Covid, lettera della Uil a Regione e Ruggi: "Necessario un tavolo di crisi provinciale"

Risulta indispensabile e strategica l’integrazione tra ospedale e territorio

Raffaele Albano

Redazione Irno24 26/11/2020 0

"Venga istituito un tavolo di crisi provinciale sull’emergenza Covid". E’ la richiesta della Uil Fpl Salerno, tramite una lettera a firma del segretario generale Donato Salvato e di Raffaele Albano per il coordinamento medici. L’appello è rivolto al governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e alla direzione generale dell’azienda Ruggi.

"La Campania – scrivono – ha potuto affrontare con efficacia e determinazione la prima fase del picco della pandemia Covid esclusivamente per l’impegno profuso da tanti operatori nel settore sanitario per garantire la funzionalità dell’assistenza e da tanti altri operatori che con abnegazione hanno dato tutto il proprio impegno per garantire l’efficacia dei provvedimenti regionali.

La fase che si è aperta non può più essere gestita prevalentemente dalla parte del contenimento della diffusione dei contagi, dove l’azione del Presidente De Luca si è mostrata efficace e tempestiva, ma soprattutto dal lato dell’assistenza, dove risulta indispensabile e strategica l’integrazione tra ospedale e territorio per costruire un percorso assistenziale al paziente Covid, che parta dalla presa in carico della Medicina Territoriale con le Usca per il paziente Covid non critico e dal 118 e dalla rete dell’emergenza ospedaliera per il paziente Covid critico, fino a delineare i percorsi delle reti assistenziali interaziendali (oncologica, infarto, ictus, materno-infantile, chirurgia) in cui distinguere per ospedali e territori le aree Covid e non Covid".

"In tale contesto – prosegue la missiva – l’azione del Governo Regionale si scontra con l’estrema confusione con cui nei territori si sta affrontando l’emergenza Covid, con direttive spesso improvvisate e contraddittorie sugli spazi da attivare per i percorsi dedicati, sulle risorse umane e strumentali da utilizzare in queste aree, sulla modifica dell’organizzazione del lavoro, sul diverso utilizzo delle figure professionali.

La complessità delle soluzioni da adottare e la celerità delle decisioni da assumere, per costituire coerenti percorsi assistenziali, non possono prescindere dal coinvolgimento e dall’esperienza dei lavoratori che direttamente e quotidianamente si trovano nelle corsie degli ospedali, sulle ambulanze del 118, nella medicina territoriale per continuare a garantire, pur tra mille difficoltà, il diritto alla salute dei cittadini e per dare, in un momento epidemiologico delicato, agli operatori sanitari serenità e trasparenza nelle direttive, tutela nei riguardi del contagio proprio e dei propri familiari, possibilità di partecipazione ai momenti riorganizzativi".

Da qui la necessità di convocare un tavolo di crisi provinciale, con la Uil che fa appello "a tutte le organizzazioni sindacali firmatarie del Ccnl della sanità pubblica e privata a promuovere una mobilitazione unitaria di tutti i lavoratori della sanità della Provincia per richiedere un tavolo di crisi per l’emergenza Covid della provincia di Salerno, per affrontare in maniera unitaria ed integrata il delicato momento epidemiologico a tutela del diritto alla salute dei cittadini e dei lavoratori della sanità quotidianamente impegnati nell’assistenza".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 21/04/2020

In litoranea per "allenare" il cavallo, sanzionato e segnalato 44enne

Nei giorni scorsi, i Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno hanno sorpreso l’ennesimo trasgressore delle misure di contrasto all’emergenza “Coronavirus” sul litorale della Strada Provinciale 175 (meglio nota come “Litoranea”).

A seguito della segnalazione da parte di una motovedetta della Sezione Operativa Navale di Salerno, in servizio di perlustrazione in mare, le Fiamme Gialle della 1a Compagnia hanno individuato un uomo che, noncurante dei divieti vigenti in materia di spostamenti, passeggiava tranquillamente in sella ad un calesse.

Grande lo stupore dei militari quando, alla richiesta del motivo per il quale si trovasse lì, l'uomo, un 44enne residente a Battipaglia (SA), ha tentato di giustificarsi dicendo che, essendo il suo un cavallo da corsa, aveva necessità di farlo allenare su una superfice morbida che non gli rovinasse gli zoccoli.

I Finanzieri gli hanno contestato la violazione della normativa nazionale sul divieto di spostamento, che prevede una sanzione amministrativa fino a 3.000 euro, e lo hanno segnalato alla ASL competente per l’osservanza della quarantena domiciliare fiduciaria di 14 giorni, imposta dall’ordinanza della Regione.

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/12/2020

Coldiretti, statuetta dell'infermiera anti Covid al Vescovo di Salerno

Coldiretti Salerno e Confartigianato hanno consegnato questa mattina al vescovo di Salerno, monsignor Andrea Bellandi, la statuetta del presepe che raffigura l’infermiera anti-Covid. Si tratta di un’iniziativa nazionale che promuove la consegna del personaggio simbolo dell'anno in tutte le diocesi italiane.

“In questo Natale inedito e molto particolare – afferma Enzo Tropiano, direttore Coldiretti Salerno – abbiamo messo al centro i valori della solidarietà e della generosità testimoniati da coloro che si battono per salvare la vita delle persone ma anche dai tanti agricoltori e imprenditori che con il loro incessante lavoro garantiscono prodotti e servizi indispensabili alle persone.

Come sistema associativo abbiamo contribuito a offrire sostegno alla collettività attraverso numerose iniziative e oggi ci piace testimoniare il nostro ringraziamento al mondo della sanità con questo piccolo ma sentito omaggio all’arcivescovo di Salerno”.

La statuetta è un doveroso tributo agli operatori sanitari che sono in prima linea contro il Covid-19 per salvare vite, ma è anche simbolo di solidarietà, impegno e coraggio delle migliaia di imprenditori che da mesi ogni giorno, silenziosi, tengono duro con grande difficoltà per costruire la rinascita del tessuto produttivo del nostro Paese.

Leggi tutto

Redazione Irno24 21/05/2020

Furto di motorino in "trasferta", bloccato minorenne a Via Vinciprova

Nella serata di ieri, 20 Maggio, a seguito di segnalazione al 112, gli agenti intervenivano in via Vinciprova, a Salerno, per furto in atto di ciclomotore da parte di tre giovani. Dapprima ne avevano forzato la sella, poi avevano rotto a calci il bloccasterzo. Successivamente due di essi salivano sul ciclomotore e si allontanavano a forte velocità mentre il terzo complice, alla vista della Volante, tentava la fuga a piedi ma veniva prontamente bloccato.

Il giovane, privo di documenti, veniva accompagnato in Questura, dove a seguito del fotosegnalamento si appurava la sua minore età. Negli uffici il ragazzo ammetteva le sue responsabilità, riferendo di essere giunto a Salerno dall’hinterland avellinese unitamente a suoi due amici, e di aver poi successivamente rubato il ciclomotore parcheggiato nei pressi della fermata degli autobus in Via Vinciprova.

Il minore, di nazionalità straniera, dopo gli adempimenti di rito veniva accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza di Salerno, a disposizione dell‘Autorità Giudiziaria.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...