Immobili commerciali, a Salerno nasce commissione per controversie locative

L'attività di mediazione verrà svolta a titolo gratuito

Redazione Irno24 08/07/2021 0

Al termine di un proficuo incontro tra la la CLAAI di Salerno e la Federproprietà Provinciale si è arrivati alla firma di un importante accordo per la costituzione di una Commissione di conciliazione delle controversie locative relative a contratti ad uso commerciale e similare.

La necessità di stilare tale fondamentale atto è nata dalla considerazione che la crisi economica che ha coinvolto tutti i settori, a seguito dell’emergenza pandemica e dei provvedimenti restrittivi di chiusura della maggior parte di attività commerciali ed artigianali, ha determinato il naturale insorgere di controversie tra i proprietari degli immobili dati in fitto e i relativi esercenti che hanno avuto seri problemi nel reperire la liquidità per continuare a pagare i dovuti canoni di affitto.

I ristori del Governo non sono assolutamente stati sufficienti per coprire le gravi perdite subite e in molti casi si è andati avanti, da parte dei proprietari, con l’attivazione di procedure di convalida di sfratto che ora, al termine delle proroghe disposte dal Governo, sono giunte ad imminente attivazione esecutiva. La Claai provinciale, presieduta dal dottor Gianfranco Ferrigno, e la Federproprietà provinciale, con il presidente Avvocato Antonio Elefante, hanno avvertito l’esigenza di avviare un confronto per una migliore e utile gestione della crisi di questi rapporti locativi.

Da qui, la sottoscrizione odierna del protocollo di intesa per la gestione della crisi dei rapporti locativi basato sulla comune volontà di costituire una camera di conciliazione stragiudiziale delle controversie cui le parti del contratto possono rivolgersi liberamente per tentare di raggiungere un'intesa in via preventiva, contestuale o anche successiva alla attivazione delle procedure di sfratto ed alle relative convalide, in maniera tale da conservare il rapporto locativo e, soprattutto, tutelando il tessuto commerciale della provincia salernitana.

La commissione verrà costituita in giorni prestabiliti, secondo un calendario da definirsi, e sarà localizzata presso Enti Locali ed Enti Economici in modo che l’impresa, il commerciante, o il proprietario dell’immobile vi potranno accedere, facendo riferimento alla rispettiva associazione, richiamando il protocollo ed invitando la controparte a mediazione segnalando che in quella sede sarà assistita gratuitamente dal rappresentante della propria categoria.

In tal modo si potranno certamente risolvere con eque mediazioni le controversie. Importante sottolineare che l’attività delle associazioni di categoria e del rappresentante che interverrà nella mediazione verrà svolta a titolo gratuito, cosa, questa, che renderà più agevole il ricorso a tale importante strumento.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 25/04/2020

Bollettino Covid-19 del 24 Aprile, in Campania 25 positivi su 3190 tamponi

L'Unità di Crisi della Regione Campania ha diffuso il bollettino del 24 Aprile: dai dati emergono 25 positivi su 3190 tamponi effettuati, per un totale finora di 4299 positivi su 64521 tamponi effettuati. Nel dettaglio, relativamente alla giornata del 24, l'Ospedale Ruggi di Salerno ha esaminato 619 tamponi, di cui 0 risultati positivi.

Il bollettino campano del 23 Aprile riportava 44 positivi su 3007 tamponi effettuati, al Ruggi erano stati esaminati 542 tamponi, di cui 1 risultato positivo.

Leggi tutto

Redazione Irno24 17/04/2021

Controlli su soggetti sottoposti a misure cautelari, 2 pregiudicati arrestati a Salerno

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato due pregiudicati, all'esito di accurati controlli che hanno consentito di richiedere all’Autorità Giudiziaria un aggravamento delle misure in atto nei loro confronti. Nel primo caso si tratta di S.G., 42enne salernitano, fermato il 10 aprile nel cuore della notte a bordo di un motociclo quando avrebbe dovuto trovarsi ristretto agli arresti domiciliari: la misura era stata adottata poiché ritenuto responsabile di rapina pluriaggravata e simulazione di reato.

Il soggetto aveva tentato di giustificarsi con una non meglio precisata necessità sanitaria, non confermata da successiva visita al Pronto Soccorso del Ruggi dove veniva accompagnato, né da alcuna telefonata al 118. Peraltro, la gravità del comportamento aumenta data la commissione in orario notturno in spregio anche alle norme anti Covid, nonché alla recente condanna subita il 20 gennaio scorso. Per tali motivi è stato disposto l’aggravamento con custodia in carcere.

S.G. inoltre è risultato percettore di Reddito di Cittadinanza, sospeso a seguito delle attività dei militari. Poiché avrebbe dovuto essere sospesa l’erogazione in occasione della sua prima associazione ai domiciliari per rapina pluriaggravata e simulazione di reato, si calcola che abbia percepito indebitamente circa 12000 euro.

Il secondo caso riguarda invece il 37enne salernitano D.G., sottoposto ad obbligo di dimora dalle 21 alle 7. Il 4 aprile scorso i Carabinieri hanno operato due controlli, alle 21.40 ed alle 22.10, senza trovarlo in abitazione, ricevendo risposta dalla sorella che non era rincasato; lo stesso è rientrato solo alle ore 24, in ritardo di ben 3 ore. Non trattandosi della prima violazione, il Tribunale di Salerno ha optato, su input della Sezione Radiomobile dei Carabinieri di Salerno, per l’aggravamento, disponendo gli arresti domiciliari con divieto di uscire e comunicare con persone estranee a quelle conviventi.

Leggi tutto

Redazione Irno24 13/07/2020

Salerno, iniziati lavori di sistemazione del sagrato di Santa Maria a Mare

Sono stati avviati questa mattina, a Salerno, alla presenza del Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, i lavori per la sistemazione del sagrato della Chiesa Santa Maria a Mare nel quartiere Mercatello. I lavori consentiranno la riqualificazione e la messa in sicurezza di un luogo di aggregazione molto importante per il rione.

"La parrocchia è un luogo di democrazia, presidio di legalità, luogo di trasmissione di valori. Così l'abbiamo sempre considerata - scrive il sindaco Napoli - Recintarla significa renderla più sicura. Proteggere questo luogo, affinché conservi la sua caratteristica di luogo di civiltà e di aggregazione, credo che sia un dovere dell'amministrazione. Siamo grati a don Antonio Galderisi, che è custode di questo luogo".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...