Salerno, il Festival dei Barbuti 2021 comincia coi "Musicastoria"

Ricavato della serata alla onlus Salerno Accoglie

Redazione Irno24 26/07/2021 0

Domani, martedì 27 luglio, alle ore 21:30, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, primo appuntamento della XXXVI edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival” con “I Musicastoria” in “Spasiba”. Ingresso 10 euro (www.postoriservato.it).

Il ricavato andrà alla onlus Salerno Accoglie, l’associazione che cura progetti di accoglienza per i bambini provenienti dagli orfanatrofi bielorussi. Sarà un’emozionante peregrinazione musicale e coreutica che accompagnerà lo spettatore in un viaggio nel tempo, che ripercorre il cammino artistico del gruppo, dai repertori musicali degli esordi fino ai giorni nostri.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 23/08/2021

Notte dei Barbuti, la Compagnia del Giullare porta in scena "Femmene"

Martedì 24 agosto, alle ore 21.30, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, nell’ambito de "La Notte dei Barbuti", diretta da Brunella Caputo, la Compagnia del Giullare porta in scena "Femmene", per la regia di Vanni Avallone. Ingresso 10 euro.

Parlare di donne è sempre un rischio. Il terreno è minato e la trattazione non sarà mai, per sua natura, esaustiva. Ma è, allo stesso tempo, affascinante, per chi ritiene che la donna sia la vera forza dell'umanità e che le donne abbiamo un'altra marcia rispetto agli uomini.

C'è più comprensione del mondo femminile di quanto non si creda, pur restando il tutto un'inestricabile dedalo. Il risultato è una serie di ritratti diversi, ma tutti di eccezionale forza. Due attrici intense, Mimma Virtuoso e Antonia Avallone, danno voce e corpo a queste Femmene, restandone a loro volta ammaliate. La fisarmonica struggente del maestro Massimo Amendola e la magica chitarra del maestro Paolo Molinari, curatore anche degli arrangiamenti, esaltano lo spessore alla voce nera di Gaia Bassi, senza limite e senza tempo.

Una piccola nota alla scenografia di Paola Molinari, voluta come una Wunderkammer contemporanea, una stanza delle Meraviglie con i suoi Naturalia e Artificialia ispirata al mondo surreale di Fornasetti, nella quale convivono, come nell'animo femminile, elementi diversissimi e curiosi un'armonia unica e vitale. Il gioco di luci di Virna Prescenzo completa la magia.

Femmene è proprio questo: magia. E fa capire che si nasce Femmene per poi diventare Donne, ma forse sarebbe meglio restare allo stato embrionale. E anche su questo si può discutere. Il passaggio dalla felinità di Femmene alla sottile astuzia di Donne avviene davvero o è solo una leggenda metropolitana? Non ci sono risposte, e non forse non ci sono nemmeno domande. Ci sono le Femmene, e questo basta.

Leggi tutto

Redazione Irno24 23/08/2020

Placido: "Onorato di ricevere a Salerno il premio Natella, amo questo centro storico"

“Sono onorato di ricevere a Salerno il premio Peppe Natella, amo questa città, soprattutto il centro storico dove ho girato Assunta Spina”: sono le parole pronunciate da Michele Placido che, prima di andare in scena sul palco della XXXV edizione del Teatro dei Barbuti, ha ricevuto il riconoscimento dalle mani di Chiara Natella, organizzatrice della rassegna.

“Sto girando un film su Caravaggio a Napoli e avrei voluto scegliere proprio il centro storico di Salerno, che conosco bene, ma non è stato possibile per motivi organizzativi”. Placido ha però lanciato una serie di idee che vorrebbe concretizzare in città, come una rassegna settembrina dedicata al connubio poesia e musica e un evento itinerante nei luoghi sacri tra presepi e brani della tradizione musicale-religiosa legata a Sant’Alfonso Maria de’ Liguori.

Il Premio Natella, che consiste in una scultura ceramica originale del maestro Nello Ferrigno, è stato consegnato a Michele Placido durante la cerimonia di gala condotta da Paolo Romano e Gilda Ricci. Il Premio Natella è tributato ogni anno ad una personalità del mondo dello spettacolo che ha intrecciato il suo percorso con la storica rassegna dei Barbuti. Placido ne ha calcato il palcoscenico nel 1992, durante la X edizione, con “Caffè della stazione” di Luigi Pirandello.

In quella prima occasione rimase incantato dal dedalo di vicoli e dal palcoscenico sotto le stelle dei Barbuti “un luogo davvero affascinante e straordinario che si presta a serate dedicate alla poesia, dove è necessario il silenzio, lontano dal traffico di automobili”. Subito dopo la cerimonia del premio, l’attore e regista è andato in scena con “Serata d’onore”. Con Placido, Gianluigi Esposito (voce e chitarra) e Antonio Saturno (chitarra e mandolino).

Uno spettacolo, tra poesia, musica e racconto, durante il quale l’attore e regista pugliese ha potuto esprimere al meglio le sue capacità declamatorie. Un viaggio tra musica, canzoni, poesia e prosa, attraverso un’antologia d’autore con versi di Dante Alighieri, Gabriele D’Annunzio, Eugenio Montale, Pablo Neruda, Salvatore Di Giacomo, Raffaele Viviani, Eduardo De Filippo e Sergio Bruni.

Leggi tutto

Redazione Irno24 10/10/2020

Marina d'Arechi ospita "Salerno Boat Show" dal 10 al 18 Ottobre

Dal 10 al 18 ottobre 2020, al porto Marina d'Arechi di Salerno, va in scena la quarta edizione della kermesse "Salerno Boat Show". Nove giorni dedicati alla nautica con imbarcazioni di varie tipologie, pronte per essere visitate, vendute ed acquistate; presenti i maggiori cantieri di produzione, aziende specializzate nell'offerta di servizi, arredi ed accessori di interesse per i diportisti.

Nove giorni con dibattiti, iniziative, intrattenimento, con l'obiettivo di diffondere la cultura del mare e i valori comportamentali ispirati alla tutela delle risorse ambientali e paesaggistiche della costa di Salerno.

L'evento - che si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti Covid - è stato promosso al Salone Nautico di Dusseldorf; si prevede che a Salerno ci saranno 100 espositori e 100 imbarcazioni, fra cui la IY 11.98, che ha conquistato il titolo di "Barca dell'Anno 2020" nella categoria "Performance Cruiser" ed è Campione del Mondo ORC in carica.

Apertura al pubblico, con ingresso gratuito, per le giornate di sabato e domenica (10-11 e 17-18 ottobre) dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...