Comando CC, Somma e Valiante salutano il Tenente Colonnello Cisternino

"Sincera gratitudine per l’impegno profuso al servizio della Valle dell'Irno"

Redazione Irno24 04/02/2021 0

"Ho avuto il piacere - scrive il sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma - di ricevere la visita del Tenente Colonnello Alessandro Cisternino, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Mercato S. Severino, che mi ha onorato del Suo saluto prima di trasferirsi a Napoli per nuovi incarichi professionali (sarà nuovo comandante del Nas di Napoli, ndr). Al Tenente Colonnello Cisternino ho ribadito, a nome dell’intera cittadinanza, la stima e la gratitudine per l’ottimo lavoro svolto durante gli anni di servizio prestati alla tutela della popolazione di Mercato S. Severino e dell’intera Valle dell’Irno.

In particolar modo nell’ultimo anno, quello della pandemia e del duro lockdown di marzo-aprile 2020, il Tenente Colonnello Cisternino, insieme agli uomini della Compagnia Carabinieri di Mercato S. Severino, ha garantito il controllo capillare del territorio, la sicurezza delle nostre strade ed il rispetto delle direttive emanate per la tutela della salute pubblica. Ad Alessandro Cisternino vanno, a nome mio, dell’Amministrazione Comunale e dell’intera cittadinanza, i più vivi auguri per grandi successi professionali e umani".

Si associa il Sindaco di Baronissi: "A nome mio personale, dell’Amministrazione comunale e della città di Baronissi - afferma Gianfranco Valiante - esprimo sincera gratitudine al Tenente Colonnello Cisternino per l’impegno profuso e per l’importante attività svolta al servizio della Valle dell'Irno. Un grazie per l’infaticabile dedizione e l’opera diretta, in questi anni, a contrasto della criminalità che è stata spesso affrontata in condizioni di carenza di personale".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 15/02/2021

Carnevale digitale a Mercato San Severino con l'associazione "Il Gabbiano"

Per il Carnevale 2021, che non può essere festeggiato per la grave emergenza sanitaria in atto, l'associazione "Il Gabbiano" di Mercato San Severino propone una rivisitazione digitale della ricorrenza. Martedì 16 Febbraio, infatti, sulla pagina social dell'organizzazione, a partire dalle ore 15, verranno riproposti video delle vecchie sfilate, iniziando dal 2008. L'invito rivolto alla cittadinanza è quello di condividere sulla pagina materiale audio-video a tema e postare foto di travestimenti di Carnevale.

Leggi tutto

Redazione Irno24 28/11/2019

"Non sulla mia anima" per sensibilizzare sulla violenza contro le donne

“Non sulla mia anima” è il nome attribuito all’evento che si è svolto Lunedì 25 novembre 2019 al Centro Sociale “Marco Biagi” di Mercato San Severino, promosso da Ferdinando Cerioli e Concetta Lombardo, sostenuto e patrocinato dalla Commissione Comunale per le pari opportunità, con la partecipazione dell’associazione “Toghe rosa” (presieduta dall’avvocato Rossella Citro) e dedicato alla sensibilizzazione sulla giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, con la partecipazione del Sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma, e del primo cittadino di Castel San Giorgio, Paola Lanzara.

Con loro la Dirigente dell’Istituto di istruzione superiore “Publio Virgilio Marone” di Mercato San Severino, Luigia Trivisone, ed una rappresentanza degli studenti (coordinata dalle insegnanti Assunta Iacuzio, Rachele Noia, Pina Sabatino, Vincenza Somma, Lina Rega), che hanno presentato specifici progetti dedicati al tema dell’incontro, con la proposizione di due drammatizzazioni (con cui si è aperta e conclusa la manifestazione), il cui testo è stato preparato dagli studenti, insieme ad un cortometraggio, alla recita di poesie ed alla presentazione di canzoni.

“L’evento – dice il sindaco Somma – si collega alla ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione del 17 Dicembre 1999, la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Ci sarà un seguito il 5 Dicembre, quando, su impulso della Commissione Comunale per le pari opportunità, in via Municipio sarà inaugurata la panchina dipinta di rosso, colore che si riferisce alle iniziative ed alle campagne di sensibilizzazione contro i femminicidi”.

foto tratta da Pixabay - attribuzione non richiesta

Leggi tutto

Redazione Irno24 18/03/2021

Sindaci della Valle dell'Irno uniti nel ricordo delle vittime del Covid

Un minuto di silenzio e bandiere a mezz'asta per ricordare le vittime del Covid e onorare il sacrificio degli operatori sanitari. Il Comune di Baronissi ha celebrato questa mattina la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'epidemia da Coronavirus. "Per chi non c’è più. Per chi resta e non dimentica".

"E' il tempo della memoria ma è ancora, purtroppo, il tempo di essere sempre scrupolosi e attenti sperando che siano gli ultimi sacrifici che ci vengano richiesti prima di uscire definitivamente da questo terribile tunnel. Un giorno la memoria rappresenterà il simbolo del nostro riscatto, un traguardo che tutti insieme dobbiamo però raggiungere osservando le regole quotidiane di prevenzione del virus". Lo dichiara il primo cittadino di Mercato San Severino, Sessa.

Raccoglimento anche a Fisciano. "A chi non ce l’ha fatta, a chi oggi piange un affetto caro che non c’è più e a chi combatte per la vita contro il virus ogni giorno". Così il sindaco Sessa.

"A nome del popolo sianese, indossando la fascia tricolore, ho osservato un minuto di silenzio al cospetto della bandiera italiana esposta a mezz’asta. Un pensiero ed una preghiera particolare va ai nostri concittadini deceduti a causa di questo maledetto virus". Queste le parole del sindaco di Siano, Marchese.

"Questa sera, prima dell’inizio del Consiglio Comunale, presso l’Aula Consiliare di Palazzo di Città, verrà osservato un minuto di silenzio in memoria di tutti i nostri concittadini e di tutte le vittime della pandemia. Oggi, più di ieri, ancora più uniti per la riconquista della nostra libertà e della nostra vita". E' quanto scrive in calce al suo messaggio il sindaco di Bracigliano, Rescigno.

"Dietro alle cifre ci sono persone, padri, madri, nonni, zii, figli, sposi e spose. Ci sono famiglie che spesso hanno vissuto il dramma per la perdita dei propri cari nel silenzio, il nostro dovere è mantenere vivo il loro ricordo. Questa è l’occasione in cui ribadire la nostra vicinanza e il nostro abbraccio a quanti, nella nostra comunità, hanno pianto la scomparsa di familiari, amici, persone care, spesso senza neppure aver avuto il conforto dell’ultimo saluto". Il pensiero del sindaco di Montoro, Giaquinto.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...