La parrucca non inganna gli agenti, latitante salernitano catturato a Ventimiglia

L'uomo deve scontare un residuo di pena di oltre 9 anni

Redazione Irno24 27/07/2020 0

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato Vincenzo Faggioli, salernitano classe 1959, ex collaboratore di giustizia, latitante per i reati di associazione di tipo mafioso, estorsione e porto di armi in luogo pubblico. L’uomo è stato tratto in arresto, a seguito delle articolate indagini condotte dalla squadra mobile di Salerno e Vercelli, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno, nella mattinata del 25 luglio presso la stazione di Ventimiglia (IM).

Faggioli deve scontare un residuo di pena di oltre 9 anni. Ha raggiunto l’apice del suo excursus criminale all’inizio degli anni 2000 quando, a seguito di gravi fatti di sangue e alla conseguente scissione all’interno del gruppo Panella-D'Agostino, si venne a creare una nuova consorteria criminale con a capo lo stesso Faggioli e Angelo Ubbidiente. L’attività illecita del nuovo gruppo riguardava il controllo del gioco di azzardo e della distribuzione delle “slot-machines”, essenzialmente la loro imposizione agli esercizi commerciali.

Nel corso degli anni, Faggioli è stato destinatario di svariati provvedimenti restrittivi e/o cautelari fin quando è divenuto collaboratore di giustizia. Dal 1° luglio 2019 risiedeva in provincia di Vercelli, dove viveva in regime di detenzione domiciliare con permesso di assentarsi; tuttavia, nei giorni successivi, l'uomo si allontanava arbitrariamente dal domicilio facendo perdere le proprie tracce e divenendo di fatto latitante.

Venivano avviate immediatamente le indagini congiunte da parte della squadra mobile di Salerno e Vercelli e con l’acquisizione dei tabulati si riuscivano a ricostruire i movimenti dell’indagato, dai quali si evinceva la sua permeanza in territorio francese, più precisamente nella zona di Antibes, nelle località di Place Vilmorin e Juan Les Pins. In data 9 luglio la Direzione Distrettuale Antimafia emetteva Mandato di Arresto Europeo a carico di Faggioli.

Le attività tecniche d’indagine permettevano di individuare i luoghi ed i contatti con i parenti ed i soggetti a lui vicini. In data 24 luglio s'intuiva che Faggioli il giorno successivo sarebbe rientrato in territorio italiano attraverso la frontiera di Ventimiglia: sceso dal convoglio proveniente da Cannes, l'uomo veniva immediatamente bloccato senza che potesse opporre resistenza ancorché avesse tentato di eludere i controlli indossando una parrucca. E' stato associato al carcere di Sanremo (IM).

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 12/03/2020

Anffas Campania: "Aiutiamo le persone con disabilità intellettiva e le loro famiglie"

L’emergenza Coronavirus mette a rischio l’assistenza delle persone con disabilità intellettiva e le loro famiglie e la salute dei lavoratori che, all’interno delle strutture di riabilitazione, sono fortemente esposti ad eventuali contagi in contrapposizione con le linee restrittive indicate dal Decreto #IoRestoaCasa.

È questo l’allarme lanciato dal Coordinatore Regionale Anffas Campania, Salvatore Parisi, in relazione all’adozione delle misure di sicurezza sanitaria messe in atto per fermare la diffusione dell’epidemia che sta colpendo la salute delle persone, le attività delle imprese e i servizi di tutta Italia.

"Nella mia qualità di Coordinatore Regionale di Anffas, mi appello al nostro Governatore affinché prenda ad horas un provvedimento a tutela di tutti decretando misure drastiche e di salvaguardia da estendere a tutte le strutture che erogano servizi diurni e prestazioni ambulatoriali e domiciliari, oltre che la sospensione di qualsiasi attività all’interno dei nostri centri al fine di ridurre al minimo il rischio di diffusione del contagio.

