Forze dell'Ordine controllano Movida a Salerno, nessuna intemperanza

Monitorate in particolare le zone del centro storico e del lungomare

Redazione Irno24 21/06/2020 0

Nell’ambito dei controlli alle persone ed ai locali pubblici in base alle indicazioni emerse nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, gli operatori delle Forze dell’Ordine ed i militari dell’Esercito Italiano hanno intensificato la vigilanza a Salerno - in particolare nella Movida - al fine di prevenire ogni forma di illegalità, anche nel rispetto delle norme nazionali e regionali per evitare la diffusione del Covid-19.

Sono state monitorate in particolare le zone del centro storico e del lungomare dove maggiore è la concentrazione di giovani che frequentano i tanti bar e pub. In particolare, sono stati controllati in centro città 147 persone e 43 veicoli, con l’elevazione 2 verbali. Grande attenzione è stata rivolta anche alla regolarità della vendita di bevande alcoliche, nel rispetto delle modalità e dei limiti orari di somministrazione, con l’effettuazione di controlli amministrativi presso 13 locali bar e pub del centro, anche al fine di prevenire eventuali assembramenti nonché ogni forma di abuso o intemperanza.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 09/06/2021

Nuova targa per "don Alfonso", uno dei promotori del Porticciolo di Pastena

Domani, giovedì 10 giugno, alle ore 9.30, al Porticciolo di Pastena, il sindaco di Salerno ricorderà Alfonso Longo. Uomo di mare, appassionato di nautica, pesca, motori marini e sci nautico, Longo fu uno dei promotore della nascita del porticciolo e una figura di riferimento per la vita quotidiana del piccolo approdo della zona orientale di Salerno. Per l’occasione, alla presenza dei suoi familiari, verrà sostituita la targa già presente, ormai sbiadita dalla salsedine.

Scomparso il 5 dicembre 2006, dopo una malattia che nonostante la gravità non era riuscita a tenerlo lontano dal mare se non negli ultimissimi mesi della sua vita, “don Alfonso”, come tutti lo chiamavano, credeva fortemente nella nautica sociale e aveva fatto del suo “quartier generale” una sorta di spazio di riferimento per decine e decine di giovani che, grazie a lui, si erano avvicinati al mare, alla pesca e soprattutto allo sci nautico.

Collaudatore di numerose imbarcazioni da velocità, costruite dall’ingegnere Nino Petrone, don Alfonso ne utilizzava soprattutto una, un prototipo dello Strale rosso da competizione, con 120 cavalli, che Petrone gli aveva lasciato in dotazione a Pastena grazie alla quale avviava gratuitamente allo sci nautico molti giovani salernitani.

Quegli stessi ragazzi di un tempo che, alla sua scomparsa, hanno raccolto centinaia di firme per chiedere all’amministrazione comunale un segno tangibile da lasciare al porticciolo ad imperitura memoria di un vero lupo di mare. Proprio quella targa domani verrà sostituita in ricordo di un uomo mai dimenticato dalla sua comunità.

Leggi tutto

Redazione Irno24 13/09/2021

De Luca e il nuovo ospedale di Salerno: "Sarà il secondo della Campania"

"Oggi, con il Presidente De Luca e l’impegno della Regione, abbiamo presentato il progetto del nuovo Ospedale di Salerno. Un’opera unica che migliorerà il servizio ai pazienti, la didattica della Facoltà di Medicina e la vivibilità della città con un grande piano di rigenerazione urbanistica. Ha una valenza economica ed occupazionale". Questo il commento del Sindaco Napoli.

"Una sanità sempre più moderna e vicina ai bisogni dei cittadini campani", sottolinea De Luca. "Si tratta del più vasto investimento mai realizzato a livello regionale nella rete ospedaliera; quello di Salerno sarà il secondo ospedale della Campania, con un polo spinale unico in regione".

Leggi tutto

Redazione Irno24 20/05/2021

Salerno, autista minacciato con coltello per fermata "extra" negata: denunciato 29enne

Nella giornata di ieri, a Salerno, si è verificato un nuovo caso di aggressione ai danni di un conducenti di mezzi pubblici. Questa volta, la vittima è un autista di BusItalia, minacciato da un passeggero armato di coltello per avergli negato la fermata “fuori programma” richiesta. L’episodio ha avuto luogo sull’autobus 12, lungo la tratta “Sant’Eustachio - Piazza San Francesco”.

All’altezza di via Allende, l’uomo si è avvicinato al conducente, esigendo di fermarsi davanti all’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate. Ricevuto un netto rifiuto, il 29enne ha estratto un coltello, puntandolo dritto contro l’autista. Il gesto improvviso ha scatenato il panico tra le persone a bordo, tra le quali pure alcuni bambini.

Nel frattempo, incurante del veicolo in movimento, ha forzato le porte del mezzo e si è allontanato in maniera indisturbata. Non aveva considerato, però, che si trovava giusto di fronte ad una Caserma della Guardia di Finanza. Raccolta la denuncia del conducente aggredito, una pattuglia di Baschi Verdi, grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza, alle indicazioni di alcuni passeggeri ed ai riscontri con le banche dati, ha poco dopo identificato e fermato il presunto responsabile.

Già noto alle Forze dell’ordine per diversi precedenti, si è giustificato spiegando che voleva solo raggiungere più comodamente l’ufficio finanziario, per sbrigare le sue faccende personali. Denunciato a piede libero per i reati di “violenza o minaccia a un pubblico ufficiale”, con l’aggravante dell’uso delle armi, e di “interruzione di un pubblico servizio”, rischia adesso fino a 5 anni di reclusione.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...