Chiese aperte in zona rossa, le disposizioni dell'Arcivescovo di Salerno

Niente cori, stop a Comunioni e Matrimoni

Redazione Irno24 14/11/2020 0

Dal 15 novembre 2020, essendo la Campania inserita tra le “zone rosse”, a partire dalla stessa data e fino a nuove indicazioni, nella Diocesi di Salerno-Campagna-Acerno l'Arcivescovo Bellandi dispone quanto segue:

Le chiese possono rimanere aperte e si continuino a celebrare le SS. Messe con il concorso di popolo. Le celebrazioni della Liturgia delle Ore, le adorazioni eucaristiche, i rosari sono consentiti solo negli stessi spazi e con l’adozione delle stesse misure previste dalle Indicazioni per le Messe. È necessario che i fedeli si rechino solo nella chiesa nelle vicinanze della propria abitazione o al massimo all’interno del proprio Comune.

Se sottoposti a controllo da parte delle Forze di polizia, nello spostamento tra la loro abitazione e la chiesa e viceversa, dovranno esibire l’autodichiarazione in cui dichiarano nella causale “situazione di necessità”. Gli spostamenti dei sacerdoti sono invece giustificati da “comprovate esigenze lavorative”. Si concelebri solo in caso di vera necessità pastorale e concelebrino i consacrati che vivono nella stessa casa.

Sacristi, organisti e coloro che svolgono un servizio liturgico, retribuiti o volontari, se sottoposti a controllo da parte delle Forze di polizia nel tragitto tra la propria abitazione e la chiesa e viceversa, potranno anch’essi esibire l’autocertificazione in cui si dichiara nella causale “comprovate esigenze lavorative”.

Vista la situazione epidemiologica, i cori non potranno prestare il loro servizio durante le celebrazioni. Può essere prevista la presenza di un organista e un massimo di tre cantori che dovranno mantenere tra loro una distanza interpersonale laterale di almeno 1 metro e almeno 2 metri davanti e dietro. I cantori saranno distanti due metri in ogni direzione dalle altre persone e dall’assemblea liturgica. Le distanze indicate possono essere ridotte solo ricorrendo a barriere fisiche, anche mobili, adeguate a prevenire il contagio tramite droplet. I cantori terranno sempre la mascherina.

Sono sospese le celebrazioni delle Cresime e delle Prime Comunioni. La celebrazione dei Matrimoni è sospesa. Eccezionalmente si potrà derogare al divieto chiedendo autorizzazione alla Curia e comprovando la richiesta con motivazioni di grave necessità. La celebrazione del Battesimo è consentita, al di fuori della S. Messa e alla presenza dei soli padrini e dei familiari più stretti. Il sacramento della Penitenza sia amministrato in luoghi ampi e areati, che consentano a loro volta il pieno rispetto delle misure di distanziamento e la riservatezza richiesta dal sacramento stesso. Sacerdote e fedeli indossino sempre la mascherina.

Le Esequie sono consentite e si celebrino solo negli stessi spazi e con l’adozione delle stesse misure previste dalle Indicazioni per le SS. Messe. In occasione di un funerale, possono spostarsi per raggiungere il luogo della celebrazione – superando il limite della “ragionevole vicinanza” – solamente gli stretti familiari. Sono vietate le esequie di defunti a causa del Covid-19. Rimane consentita, qualora espressamente richiesta, una benedizione del feretro al passaggio davanti alla Chiesa o all’ingresso del cimitero, sempre alla presenza degli stretti congiunti.

La visita ai malati dei Ministri della Comunione Eucaristica è sospesa. I sacerdoti potranno rendersi disponibili solo in caso di situazioni gravi e laddove richiesti per l’amministrazione della Confessione, dell’Unzione e del Viatico. Per portare la Comunione ai malati che per lungo tempo non possono venire in chiesa, i Parroci – valutandone l’opportunità – potranno affidare questo compito a un parente convivente con il malato che sia fidato e conosciuto dai Sacerdoti della Parrocchia. Ogni tipo di catechesi e di riunione in presenza è sospesa. Si Continua solo in modalità a distanza (online).

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 18/12/2020

Da Salerno Pulita appello ai negozianti per il corretto conferimento dei cartoni

Durante il periodo natalizio c’è un maggiore conferimento di cartone da parte delle attività commerciali. Salerno Pulita rivolge un appello ai negozianti tutti affinché collaborino per contribuire al decoro della città e per facilitare quanto più possibile le operazioni di raccolta da parte degli operatori.

E’ bene ricordare, infatti, che l’ordinanza sindacale del 17 marzo 2016 (prot. 0048420) in materia di raccolta differenziata prevede che i commercianti solo nei giorni di martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato, alla chiusura pomeridiana dell’esercizio, possono disfarsi dei cartoni, che “devono essere asciutti, piegati, legati e depositati a pie' di negozio”.

Il giovedì, ma solo all’orario di chiusura dell’esercizio, i negozianti possono conferire anche la carta. Dunque, ricapitolando, i commercianti possono disfarsi dei cartoni tutti i giorni, dalle ore 13 alle 14, escluso la domenica e i lunedì.

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/03/2020

Sostegno attività danneggiate, Comune di Salerno delinea misure ad hoc

Il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, e l’Assessore al Commercio, Dario Loffredo, hanno convocato e svolto una riunione per delineare un pacchetto d’interventi a sostegno delle categorie economiche danneggiate dalle restrizioni inerenti il Coronavirus, con particolare riguardo per le filiere del commercio, dell’artigianato e dei servizi, della ristorazione e del tempo libero.

Il Comune di Salerno varerà, nei prossimi giorni, tale pacchetto d’aiuti che prevede anche, a titolo esemplificativo, misure inerenti tributi comunali come la TOSAP. Tale pacchetto, al quale sta lavorando l’amministrazione comunale, terrà conto delle linee guida e degli interventi che saranno adottati e messi in campo dal Governo e dalla Regione.

A tale riguardo, il Comune di Salerno ha attivato una cabina di regia per coordinare iniziative ed interventi. Il gruppo di lavoro ha già fissato una serie di proposte concrete inviate, come richiesto, al Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, per la predisposizione di opportuni piani di aiuto e sostegno.

Leggi tutto

Redazione Irno24 16/05/2021

Salerno, rissa fra adolescenti sul Lungomare: sedicenni feriti si rifugiano in fast food

Ieri sera, alle ore 21:20 circa, gli Agenti della Polizia di Stato sono intervenuti in Lungomare Trieste a Salerno, presso un noto locale “fast food”, per la segnalazione di una rissa a seguito della quale due ragazzi avevano cercato “rifugio” all’interno del locale, inseguiti da un gruppo di altri giovani.

La richiesta d’intervento è giunta dalla responsabile del locale tramite il numero d’emergenza 112: gli equipaggi della Sezione Volanti sono intervenuti sul posto mentre una parte dei giovani, all’udire delle sirene della Polizia, è fuggita. Immediati i soccorsi per i due sedicenni, che hanno riportato ferite al gluteo e alla coscia, causate da un oggetto acuminato nella colluttazione e sono stati trasportati al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Salerno.

Sono in corso le indagini della Squadra Mobile per accertare la dinamica dell’evento, l’identità degli aggressori e il ruolo dei giovani identificati: dalla visione dei filmati e dalle sommarie informazioni testimoniali emerge che la rissa sia iniziata sul Lungomare Trieste, nei pressi della zona di Santa Teresa, e la violenza è poi continuata all’esterno del fast food.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...