Primi dati su rientri in Campania, oltre 500 segnalazioni all'Asl Salerno

In totale sono pervenute 2341 segnalazioni di rientro

Redazione Irno24 14/08/2020 0

Sono stati diffusi dalle ASL - si legge nel resoconto dell'unità di crisi regionale - i primi dati dei rientri nel territorio campano, in attuazione dell'ordinanza 68 del 12 Agosto. In totale sono pervenute 2341 segnalazioni di rientro: 1.374 via mail, 967 via telefono. L'ASL di Salerno ha raccolto 547 segnalazioni. Sono stati effettuati 131 tamponi di cui si attendono i risultati.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 04/10/2021

Salerno, sospensione idrica nei rioni collinari rinviata al 13 Ottobre

Ausino SpA comunica che, dovendo eseguire un urgente ed indifferibile intervento di riparazione alla condotta adduttrice integrativa, nel tenimento del Comune di Salerno, è costretta a sospendere l’erogazione idrica a partire dalle ore 22.00 circa del giorno Mercoledì 6 Ottobre.

Interessate le seguenti zone: Ogliara – Montecasino – Via Breccia – Via Fuardo – S. Angelo di Ogliara – Via Cavolella – Palazzine de Maio; Ariella, Pastorano, Casa Roma, Casa Leone, Via Torre Bianca; Rufoli – Giovi Casa Gallo – Casa Gallo di Brignano; Brignano (Superiore, Inferiore, località Piezzo); Via Casa Manzo; Via Altimari – parte alta di Via Sichelgaita.

A partire dalle ore 12 circa del giorno Giovedì 7 Ottobre, a seguito dell’esaurimento dei volumi accumulati nei serbatoi a servizio di Giovi e di Casa Manzo (a tal fine si raccomanda l’utenza di ridurre al minimo i consumi), sarà sospesa l’erogazione idrica anche alle seguenti zone:

S. Nicola – Bottiglieri – Casa Gallo (parte bassa) – Piegolelle – S. Bartolomeo; Croce – Casa Di Giacomo – Casale – Casa de Rosa – Casa D’Amato – Casa Polla – Casa Parisi – Casa Postiglione – Giovi Canali – Casa Rocco – Casa Vicinanza; Casa de Rosa – Incarto – Ponte Guazzariello – Altimari; Via Panoramica – Via Casa Marsiglia di Giovi – Via Vecchia di Giovi.

Si segnala altresì che potrebbero inoltre verificarsi depressioni idriche nelle zone di Matierno. Salerno Sistemi porrà in essere tutte le misure tecniche (manovre sulla rete e attivazione impianti di sollevamento) per limitare l’utenza interessata dalla sospensione. Il ripristino del regolare esercizio per la rete distributiva servita da Salerno Sistemi è previsto per le ore 06.00 del giorno Venerdì 8 Ottobre.

A CAUSA DELLE PREVISIONI METEO SFAVOREVOLI, L'INTERRUZIONE IDRICA E' RINVIATA AL 13 OTTOBRE, A PARTIRE DALLE ORE 20:00

Leggi tutto

Redazione Irno24 04/05/2022

Salerno, istanze per esenzioni e riduzioni Tari 2022 entro il 30 Giugno

L'Amministrazione Comunale di Salerno informa i contribuenti che entro il 30 giugno 2022 potranno essere presentate le istanze di esenzione e riduzione della Tari 2022. Sul sito del Comune (questo il link) sono presenti i modelli di domanda, assieme all’elenco dei Patronati e i Centri di Assistenza Fiscale (C.A.F.) con i quali l’Ente ha sottoscritto apposita convenzione per garantire, senza oneri, assistenza e supporto nella compilazione e trasmissione.

Le istanze, debitamente compilate e corredate dalla documentazione da cui risultino i requisiti e le condizioni previste dal regolamento comunale, potranno essere presentate: a) via pec all’indirizzo tari@pec.comune.salerno.it; b) presso i Patronati e i CAF convenzionati con l’Ente; c) presso lo sportello al pubblico sito all’ingresso del Settore Tributi - via Giacomo Costa n. 2 - nei giorni martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.30 alle 16.30.

