Pronta la sede del centro polifunzionale di Matierno

Ritorno temporaneo in struttura dello studio del medico di base

Redazione Irno24 20/11/2020 0

Le associazioni del Centro Polifunzionale di Matierno ospitato presso l'ex Scuola elementare del quartiere riavranno finalmente la propria sede. Da lunedì 23 novembre, nel rispetto delle misure stabilite dai protocolli di sicurezza Covid-19 e delle vigenti disposizioni nazionali e regionali, riprenderanno le attività di socializzazione e integrazione in favore dei giovani e dei cittadini di Matierno e delle zone collinari.

La struttura infatti era stata interessata gli scorsi mesi da interventi di manutenzione straordinaria a causa di abbondanti infiltrazioni che ne compromettevano la sicurezza. Potrà inoltre ritornare temporaneamente presso i locali del Centro Polifunzionale anche lo studio del medico di base che ne aveva fatto richiesta, al fine di garantire la continuità assistenziale dei residenti della zona.

La situazione aveva creato non pochi disagi per le famiglie e soprattutto per le persone anziane e con patologie che lamentavano la difficoltà a spostarsi lontano dalla propria abitazione. La costante attenzione alla vicenda dell'Assessore Savastano e del Consigliere Carbonaro ha reso possibile riconsegnare al popoloso quartiere una struttura riconosciuta da tutti come punto di riferimento.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 16/10/2020

Cresce il Covid anche nel salernitano, 79 casi: 9 nel capoluogo

Oggi sono stati analizzati 960 tamponi dai laboratori del Ruggi e di Eboli, dai quali sono emersi 79 positivi, così distribuiti: 22 a Nocera Inferiore, 9 a Salerno, 8 a Cava, 6 a Pagani, 4 a Giffoni Sei Casali, 6 a Scafati, 3 a Roccapiemonte, 3 a Eboli, 3 a Sapri, 2 a Santa Marina, 2 a Baronissi, 1 ciascuno a Nocera Superiore, Atena Lucana, San Valentino Torio, Tramonti, Contursi, Bellizzi, Pontecagnano, Montecorvino Rovella, Ricigliano, Battipaglia e Vibonati. E' quanto riporta il consueto aggiornamento Asl.

Leggi tutto

Redazione Irno24 18/09/2021

Salerno, spacciava sotto casa al centro storico: arrestato dai Falchi

Durante i controlli in strada, gli agenti della Squadra Mobile di Salerno hanno arrestato P.V., classe 1979, per detenzione di sostanze stupefacenti al fine di spaccio. In particolare, i poliziotti della Sezione “Falchi” hanno notato alcuni movimenti sospetti del giovane nel centro storico di Salerno, dove era probabilmente intento a spacciare non lontano dalla sua abitazione e lo hanno controllato.

A seguito della perquisizione domiciliare, il giovane, infatti, è stato trovato in possesso di cocaina per un peso complessivo di 72 grammi, in parte già suddivisa in numerose singole dosi confezionate e pronte per la vendita.

Per quanto accertato, P.V. è stato dichiarato in arresto ed è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto la traduzione agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/12/2020

Salerno, 6 consiglieri lasciano la maggioranza

A poche ore dall’ultima seduta del consiglio comunale di Salerno, i consiglieri Antonio D’Alessio, Leonardo Gallo, Corrado Naddeo, Nico Mazzeo, Donato Pessolano e Giuseppe Ventura - per chiarezza estrema verso gli elettori e l’intera città di Salerno - hanno deciso di prendere le distanze dall’attuale maggioranza, al termine di un percorso doloroso quanto inevitabile. E' quanto si legge in una loro nota congiunta.

“La consiliatura iniziata nel 2016 - scrivono i consiglieri - ci ha visti convinti di poter offrire il nostro contributo - in modo personale ed originale - ad una esperienza amministrativa che, per molti anni, ha soddisfatto pienamente i salernitani. Lo abbiamo fatto in buona fede, certi delle promesse elettorali del Sindaco Napoli, che abbiamo finora sostenuto rinnovandogli di continuo la nostra fiducia.

Oggi, con amarezza e dopo ripetute delusioni, dobbiamo riscontrare da parte di chi avevamo sostenuto con entusiasmo, un metodo diametralmente opposto rispetto a quanto ci era stato prefigurato, metodo che di fatto relega in un angolo tutte le energie e le risorse di chi vuole contribuire a scrivere la Salerno del futuro. Nel corso di questi anni ci siamo resi conto dell’assoluta inutilità di produrre iniziative di approfondimento e comprensione delle decisioni strategiche, finalizzate unicamente a tutelare gli interessi pubblici. Un metodo gestionale non inclusivo che ha mortificato tutti noi e che pesa in modo evidente sull’intera comunità.

Siamo arrivati a questa decisione - concludono i firmatari del documento - consci che ogni nostro sforzo nel voler contribuire alle decisioni pubbliche è stato considerato inutile e addirittura dannoso. Abbiamo più volte sottolineato in consiglio comunale tutte le nostre perplessità su argomenti di grande rilevanza per la collettività, come le spese per l’igiene pubblica, la sicurezza dei quartieri, l’utilizzo dei fondi pubblici per associazioni, assegni di cura e contributi abitativi, la gestione delle società partecipate, i costi della stagione del teatro Verdi, la rivistazione dell’evento Luci d’Artista, la mancata inaugurazione dell’Auditorium ed infine la vicenda delle cooperative sociali e della manutenzione del verde pubblico.

La città e la sua gente meritano di tornare ad una gestione della cosa pubblica basata sull’esercizio democratico, dove al centro ci siano il cittadino e le sue esigenze quotidiane”.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...