Deposito incontrollato di rifiuti pericolosi, sequestro a Via Ligea

L'area ricade nel demanio marittimo ed è utilizzata da un'attività ricettiva

Redazione Irno24 27/03/2020 0

​Nei giorni scorsi, la Provincia di Salerno, attraverso il proprio Nucleo Operativo della Polizia Ambientale, diretto dal Comandante Angelo Cavaliere, nel corso delle regolari attività di controllo e prevenzione dei reati ambientali, ha operato il sequestro di un'area del demanio marittimo ricadente in via Ligea, a Salerno.

"L’area in questione - dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese - è utilizzata da un'attività ricettiva e, al momento del controllo, i nostri agenti hanno riscontrato la presenza di un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi.

È stato quindi disposto il sequestro preventivo, denunciando gli autori dell’illecito all'Autorità Giudiziaria. Il 24 Marzo è stato convalidato il sequestro per cui il N.O.P.A. darà immediato seguito alle conseguenti attività rituali previste".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 18/08/2020

Aggiornati i dati sui rientri, all'Asl Salerno 1700 segnalazioni

L'unità di crisi regionale ha comunicato i dati dei rientri registrati, al 17 agosto, dalle ASL nel territorio della Campania in attuazione della ordinanza 68 del 12 agosto:

ASL NA1 2.850 segnalazioni di rientro e 1.654 telefonate di informazioni, ASL NA2 1.650 segnalazioni e 510 telefonate di informazioni, ASL NA3 996 segnalazioni, ASL BN 449 segnalazioni e 390 telefonate di informazioni, ASL AV 811 segnalazioni, ASL CE 1.138 segnalazioni e 734 telefonate di informazioni, ASL SA 1.702 segnalazioni e 750 telefonate di informazioni.

Per un totale dal giorno 13 di 9.596 segnalazioni di rientro e 4.113 telefonate di informazioni. Dalla giornata di ieri sono stati eseguiti 3.437 tamponi e 141 test sierologici.

Leggi tutto

Redazione Irno24 24/03/2020

Ricetta elettronica dematerializzata anche per i farmaci in DPC

Al fine di limitare la circolazione dei cittadini e ridurre la permanenza degli stessi nelle farmacie e nelle strutture di dispensazione pubbliche, la Protezione Civile, con l’ordinanza 651/2020, ha disposto una serie di provvedimenti per favorire l’ampio utilizzo della ricetta elettronica dematerializzata.

Ha previsto, inoltre, che le Regioni possano applicare le modalità alternative alla consegna fisica da parte del medico del promemoria cartaceo della prescrizione dematerializzata all’assistito anche per i farmaci distribuiti in modalità diverse dall'assistenza convenzionata.

La Regione, pertanto, ha autorizzato l’adozione della ricetta elettronica dematerializzata anche per la prescrizione dei farmaci in Distribuzione Per Conto (DPC) a decorrere dal 24 Marzo 2020. I Medici di Medicina Generale ed i Pediatri di Libera Scelta potranno trasmettere ai pazienti anche queste prescrizioni con modalità previste dall’ordinanza.

Per la prescrizione di un farmaco il paziente dovrà contattare il proprio medico in modalità a distanza (telefono, app, mail) chiedendo che gli venga rilasciata la ricetta dematerializzata e che gli venga comunicato il relativo numero della ricetta elettronica (NRE), che va mostrato al farmacista, insieme con la propria Tessera Sanitaria.

Al proprio medico si può chiedere di ricevere tale numero di ricetta elettronica (NRE) nelle diverse modalità: per posta elettronica (sia mail normale che Pec), allegato al messaggio; via sms o mediante applicazione di telefonia mobile che consenta lo scambio di messaggi ed immagini; con una telefonata: in tal caso il medico fornisce il NRE verbalmente.

Quando il paziente si reca in farmacia deve presentare al farmacista il numero di ricetta ed esibire il proprio codice fiscale. In caso sia stata utilizzata una app, basterà mostrare al farmacista il codice a barre o il numero inviato dal medico.

Leggi tutto

Redazione Irno24 17/10/2020

Covid-19, Asl Salerno sopende tutte le attività eccetto oncologia e le urgenze

Alla luce della preoccupante situazione epidemiologica, l'Asl comunica - in una nota a firma del sovrintendente per l'emergenza Covid, prof. Mario Polverino - l'immediata sospensione di tutte le attività, ad eccezione di quelle d'urgenza, di interesse oncologico e la cui mancata esecuzione può avere un significativo impatto sulla prognosi. Il provvedimento fa seguito alle disposizioni regionali del 5 e del 15 Ottobre inerenti la limitazione e/o la sospensione di ambulatori e ricoveri programmati.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...