Informazioni potranno essere chieste: via e-mail all’indirizzo a.vaccaro@comune.salerno.it; via telefono ai numeri 089663614 e 089663611 nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.30 alle 16.30. Non sarà consentito l’accesso agli Uffici della Tari per avere informazioni.

Leggi tutto

Redazione Irno24 27/10/2021

Servizi salute mentale Asl Salerno, i sindacati dichiarano lo stato di agitazione

«Riorganizzazione dei servizi di salute mentale Asl Salerno? Più che una ottimizzazione dei servizi è il ridimensionamento delle attività con la chiusura notturna e la presa in carico totale, per qualsiasi problema dei pazienti psichiatrici, nei Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura». Lo affermano i segretari generali Antonio Capezzuto (Cgil Fp), Pietro Antonacchio (Cisl Fp) e Donato Salvato (Uil Fpl).

«Il territorio che dovrebbe essere valorizzato anche in considerazione delle enormi opportunità contenute nella riforma della sanità distrettuale nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, viene smembrato non per miglioramento dei servizi, ma solo per mero calcolo economico. In sfregio a corrette relazioni sindacali, il direttore del dipartimento, Giulio Corrivetti, ha deciso di dare uno schiaffo a lavoratori, utenti e organizzazioni sindacali non rispettando gli accordi sottoscritti, mostrando una inadeguata e scarsa capacità a gestire il confronto, per il quale si è sottratto lasciando le disamine del negoziato ai dirigenti periferici che lo hanno sostituito».

«I punti che si dovevano discutere – puntualizzano i segretari – riguardavano elaborazione di una carta dei servizi, predisposizione del pagamento della indennità di premialità Covid per tutte le unità operative di salute mentale, rivisitazione degli impianti regolamentari del 2019 per verificarne l’osservanza, regolamentazione interna per interventi di trasporto di utenti, attivazione di posti letto previsti dal piano di programmazione aziendale, riorganizzazione e ristrutturazione dei servizi psichiatrici territoriali sulle 24 ore, definizione della dotazione organica dipartimentale di tutte le strutture centrali e periferiche;

istituzione di posti letto, adeguamento degli organici con personale socio assistenziale e tecnico amministrativo, definizione del protocollo sulla contenzione, definizione del protocollo del Long Active, rideterminazione della quota di reperibilità notturna e festiva, definizione di una progettualità aziendale con relativo utilizzo delle risorse aggiuntive regionali finalizzate alla riduzione delle liste d’attesa, regolamentazione interna sulle modalità di timbrature in entrata ed uscita per le chiamate in reperibilità;

creazione di una commissione di verifica e di controllo delle attività delle cooperative a cui sono state esternalizzate ad integrazione di particolari attività di servizi, modalità operative e dotazioni organiche, rispetto delle norme contrattuali nell’affidamento di funzioni, verifica immediata dello stato di tutte le strutture, istituzione di posti letto Covid a Scafati, istituzione di un servizio delle professioni sanitarie a livello dipartimentale e articolazioni periferiche, informazione del numero dei posti letto attivati per ogni singolo presidio, informazione del budget complessivo assegnato al dipartimento relativo agli anni 2019/2020/2021, verifica dell’andamento del lavoro straordinario e sua ripartizione ad ogni singola struttura e servizio.

«Purtroppo il capo del dipartimento – concludono – ha preferito rompere gli indugi e ha lanciato il guanto di sfida. Nel dichiarare lo stato di agitazione si comunica una prima assemblea presso la sede dell’Asl Salerno il 29 ottobre alle 9, nell’ambito del rispetto delle regole del distanziamento e della tutela di tutti i partecipanti, per comunicare gli aspetti e le materie della vertenza in atto. Si andrà sicuramente allo sciopero poiché è scoppiata la pazzia nella psichiatrica dell’Asl Salerno».

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...