Niente alcol in Campania dopo le 22, il TAR conferma l'ordinanza regionale

Prima del virus, 37 ragazzi al Cardarelli per intossicazione alcolica o in coma etilico

Redazione Irno24 01/06/2020 0

La decisione del TAR Campania conferma che l’unica ordinanza in vigore è quella regionale. Essa prevede: orario illimitato per pizzerie, pub e ristoranti; per i bar, dopo le 22, divieto di vendere alcolici per asporto. Dopo questo orario, gli alcolici possono essere consumati o al tavolo o al banco, secondo le norme di distanziamento.

L'Unità di Crisi ricorda che nei mesi scorsi, prima del Covid-19, al Pronto soccorso del Cardarelli sono arrivati per intossicazione alcolica o in coma etilico 37 ragazzi, 20 dei quali fra gli 11 e i 17 anni. Al Santobono si sono registrati 4 ricoveri (un bambino di 11 anni e tre ragazzine tra i 12 e i 14 anni).

E’ importante dunque riaprire progressivamente tutte le attività, ma è un atto doveroso di responsabilità evitare assembramenti e nel contempo cercare anche di tutelare la salute dei minori, in qualche caso addirittura bambini. Si fa appello alle forze dell’ordine perché sia fatta rispettare l’ordinanza e siano perseguiti coloro che somministrano superalcolici a minori.

Il TAR, nello specifico, ha pronunciato in data odierna un decreto di sospensione dell'Ordinanza Sindacale del Comune di Napoli n. 248 del 29 maggio 2020, accogliendo le richieste della Regione. In particolare, il Tribunale si è espresso sulle parti relative al prolungamento degli orari di somministrazione e vendita di alimenti e/o bevande, e di apertura dei relativi esercizi commerciali, in senso difforme, ed ampliativo, rispetto a quanto al riguardo previsto dalla ordinanza del Presidente della Regione Campania n. 53.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 27/11/2022

Bollettino 27 Novembre, in Campania 1200 positivi su 9mila test

L'unità di crisi regionale ha divulgato il bollettino relativo ai contagi da Covid in Campania. I dati si riferiscono al 27 Novembre 2022, ma è importante specificare che il riscontro temporale non va oltre le ore 23:59 del giorno prima (26 Novembre). Su 8914 test complessivi, i nuovi positivi del giorno sono 1216; occupati 17 posti in terapia intensiva.

IL GRAFICO DI IRNO24 CON LA "CURVA" DEI CONTAGI

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/04/2020

Ora è ufficiale: De Luca "sblocca" cibo a domicilio e librerie

Con decorrenza dal 27 Aprile 2020 e fino al 3 Maggio 2020, ferme restando le misure statali e regionali vigenti e fatta salva ogni ulteriore disposizione in considerazione dell’evoluzione della situazione epidemica, su tutto il territorio campano: sono consentite le attività e i servizi di ristorazione - pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie - con la sola modalità di prenotazione telefonica oppure on line e consegna a domicilio e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi. Bar e pasticcerie funzioneranno dalle ore 7 alle ore 14, gli altri dalle ore 16 alle ore 22.

Sono consentite le attività di commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, cartoleria e libri, esclusivamente dalle ore 8 alle ore 14, con raccomandazione di adottare misure organizzative atte a promuovere la modalità di vendita con prenotazione telefonica oppure on line e consegna a domicilio.

Inoltre, nel pomeriggio del 25 Aprile 2020, nella giornata del 26 Aprile 2020 e nella giornata del 1° Maggio 2020, è fatto obbligo di chiusura festiva delle attività di vendita di cui all’allegato 1 del DPCM 10 Aprile 2020, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, fatta eccezione per le farmacie e parafarmacie, le edicole e i distributori di carburante e con la precisazione che i distributori automatici di tabacchi posti all’esterno delle rivendite potranno restare in funzione.

E' quanto disposto dall'Ordinanza Regionale nr. 37 del 22 Aprile 2020.

"Si tratta di un primo passo e di un primo segno di rilancio delle attività economiche - afferma De Luca - secondo una linea di responsabilità e di prudenza, che richiede da parte di tutti il rispetto rigoroso delle regole di tutela della propria e dell'altrui incolumità. Il provvedimento è articolato in maniera da diluire la mobilità nel corso della giornata ed evitare assembramenti.

Sarà fondamentale rispettare tutti i dispositivi di sicurezza, pena sanzioni severe a carico degli inadempienti. Occorrerà utilizzare i prossimi giorni per sviluppare tutte le operazioni di sanificazione e igienizzazione dei locali, in qualche caso chiusi da molte settimane, per sottoporsi a visite mediche e per preparare tutte le certificazioni necessarie dal punto di vista sanitario".

Leggi tutto

Redazione Irno24 27/03/2022

Bollettino 27 Marzo, in Campania 7471 positivi su 44mila test

L'unità di crisi regionale ha divulgato il bollettino relativo ai contagi da Covid in Campania. I dati si riferiscono al 27 Marzo 2022, ma è importante ribadire che il riscontro temporale non va oltre le ore 23:59 del giorno prima (26 Marzo). Su 44264 test complessivi, i nuovi positivi del giorno sono 7471; occupati 42 posti in terapia intensiva.

IL GRAFICO DI IRNO24 CON LA "CURVA" DEI CONTAGI

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...