta di conoscere esattamente lo stato di salute di tali piante, tutte di grosso fusto.

Criticità anche a causa del ruscellamento delle acque in piazza Mercato, con detriti e fango uniti alla cenere provenienti dal versante collinare interessato nelle scorse settimane da incendi dolosi; materiale fangoso si è creato alle frazioni Caprecano e Fusara. Ruscellamenti significativi si sono verificati in via Dei Prigionieri verso valle. Le forti piogge che si sono più volte concentrate in “bombe d’acqua” sono state smaltite dalle caditoie regolarmente funzionanti. Ha funzionato bene la macchina comunale e della Protezione Civile.

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/02/2021

Baronissi, nessun rischio per monumento "Diamante" dopo smottamento

È stato sistemato con ricarico di terreno vegetale il lieve smottamento verificatosi per il maltempo, nei giorni scorsi, alla base della scultura “Lucy in the Sky Diamonds”. Lo rende noto il Comune di Baronissi. L’esito delle verifiche tecniche eseguite ha escluso ogni pericolo per la stabilità della scultura.

I tecnici comunali hanno effettuato nei giorni scorsi un sopralluogo di verifica al fine di accertare eventuali anomalie dovute a smottamenti o risucchi di terreno ad opera delle acque meteo superficiali ruscellanti. Dall'esame dell'area circostante non si rivela alcuna anomalia, pertanto l'avvallamento non è altro che un assestamento del terreno circostante alla struttura posto all'epoca della realizzazione dello svincolo per livellare l'area.

In conclusione, in considerazione dei pali di fondazione che sono affondati nel terreno per dieci metri dal piano di campagna e della tipologia di carico a cui sottoposta l'aria, si esclude ogni pericolo riguardante la staticità dell'opera.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...