Notte dei Barbuti, in scena "La signora e il funzionario"

Appuntamento il 18 Agosto alle 21:30

Redazione Irno24 18/08/2020 0

Martedì 18 agosto 2020, alle 21.30, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, nell’ambito de La Notte dei Barbuti, la Compagnia dell’Eclissi porta in scena "La signora e il funzionario" di Aldo Nicolaj. Con Marica De Vita ed Enzo Tota. Direzione di scena, Angela Guerra. Regia di Marcello Andria (ingresso 10 euro www.postoriservato.it).

Commedia di costume dalle inflessioni umoristiche ma dal retrogusto acido e corrosivo, "La signora e il funzionario" fu scritta da Nicolaj (1920-2004) alla fine degli anni ’70, quando l’opinione pubblica italiana era profondamente scossa da disordini di piazza, lotta armata, strategia della tensione.

Se ne percepisce l’eco, sia pure smorzata da una scrittura ironica e briosa, nel serrato e quasi asfissiante dialogo fra un funzionario – espressione tipica e grottesca delle meschinità e delle cattive abitudini radicate nella burocrazia ministeriale – e una di quelle terribili signore borghesi che popolano il teatro del prolifico commediografo piemontese, all’apparenza frivole e svitate, in realtà dotate di una sottile, personalissima razionalità.

Sotto pressione e come in un incubo, arriva ad affermare di tutto e il contrario di tutto, mettendo a nudo in modo incongruo e inconsapevole i propri pensieri più reconditi. Con ghigno sardonico e moderata indulgenza, Nicolaj mette sotto osservazione, con lo sguardo lungo del pessimista di fondo, gli immarcescibili costumi nazionali.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 22/07/2021

Allo Charlot arriva lo showteller Brachetti con "Pierino, il Lupo e l’altro"

Domani, venerdì 23 luglio, il sipario della XXXIII edizione del Premio Charlot, la kermesse dedicata al più grande attore di tutti i tempi, si alzerà per offrire al pubblico il “Pierino, il Lupo e l’altro” di Arturo Brachetti. Sold-out per l’attore piemontese, come prevedibile, che ritorna dopo 3 anni allo Charlot, pronto a stupire, emozionare e conquistare ancor di più il suo pubblico.

La musica si può vedere? In questo caso, la risposta è sì. Perché “Pierino, il lupo e l’altro” è un concerto classico ma non è un concerto tradizionale. Il progetto nasce dall’idea di creare un’occasione concreta di ampliare il pubblico della musica sinfonica con una formula originale, capace di coinvolgere e divertire: una vera e propria attività di divulgazione musicale.

La base di partenza di “Pierino, il lupo e l’altro” è l’Ensemble Symphony Orchestra, una delle più conosciute orchestre nell’ambito nazionale che ha fatto della versatilità delle sue cifre stilistiche: grazie all’attenzione che ha per ogni tipo di genere, il suo repertorio spazia dalle arie d’opera più conosciute alle colonne sonore di film di fama mondiale. La parte musicale si appoggia al racconto di Arturo Brachetti, uno degli artisti teatrali italiani più noti al mondo, qui impegnato in veste di voce narrante.

Profondo conoscitore del teatro internazionale, da tempo affianca a quello di artista il ruolo di showteller (letteralmente raccontatore di spettacoli), uno degli aspetti meno noti ma più radicati di Brachetti, con lo scopo di diffondere e divulgare la conoscenza delle arti dello spettacolo in maniera semplice e coinvolgente. Dall’incontro tra queste due realtà nasce "Pierino, il lupo e l’altro", un concerto dal sapore di spettacolo, inusuale e accessibile che, grazie alla resa in forma visiva, porta a tutti la musica classica (sia habitué sia nuovo pubblico) sempre impeccabile dal punto di vista artistico.

Il concerto è diviso in due parti. La prima è "Pierino e il lupo" di Sergej Prokofiev così come lo conosciamo e lo abbiamo incontrato più volte, spesso nel periodo scolastico. Qui, grazie alla voce e maestria di Brachetti, con la complicità dell’orchestra, il pubblico vive un’esperienza divertente e coinvolgente, che lo trascina con facilità nel mondo della musica classica.

Sul palco appaiono (a sorpresa) prima Prokofiev e poi Arturo Brachetti, che si rivolge direttamente agli spettatori spiegando loro che, se si vuole ascoltare quest’opera, bisogna aver il cuore leggero come quello dei bambini. Da qui comincia a raccontare la favola. I personaggi, rappresentati dagli strumenti musicali, entrano in scena. Brachetti li fa vivere attraverso semplici effetti che aiutano il pubblico a seguire il filo narrativo, fino alla parata finale.

La seconda parte è "L’altro", un percorso a sorpresa tra i differenti stili di direzione musicale, reso divertente dalla complicità dell’orchestra e del pubblico. Il concerto si chiude con un suggestivo momento di sand painting a dimostrazione di come il connubio tra le arti, apparentemente lontane tra loro, possa creare nuove e affascinanti esperienze.

Leggi tutto

Redazione Irno24 14/02/2020

Cinema, teatri ed eventi Salerno e Valle dell'Irno, 15-16 Febbraio

In occasione di ogni fine settimana, in questo caso 15/16 Febbraio 2020, vi proponiamo gli spettacoli in programmazione nei principali cinema e teatri di Salerno e della Valle dell'Irno. Vi segnaleremo anche mostre e rassegne.

SALERNO

  • Cinema Apollo (Via M. Vernieri 26): "18 regali" di F. Amato, "Il diritto di opporsi" di D. D. Cretton
  • Cinema delle Arti (Via G. Grimaldi 7): "Gli anni più belli" di G. Muccino, "Il mistero Henri Pick" di R. Bezançon
  • Cinema Fatima (Via Madonna di Fatima 3): "Joker" di T. Phillips, "Me contro te - Il film" di G. Leuzzi
  • Cinema San Demetrio (Via Dalmazia 4): "Parasite" di B. Joon-ho
  • Teatro delle Arti (Via G. Grimaldi 7): "Figlie di Eva" con V. Belvedere, M. G. Cucinotta, M. Andreozzi
  • Teatro Il Giullare (Via Incagliati 2): "Otello" di W. Shakespeare con regia di Francesco Petti
  • Teatro Nuovo (Via Laspro 10): "Un giorno al commissariato" con Gino Cogliandro

Per la multisala The Space (Viale A. Bandiera) si rimanda al link https://www.thespacecinema.it/al-cinema/salerno

MERCATO SAN SEVERINO

  • Cinema Teatro Comunale (Via Trieste 48): "Sonic - Il film" di J. Fowler, "Parasite" di B. Joon-ho, "1917" di S. Mendes
Leggi tutto

Redazione Irno24 27/03/2020

Rinvio a data da destinarsi per la Fiera del Crocifisso Ritrovato

"È con immenso dispiacere che siamo costretti a rinviare la trentesima edizione della Fiera del Crocifisso Ritrovato a data da destinarsi, a causa dell'emergenza sanitaria da Covid 19. Ritorneremo presto per abbracciarci nuovamente e partecipare tutti insieme a questo evento".

Lo scrivono su Facebook gli organizzatori della manifestazione, che avrebbe dovuto svolgersi dal 30 Aprile al 3 Maggio 2020 nel centro storico di Salerno. Salta, dunque, un appuntamento tradizionale e consolidato nel paniere di eventi cittadini primaverili.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...