Nei giorni scorsi, abbiamo più volte denunciato e segnalato quanto le nostre strutture rappresentino un pericolosissimo focolaio di contagio per i lavoratori e per le, ormai, pochissime persone con disabilità che lo frequentano. È un momento difficile nel quale è necessario restare uniti seguendo le regole anti epidemia che sono state stabilite a livello nazionale e, al tempo stesso, garantire un concreto aiuto alle persone con disabilità e alle relative strutture che rappresentano una parte fondamentale dell’economia di questo Paese".

Un appello accorato alle Istituzioni ma anche a tutti i cittadini per non lasciare sole le persone più fragili in queste ore di emergenza imposte dal Coronavirus e su cui incombe anche un altro grave pericolo: l’isolamento.

Leggi tutto

Redazione Irno24 09/10/2020

Salerno, bollette TARI in consegna entro il 20 Ottobre: tutte le indicazioni

È in corso il recapito a Salerno delle bollette TARI 2020 per le utenze domestiche; in considerazione delle vigenti norme anti-Covid si rende necessario invitare i contribuenti a non recarsi presso gli Uffici Tributi senza aver tenuto conto delle seguenti indicazioni:

1. Procedere al confronto della bolletta ricevuta per il 2020 con quella ricevuta per il 2019, tenendo presente che le tariffe 2020 hanno subito una leggerissima diminuzione. Pertanto, nel caso di una situazione invariata alla data del 1/1/2020 rispetto alla data del 1/1/2019, la somma dovuta per il 2020 risulterà leggermente inferiore a quella pagata per il 2019.

2. Tener presente che la distribuzione delle bollette ha avuto inizio i primi giorni di ottobre 2020 e terminerà presumibilmente il 20 ottobre 2020; 3. Se il contribuente non riceve l’avviso entro la data del 20 ottobre 2020 potrà: a) calcolare autonomamente la tassa da versare e stampare l’F24 utilizzando il simulatore di calcolo presente sulla pagina web del Comune di Salerno – Settore Tributi – Aree Tematiche – Tributi - TARI; b) richiedere - esclusivamente dopo la data del 20 ottobre - l’invio della bolletta a Sinergia s.u.r.l. attraverso le seguenti modalità: all’indirizzo mail: tributi@sinergia.sa.it; al fax al nr. 089/756030; presso gli uffici di Sinergia s.u.r.l. ubicati in Salerno alla via Stefano Passaro, 1 previo appuntamento telefonico da richiedersi ai nr. 089/727605-089/727525;

4. Se l’avviso di pagamento non rispecchia la reale situazione del contribuente, lo stesso potrà calcolare autonomamente la tassa da versare utilizzando il simulatore di calcolo presente sulla pagina web del Comune di Salerno – Settore Tributi – Aree Tematiche – Tributi - TARI; 5. Il contribuente potrà inviare istanze e documentazione al seguente indirizzo di posta elettronica info.tari@comune.salerno.it, per segnalare eventuali irregolarità riscontrate oppure per chiedere chiarimenti; 6. Il contribuente che intende essere ricevuto dagli Uffici TARI del Settore Tributi dovrà telefonare ai seguenti numeri 089663673 - 089663676 - 3341088800, dalle ore 9:00 alle ore 12:30, dal lunedì al venerdì per fissare un appuntamento;

7. Coloro che si dovessero recare, comunque, in Ufficio, senza appuntamento, dovranno lasciare il proprio nominativo, recapito telefonico e/o indirizzo e-mail al quale saranno contattati per ricevere chiarimenti/delucidazioni, oppure per fissare un appuntamento. 8. Al fine di facilitare gli adempimenti relativi la propria posizione tributaria, il contribuente può presentare la denuncia di iscrizione/variazione/cessazione (scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Salerno – Settori Tributi - Ufficio Tari - Tari), con gli allegati richiesti nel modello stesso, al seguente indirizzo di posta elettronica info.tari@comune.salerno.it.

