Il calcio campano piange Enzo Pastore, ex Segretario Regionale della FIGC

Ha ricoperto anche la carica di Presidente del Comitato Regionale LND

Redazione Irno24 15/07/2021 0

Il calcio campano perde una figura di riferimento, Enzo Pastore, salernitano, in passato Presidente del Comitato Regionale della Lega Nazionale Dilettanti e Segretario Regionale della FIGC.

La notizia della sua scomparsa, avvenuta nel pomeriggio di ieri, all'età di 75 anni, dopo una malattia, ha subito fatto il giro della città. Tantissimi i messaggi di cordoglio per il dirigente salernitano, molto stimato e benvoluto. Anche la Salernitana, con una nota sul proprio sito ufficiale, ha voluto testimoniare la propria vicinanza.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 18/11/2020

Simulavano crediti per non pagare le tasse, frode milionaria coinvolge il salernitano

Al termine di una complessa attività investigativa, conclusa nei mesi scorsi dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno, sono stati individuati 59 contribuenti che, pur di non versare le tasse dovute, hanno fatto risultare l’esistenza di crediti fittizi, ponendo in essere un’evasione fiscale quantificata in oltre 7 milioni di euro.

I Finanzieri di Nocera Inferiore hanno infatti ricostruito il meccanismo fraudolento di cui hanno beneficiato titolari di ditte individuali e società di Salerno e provincia, come pure di altre regioni (dal Lazio alla Basilicata, fino alle Marche, all’Emilia Romagna e al Piemonte), i quali, grazie ad un semplice passaparola, erano riusciti ad entrare in contatto con i materiali artefici della truffa, due soggetti del Vesuviano.

Questi ultimi, pur senza possedere alcuna qualifica professionale (uno era rappresentante di una società, l’altro commesso di un negozio di abbigliamento), si prestavano a compilare e trasmettere, tramite il canale home banking, i tradizionali F24 per conto degli imprenditori, azzerando tutto d’un colpo i debiti con il Fisco. In cambio di modesti compensi, riportavano sistematicamente importi di fantasia nella sezione “crediti”, puramente inventati, che però permettevano nei fatti di compensare quasi del tutto l’ammontare delle imposte dovute. In effetti, il “trucco” consisteva proprio nel non annullare completamente il debito fiscale.

Così facendo, il sistema, ricevuta comunque una notifica di accredito dalle banche, seppur per pagamenti irrisori (parliamo di bonifici anche solo di qualche decina di euro, comunque mai sopra i 100), riconosceva per buoni i pagamenti effettuati, fatte salve le successive verifiche del caso. In assenza di segnali di anomalia sull’autenticità dei crediti dichiarati, una volta verificata l’esattezza dei dati identificativi del contribuente (la partita Iva ed il codice fiscale), si procedeva alla cancellazione delle posizioni debitorie di chi aveva comunque provveduto ad un pagamento, revocando di conseguenza anche gli eventuali atti di accertamento e i pignoramenti adottati.

Nei 26 casi più rilevanti (quelli in cui le indebite compensazioni hanno superato la soglia di rilevanza penale dei 50.000 euro), già un anno fa, è stato eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di immobili, autovetture e liquidità finanziarie, per circa 6 milioni e mezzo di euro, emesso dal G.I.P. di Nocera Inferiore.

Nei confronti dei responsabili, peraltro, è stato di recente disposto pure il rinvio a giudizio, sempre su richiesta della Procura di Nocera. Gli altri 33 contribuenti che, con lo stesso meccanismo, hanno evaso complessivamente più di 700mila euro, subiranno un procedimento amministrativo dell’Agenzia delle Entrate che, oltre al recupero delle imposte evase, comporta l’applicazione di pesanti sanzioni pecuniarie, fino al doppio delle somme illecitamente compensate.

Leggi tutto

Redazione Irno24 15/01/2022

Salerno, aggredisce autista bus e carabinieri: denunciata donna polacca

Nel corso della serata del 14 Gennaio, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Salerno hanno deferito in stato di libertà una 44enne di origine polacca, ritenuta responsabile di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, oltraggio e interruzione di pubblico servizio.

I militari sono intervenuti a Salerno, in Piazza Casalbore, dove un autista di pullman aveva richiesto l’intervento dei carabinieri in quanto lamentava una possibile aggressione da parte di una donna. Durante le fasi dell’identificazione da parte della pattuglia intervenuta, la cittadina polacca, in evidente stato di alterazione psicofisica, avrebbe offeso e colpito anche i carabinieri prima di essere bloccata e condotta presso gli uffici per la redazione degli atti.

L’autista e i militari non hanno riportato lesioni mentre a carico della donna è stato proposto il foglio di via obbligatorio dal Comune di Salerno, oltre alla denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Leggi tutto

Redazione Irno24 11/11/2020

Covid e "contatto stretto", l'infografica dell'Asl Salerno

L'Asl di Salerno, nell'ambito della campagna informativa inerente l'attuale pandemia in corso, e come gestirla con i comportamenti più appropriati, fra i tanti documenti di riferimento ha diffuso un'infografica che chiarisce il concetto di "contatto stretto" con un soggetto positivo al Covid, con eventuale conseguente isolamento e quarantena.

In linea generale, il contatto è considerato "stretto" se è avvenuto a distanza minore di 2 metri e per una durata di almeno 15 minuti. Ma vengono contemplate anche altre casistiche utili a dare più certezze in un periodo di così grande difficoltà.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...