"Questo non è amore", il bilancio della Questura di Salerno con una storia simbolo

Una novantina i provvedimenti irrogati nell'ultimo anno

Redazione Irno24 22/02/2021 0

"Questo non è amore" è il titolo della campagna permanente di prevenzione lanciata dalla Polizia, con il coordinamento nazionale della Direzione Centrale Anticrimine, al fine di fornire informazioni alle donne in situazione di rischio, che ha evidenziato che i moventi più frequenti dei femminicidi, infatti, sono la lite e i motivi passionali.

La fascia d’età più colpita è quella dai 31 ai 44 anni, ma nei primi 9 mesi del 2020 si è rivelata quella delle donne over 65 che rappresentano il 30% del totale delle vittime, italiane nell’80% dei casi, mentre, tra le vittime straniere, predominano quelle di nazionalità romena, anche in relazione alla maggior presenza sul territorio nazionale.

Anche gli autori di tali reati hanno un’età compresa tra 31 e 44 anni (39%), in prevalenza sono italiani (74%) e solo il 2% sono minorenni; essi utilizzano, in prevalenza, un’arma impropria, come un coltello o un utensile da lavoro (martello, cacciavite), o un’arma da fuoco, l’asfissia/soffocamento/strangolamento, le percosse. L’azione di contrasto nei confronti della violenza di genere, condotta dal Questore di Salerno, si è svolta non solo con gli strumenti repressivi delle investigazioni e denunce, ma anche attraverso le misure di prevenzione, in conformità a quanto stabilito dalla recente Legge n. 69 del 2019 (cd. CODICE ROSSO).

In tale direzione, il Questore di Salerno ha emanato, nel periodo 1° gennaio 2020/2021, 18 ammonimenti per stalking e 52 per violenza domestica ed avanzato al Tribunale di Salerno, 17 proposte di sorveglianza speciale con applicazione dell’obbligo di soggiorno nei confronti di altrettanti soggetti resisi responsabili dei predetti reati in danno di familiari e/o donne conviventi o ex conviventi.

Ecco un breve racconto di una storia simbolo del dolore che queste donne (e spesso i loro figli) devono subire all’interno delle famiglie: D.M.G., 33enne resosi responsabile di numerosi episodi di maltrattamenti in danno della madre la quale, quasi quotidianamente subiva la violenza psichica e fisica del figlio che, a seguito di discussioni per futili motivi, dava in escandescenza cercando di colpirla e danneggiando la casa, noncurante della presenza della sorella disabile. Più volte, per sfuggire a tali maltrattamenti, la donna era stata costretta ad allontanarsi dalla propria abitazione e ad attendere l’arrivo delle Forze dell’Ordine nelle abitazioni dei vicini.

Allo stesso modo, nel corso degli ultimi anni, il soggetto si è reso responsabile del medesimo reato in danno della compagna convivente nonché madre delle sue due figlie, la quale, ripetutamente e per futili motivi – quali ad esempio l’accusa infondata di avere altre relazioni sentimentali – veniva percossa riportando talvolta lesioni per le quali doveva ricorrere alle cure sanitarie. A carico di D.M.G. è stata irrogata la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale per la durata di anni tre.

Anche a tutela dell’integrità fisica e morale dei minori il Questore di Salerno ha rivolto una particolare attenzione: in tale ambito, ha irrogato la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno per la durata di anni cinque a carico di I.A., 49enne salernitano, responsabile del reato di detenzione di materiale pedopornografico.

Per avvicinare le proprie vittime, pubblicizzava attraverso profili social la propria attività di assistenza ai minori portatori di disabilità e di doposcuola per bambini delle scuole elementari, riuscendo finanche a collaborare con associazioni che organizzano campus estivi. Più volte sottoposto ad indagini, sia in ambito nazionale che internazionale, veniva deferito all’A.G. per essere stato trovato in possesso di ingente quantitativo di materiale pedopornografico che provvedeva a divulgare attraverso i social network.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 12/10/2020

Napoli: "Luci d'Artista si svolgeranno in maniera compatibile al periodo che viviamo"

Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha affidato ad una nota le sue precisazioni circa lo svolgimento della manifestazione "Luci d'Artista", dopo che in mattinata l'assessore Loffredo aveva parlato di una versione in forma ridotta. "Si svolgeranno - ha scritto Napoli - in maniera compatibile al delicato periodo che stiamo vivendo a causa del Covid. Si tratterà, in ogni caso, di installazioni di alta qualità, cosa che ci ha portato a far conoscere il nostro evento anche oltre i confini nazionali.

Verranno simbolicamente illuminati alcuni assi viari per non far perdere memoria della manifestazione che ha importanti ricadute sull'economia della città, oltre che per diffondere spirito e suggestioni natalizie e dare una speranza di futuro. Saranno applicati rigorosamente tutti i protocolli di sicurezza e impediti gli assembramenti.

Sarà investito circa un quarto delle risorse previste negli anni passati, e la maggior parte di queste verranno destinate per la ristrutturazione delle esistenti luminarie, deteriorate dal tempo, e per l'acquisto di nuove che saranno utilizzate anche in futuro".

Leggi tutto

Redazione Irno24 28/06/2020

Incivili deturpano lungomare di Salerno, il sindaco: "Vergognatevi"

"Il nostro bel Lungomare devastato da vandali e scostumati. Sono incivili che offendono Salerno". Lo scrive il sindaco Napoli sui social. "Puliremo, come sempre, perché i delinquenti non possono averla vinta. Ma che razza di gente è? Le loro famiglie cosa gli hanno insegnato? A casa loro pure vivono nel pattume? Vergognatevi! Chiedo ai cittadini perbene di aiutarci a difendere la nostra amata Salerno. Segnalate gli incivili, aiutateci ad individuarli e multarli come meritano".

Leggi tutto

Redazione Irno24 09/02/2021

Allerta meteo, il sindaco di Salerno prolunga di un giorno la chiusura delle scuole

L'allerta diramata dalla Protezione Civile della Campania impone la proroga della sospensione della didattica in presenza, a Salerno, anche per la giornata di mercoledì 10 febbraio. Lo rende noto il Comune.

Secondo il bollettino, infatti, si assisterà ad un peggioramento dalla nottata fino alle 23.59 di mercoledì 10 febbraio. La decisione è stata assunta dopo una serie di incontri di verifica che il Sindaco Napoli ha tenuto con gli organi preposti.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...