UnisaOrienta, testimonial inaugurale la campionessa di nuoto Pilato

L'atleta si è raccontata attraverso la sua esperienza di studentessa e sportiva

Redazione Irno24 03/02/2020 0

Partita oggi al campus di Fisciano la dieci giorni dell'evento di orientamento di Ateneo, promossa dal Centro di Ateneo per l'Orientamento ed il Tutorato (CAOT) in collaborazione con i 17 Dipartimenti UNISA. Fino a Venerdì 14 Febbraio l'Università di Salerno accoglierà 18mila studenti degli Istituti superiori del Mezzogiorno che visiteranno il campus per conoscere l'offerta formativa, gli spazi, le strutture, i servizi.

"Abbiamo voluto aprire questa 16esima edizione con la testimonianza della giovanissima Benedetta Pilato, una campionessa che ha già vinto tantissimo ma senza perdere di vista l’importanza dello studio - ha detto la professoressa Rosalba Normando, Delegata all'edizione 2019 dell'evento - I suoi eccellenti risultati a scuola sono lo scrigno ideale delle sue medaglie".

Vicecampionessa del mondo e record italiano nei 50 rana, Benedetta Pilato si è raccontata alle future matricole attraverso la sua esperienza di studentessa e sportiva: "Sono felice di essere stata scelta quale ospite di questa giornata e di portare la testimonianza di una 15enne che crede nel suo futuro e nelle sue potenzialità. Nuoto da quando ero bambina, sono sempre stata abituata ad organizzarmi tra scuola e sport.

Mi alleno tutti i giorni, due volte a settimana a Bari, a due ore di auto da Taranto, la mia città. Non è facile gestire una vita così frenetica, i sacrifici ci sono, qualche volta capita di dover rinunciare alle feste, ma non mi pesa. Lo studio è fondamentale, è alla base di tutto. Non si va da nessuna parte senza conoscenza. Questa Università mi sembra molto bella, molto curata, una buona opportunità".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 30/07/2021

Unisa, zero tasse per tutti gli studenti con ISEE fino a 30mila euro

Importante novità sul piano della contribuzione studentesca per l'anno accademico in arrivo. Nell’ambito delle Politiche di Diritto allo studio e nell’ottica di supportare gli studenti e le loro famiglie nell'attuale fase storica, l’Ateneo di Salerno ha approvato, nei suoi organi di governo, il nuovo Piano di agevolazioni studentesche 2021/22.

Misura centrale della nuova Programmazione contributiva è l’innalzamento del valore della NO TAX AREA da € 23.000 (soglia stabilita per lo scorso anno accademico) a € 30.000. Tutti gli immatricolati, che presenteranno un valore ISEE compreso tra 0 e 30.000 euro, saranno totalmente esonerati dalle tasse universitarie e lo stesso avverrà per gli studenti già iscritti (fino al 1° anno fuori corso) in possesso di requisiti minimi di merito previsti dalla normativa vigente.

“Con questa ulteriore e massima definizione del valore No Tax Area - dichiara il Rettore Vincenzo Loia - ben oltre la metà degli iscritti totali pagherà zero tasse all’Ateneo nell’anno accademico in arrivo. Tutto questo senza prevedere alcun aumento per gli studenti delle fasce più alte.

Questo intervento - sottolinea il Rettore - è la più significativa delle nostre politiche di attenzione agli studenti, intensificate durante la complessa fase della pandemia ancora in corso, proprio per favorire l'accesso all'Università da parte di tutti gli studenti che hanno il desiderio di intraprendere il percorso universitario e che devono poter vedere realizzati i propri obiettivi”. Il nuovo Regolamento sulla contribuzione è disponibile nella pagina dedicata.

Leggi tutto

Redazione Irno24 08/04/2021

Unisa, il 12 Aprile parte la Masterclass in Giornalismo

Il Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione dell’Università di Salerno terrà la prima edizione di "Informa[l]mente - Masterclass in Giornalismo". L'iniziativa nasce dalla volontà di costruire un percorso di alta formazione che abbia come centro motore l’esperienza professionale di giornalisti e operatori dei media. Un modello in cui didattica in presenza e a distanza costituiscono un valore aggiunto per gli studenti dell’Ateneo e l’occasione di un confronto tra figure professionali impegnate nei diversi settori e generi della sfera mediale.

I professionisti sono stati scelti in base alle specifiche competenze maturate nel campo degli old e new media, avendo cura di individuare i protagonisti del processo di transizione narrativa in cui sta assumendo un ruolo nevralgico il mobile journalism. La scena digitale ha cambiato il modo di veicolare le notizie e, di fronte al flusso di contenuti generati dagli utenti, la verifica delle fonti, con il necessario debunking, è centrale nella definizione di una specifica consapevolezza e responsabilità nel fare informazione. Il primo ciclo di 6 incontri si svolgerà dal 12 aprile al 12 maggio 2021.

La Masterclass ha come responsabili scientifici il prof. Virgilio D’Antonio, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione, e il prof. Marcello Ravveduto, docente di Public and Digital History. Il coordinamento didattico è curato dalle dott.sse Paola D’Elia e Simona Libera Scocozza.

Agli studenti che frequenteranno l’intero ciclo di seminari saranno riconosciuti: 2 Cfu per i corsi di studio (triennale e magistrale) del Consiglio Didattico di Scienze della Comunicazione; 1 Cfu per i corsi di studio (triennale e magistrale) del Consiglio Didattico di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Gli interessati possono inviare una mail con la richiesta di partecipazione agli indirizzi pdelia@unisa.it o sscocozza@unisa.it.

IL PROGRAMMA COMPLETO

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/01/2020

La Mostra "Trash People" apre la 16esima edizione di UnisaOrienta

Un’installazione artistica di sculture antropomorfe per una riflessione sul rispetto e la salvaguardia dell'Ambiente. Sarà la Mostra “Trash People” dell’artista tedesco HA Schult ad aprire la 16esima edizione di UNISAOrienta, la manifestazione annuale promossa dall’Ateneo di Fisciano con il suo Centro per l’Orientamento ed il Tutorato (CAOT) e dedicata agli studenti e ai docenti degli Istituti di Istruzione Superiore.

Le monumentali installazioni di Schult sono un vero esercito di "uomini contro l'inquinamento", assemblati con vecchie lattine, plastiche e bottiglie, pezzi di automobile o di computer e altri rifiuti urbani e industriali che costituiscono l’emblema dell’inquinamento contemporaneo.

"Quando ho iniziato il mio percorso di artista - afferma Schult - il concetto di rifiuti non era così al centro dell’attenzione come oggi. Il lavoro colpisce gli occhi ma parla soprattutto alla mente dei giovani per costruire il futuro. Ricordo il giorno in cui, ormai 25 anni fa, mi recai in banca chiedendo di comprare spazzatura. Mi risposero che era dappertutto. Dunque, avevo soprattutto necessità di trasportarla. In 6 mesi sono riuscito a creare un centinaio di statue, le sculture sono state contaminate dalle persone che ho conosciuto nel mondo".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...