A decorrere dal 12.10.2020 gli uffici TARI del Settore Tributi riceveranno il pubblico esclusivamente per appuntamento nei seguenti giorni ed orari: Lunedì Mercoledì e Venerdì ore 9:00 – 12:00; Martedì e Giovedì -ore 9:00 – 12:00; ore 16:00 - 17:00.

Leggi tutto

Redazione Irno24 19/12/2020

Riunione da remoto del CPOSP, attività di controllo rafforzata durante le feste

Il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, ha convocato una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutasi stamane in videoconferenza, per “fare il punto” sulle misure appena introdotte dal Governo e perfezionare i dispositivi di controllo del territorio nel periodo natalizio, già definiti nei giorni scorsi.

Il decreto legge “Natale” (n. 172/2020), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 dicembre, prevede in sintesi, per l’intero territorio nazionale, l’istituzione di una zona “rossa” nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre, 1, 2, 3, 5, e 6 gennaio) e di una zona “arancione” nei giorni feriali non prefestivi (28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio). Dal 21 al 23 dicembre, invece, la Campania tornerà in zona “gialla”, non essendo stata prorogata l’ordinanza del Ministro della Salute che la classificava in “arancione”.

Nel corso dell’incontro - al quale hanno partecipato il Presidente della Provincia, Strianese, il Sindaco della Città di Salerno, Napoli, gli Assessori De Maio e Caramanno, il Direttore Generale dell’ASL Iervolino e i vertici provinciali delle Forze di Polizia - è stata condivisa l’esigenza di attuare il massimo sforzo possibile nelle attività di controllo e, allo stesso tempo, di prevedere moduli flessibili in ragione della “dinamicità” del nuovo decreto che, nell’arco delle prossime due settimane, prevede il continuo passaggio da una fascia di colore all’altra.

Saranno messi in campo operatori delle Forze di Polizia dedicati esclusivamente ai servizi “anti-Covid”, che saranno orientati, in particolare, alle verifiche di tipo amministrativo presso gli esercizi commerciali e ai controlli sul rispetto del divieto di assembramento e dell’uso dei dispositivi di protezione individuale da parte dei cittadini. L’attività di prevenzione e controllo sarà ulteriormente rafforzata nelle giornate dal 20 al 23 dicembre, in cui, essendovi limitazioni alla mobilità meno stringenti, con l’apertura degli esercizi commerciali e delle attività di ristorazione, potrebbero registrarsi significative presenze di persone, soprattutto nel Capoluogo e nei centri urbani di maggiori dimensioni.

Nei giorni individuati come zona “rossa” saranno invece utilizzati gli stessi moduli operativi già sperimentati con successo nella fase del lockdown. Quanto alla mobilità interregionale, è stato confermato il dispositivo operativo presso i principali snodi ferroviari (Salerno, Battipaglia, Sapri e Vallo della Lucania) con la presenza di presidi del personale della Polizia Ferroviaria e delle Polizie Municipali per la verifica delle autodichiarazioni per gli spostamenti e dell’ASL per la rilevazione della temperatura dei passeggeri.

Inoltre, nella giornata di oggi e in quella di domani, in cui si prevedono i maggiori flussi di persone in rientro da altre regioni d’Italia verso la Campania, analoghi controlli sono stati già previsti anche nei punti di arrivo degli autobus a lunga percorrenza, in Piazza della Concordia e nei pressi di Parco Pinocchio.

A conclusione dell’incontro, il Prefetto ha rivolto un invito ai cittadini: “Si sta avvicinando il momento più atteso dell’anno, in cui ci ritroviamo con i nostri affetti, spesso lontani, per trascorrere giorni di serenità e anche di socialità e convivialità. Tuttavia, questo non è un anno come gli altri. Il 2020 ha messo tutti noi a dura prova ed è costato tanto, anche in termini di vite umane. Non dimentichiamo proprio adesso gli sforzi fatti finora, trascorriamo questo Natale nel rispetto delle regole perché è l’unica strada che ci consentirà di salvaguardare la salute di tutti in vista del prossimo anno e superare definitivamente la pandemia”.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...