Primo store ufficiale e cena sociale per la Salernitana

Giornata di svago prima dell'impegnativo finale del 2019

Redazione Irno24 17/12/2019 0

Lunedì 16 Dicembre, in centro a Salerno, è stato inaugurato il primo store ufficiale della Salernitana, in Piazza Caduti Civili di Guerra (adiacenze Via Diaz). Al taglio del nastro hanno provveduto il co-patron granata, Marco Mezzaroma, e una delegazione di calciatori, fra cui Francesco Di Tacchio e Milan Djuric. In serata, invece, tradizionale cena sociale pre-natalizia alla Stazione Marittima con dirigenti, staff e squadra. Una serata di relax dopo l'impegnativa partita contro il Crotone, in attesa di affrontare il tour de force con incontri di campionato da qui a Capodanno.

foto Ianuale

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 03/06/2022

Ufficiale, Nicola e il suo staff rinnovano per 2 anni con la Salernitana

L’U.S. Salernitana 1919 - si legge in una nota sul sito ufficiale - è lieta di comunicare di aver rinnovato con un contratto biennale il mister Davide Nicola e il suo staff, composto da Manuele Cacicia, Simone Barone, Federico Barni e Gabriele Stoppino. La Società esprime piena soddisfazione per la scelta di proseguire insieme a mister Nicola e al suo staff il percorso intrapreso con successo nella scorsa stagione e augura a tutti un buon lavoro.

Leggi tutto

Redazione Irno24 01/08/2020

Ventura lascia: "Grazie Salerno, rammarico per non aver raggiunto play-off"

Gianpiero Ventura non proseguirà la sua esperienza sulla panchina della Salernitana. Lo ha comunicato lui stesso alla società. Ecco il suo saluto alla città e alla tifoseria: "Grazie Salerno! Sono arrivato 13 mesi fa con un entusiasmo incredibile e degli obiettivi da raggiungere: ricostruire e formare un gruppo dopo un’annata difficile. Il mio significato di ricostruire un gruppo è dare ai miei giocatori una cultura del lavoro, professionalità dentro e fuori dal campo e 'senso di appartenenza'. Obiettivi che credo siano stati raggiunti attraverso la crescita e la valorizzazione di molti giocatori.

Penso a Maistro, ad esempio, che veniva dalla serie C ed oggi gioca in nazionale Under 21, penso a Lombardi reduce da annate difficili ed oggi richiesto da tanti club di serie A, penso a Gondo il cui valore è stato decuplicato. Penso ai tanti giocatori in orbita Lazio, Dziczek, Karo, Cicerelli, Kiyine, che sono diventati 'patrimonio della società'. Penso a Djuric che per la prima volta nella sua carriera è andato in doppia cifra di gol segnati.

Questi erano gli obiettivi iniziali ma come gruppo ci siamo dati un ulteriore obiettivo: ritagliarci uno spazio importante all’interno di questo campionato. C’è rammarico perché dopo essere stati per diversi mesi in zona playoff, ieri non siamo riusciti a consolidare questo traguardo. E’ evidente che qualche errore è stato commesso da noi tutti ma nonostante questo credo che le fondamenta poste in questa stagione siano solide per raggiungere gli obiettivi futuri. In questi mesi ho capito cosa rappresenta il calcio per Salerno e quanto questa città si aspetta dalla Salernitana.

In data odierna ho comunicato alla società la non disponibilità ad un eventuale rinnovo. Colgo l’occasione per ringraziare i presidenti Lotito e Mezzaroma ed il Direttore Fabiani per avermi dato la possibilità di vivere questa esperienza a Salerno.

Ringrazio e soprattutto saluto tutti i miei giocatori, il team manager Avallone, le persone del mio staff, i magazzinieri, i fisioterapisti, i dottori tutti e la stampa per lo splendido rapporto instaurato durante questi tredici mesi. Un saluto particolare alla tifoseria, è stato davvero un dispiacere non potervi avere al nostro fianco alla ripresa di questa stagione così strana. Un abbraccio sincero".

L'U.S. Salernitana 1919, presso atto della volontà del tecnico Ventura di non proseguire alla guida della prima squadra, ringrazia il medesimo per il lavoro svolto, la professionalità e l'impegno profuso nel corso di questa stagione e gli augura le migliori fortune professionali.

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/12/2019

Djuric-Kiyine show, è poker al Pordenone

Un Santo Stefano da ricordare per i tifosi della Salernitana, che schianta con un perentorio 4-0 il Pordenone, 2° in classifica. Nel cosiddetto "Boxing day", festa britannica associata soprattutto alla disputa di eventi sportivi, i granata "annullano" sul campo la cospicua differenza di punti coi friulani, offrendo una prestazione di assoluta qualità.

Djuric e Kiyine, o meglio Milan e Sofian, quando sulla maglia il cognome lascia spazio al nome nella giornata dedicata ai bambini ospedalizzati, realizzano due doppiette di pregevole fattura e coronano un lavoro di squadra eccellente. Djuric apre la marcature dopo appena 3 minuti, insaccando di testa un cross perfetto dello scatenato Lombardi, uomo in più della Salernitana attuale. Kiyine, invece, coglie il palo ma si rifarà con gli interessi.

I granata si muovono bene in campo, Dziczek dirige il gioco con precisione e autorevolezza. Fioccano le opportunità da gol ma il risultato non cambia. Il Pordenone sbatte sul palo e sui guanti di Micai ma non punge. Nella ripresa, la Salernitana dilaga. Nelle prime battute, la squadra di Genovese, oggi in panchina al posto dello squalificato Ventura, si "abbassa" troppo e concede campo al Pordenone, poi sale in cattedra nuovamente Djuric, che al 61° sorprende Di Gregorio con una rasoiata dai 20 metri.

Tre minuti dopo, a prendersi la scena è Kiyine, che finalizza un grande contropiede con una botta all'incrocio; il marocchino ha il piede caldissimo e al minuto 89 confeziona una magnifica parabola a giro che termina la sua corsa nuovamente nel "sette" della porta difesa da Di Gregorio. Domenica 29 ultimo impegno dell'anno per i granata, ore 15 sul campo dello Spezia.

LA FOTOGALLERY DEL MATCH

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...