La speranza e la ripartenza, un bilancio del 35° Barbuti Festival

Non si è fermata davanti al Covid una delle rassegne più longeve d'Italia

Redazione Irno24 11/09/2020 0

Si è conclusa nel centro storico di Salerno la XXXV edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival”, organizzata dalla Bottega San Lazzaro. E’ tempo di bilanci per una delle rassegne di teatro estivo più longeve d’Italia, che si svolge ogni anno in una location quanto mai suggestiva, l’antica piazza longobarda ormai indissolubilmente legata al teatro all’aperto, dove una targa di ceramica ricorda l’ideatore, Peppe Natella.

Per la prima volta ci si è dovuti confrontare con l’emergenza Coronavirus, con grandi difficoltà già nella fase organizzativa. Tra incertezze, restrizioni, timori, attori e spettacoli in forse, il primo scoglio superato è stato proprio quello dello start: è stata dura far sì che la rassegna ci fosse, che non si fermasse interrompendo un ciclo di 35 anni, che nell’edizione 2020 segnasse la ripartenza andando a dare il suo apporto alla più generale ripartenza dell’estate salernitana.

“In questo – spiega Chiara Natella, direttrice organizzativa – voglio ringraziare il Comune di Salerno, in particolare il Sindaco, Vincenzo Napoli, l’assessore alla Cultura, Antonia Willburger, e l’assessore al Commercio, Dario Loffredo, che non hanno fatto mai mancare il loro sostegno”. Non è stato facile garantire un cartellone per tutto il mese di agosto ed anche oltre, con poche entrate, considerando che per le norme di sicurezza i 300 posti a sedere si sono ridotti a 99.

“Ma tra il sostegno economico del Comune e le entrate dei biglietti, con il pubblico che ci è stato vicino facendoci sentire il suo sostegno, nonché con il calore che ci hanno mostrato gli attori e le compagnie - comprese quelle più importanti che hanno accettato di ridurre il proprio cachet - siamo riusciti a coprire le spese per poter garantire ben tre cartelloni all’interno del Festival”.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 02/07/2022

Riparte il Teatro Arbostella a Salerno, pronta la XV stagione

Sarà presentata alla stampa, alle ore 10 di lunedi 4 luglio, la XV stagione del “Teatro Arbostella Gino Esposito” di Salerno. Dopo due anni di stop, prima a causa della pandemia e poi per i lavori di adeguamento funzionale della struttura, torna l’attesissima rassegna ideata dal compianto direttore artistico Gino Esposito (scomparso a fine aprile 2020), cui è stato intitolato il teatro re-inaugurato lo scorso 20 maggio.

La gestione artistica e organizzativa, curata da Arturo Esposito (figlio di Gino) e dalla presidente Immacolata Caracciuolo, dopo un’attenta scelta delle numerose compagnie che si sono proposte, ha deciso di miscelare esperienza, freschezza e soprattutto qualità nel nuovo cartellone con testi divertenti, ma puntando su compagnie accomunate tutte da una visione personale, originale ed intelligente della risata. Mantenuta inalterata l’impostazione data da anni proprio da Gino Esposito, con la riconferma di gruppi storici, da sempre nel circuito dell’Arbostella.

Lunedì, presso la sala del teatro, saranno illustrati i dettagli dell’intera stagione teatrale, della campagna abbonamenti (con sconti vantaggiosi per alcune categorie) e le numerose iniziative sia del periodo estivo (Arena Arbostella) che invernale (laboratori teatrali adulti/ragazzi, progetto scuole, eventi periodo natalizio). Chiunque vorrà, poi, da lunedì sera e sino al 29 luglio, e dall’1 al 20 settembre 2022, potrà sottoscrivere l’abbonamento a 10 spettacoli al costo di 100 euro. Il botteghino sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle 19.00 alle 21.00.

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/07/2021

Salerno, il Festival dei Barbuti 2021 comincia coi "Musicastoria"

Domani, martedì 27 luglio, alle ore 21:30, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, primo appuntamento della XXXVI edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival” con “I Musicastoria” in “Spasiba”. Ingresso 10 euro (www.postoriservato.it).

Il ricavato andrà alla onlus Salerno Accoglie, l’associazione che cura progetti di accoglienza per i bambini provenienti dagli orfanatrofi bielorussi. Sarà un’emozionante peregrinazione musicale e coreutica che accompagnerà lo spettatore in un viaggio nel tempo, che ripercorre il cammino artistico del gruppo, dai repertori musicali degli esordi fino ai giorni nostri.

Leggi tutto

Redazione Irno24 03/08/2022

Salerno, ai Barbuti "Non ti pago" nell'adattamento di Fornario

Venerdì 5 agosto, alle ore 21:15, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, nell’ambito della XXXVII edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival”, la Compagnia Arcoscenico porterà in scena “Non ti pago”, di Eduardo De Filippo, per la regia e l’adattamento di Rodolfo Fornario.

In scena: Roberto De Angelis, Giusy Esposito, Daniele Alfieri, Rosaria La Femina, Alfredo Venosi, Melina Tagliamonte, Aldo Flauto e Luca Fantarella, Teresa Ruggiero, Claudio Ardia, Massimo Rinaldi, Maria Grazia Testa, Natascia Sica. Organizzazione generale Antonella Quaranta. Ingresso 10 euro.

Spiega il regista Fornario: "Ci siamo avvicinati a questo testo con la dovuta attenzione; come tanti testi eduardiani, molti ne conoscono le battute a memoria e quindi è doveroso avere la giusta cura nel metterlo in scena. A modo mio, pur non toccando l’impianto drammaturgico, mi sono divertito nel mettere in scena una caratterizzazione un tantino 'fuori registro', giusto per sorprendere, piacevolmente, gli spettatori".

La storia è conosciuta. Ferdinando Quagliolo, proprietario di un banco lotto a Napoli, è ossessionato dal gioco del lotto stesso; il suo aiutante, “Aglietiello”, gli dà manforte in questa sua ricerca della combinazione vincente. Un suo dipendente, Mario Bertolini, innamorato di sua figlia Stella, è invece terribilmente fortunato e continua a collezionare vincite su vincite. Il giorno in cui Bertolini vince una quaterna milionaria, si scatena tutta l’invidia e la gelosia di Ferdinando. Di qui l’intreccio che porta al lieto fine della vicenda.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...