Salerno, over 60 registrati in piattaforma possono vaccinarsi senza convocazione

La comunicazione dell'Azienda Sanitaria Locale

Redazione Irno24 03/05/2021 0

In una nota, l'Asl Salerno fa sapere che gli over 60, a partire dal 3 Maggio, possono recarsi in tutti i centri vaccinali cittadini ed effettuare il vaccino anti Covid senza necessità di convocazione, a patto che siano registrati sull'apposita piattaforma regionale. Per la fascia 50-59, invece, partono le vaccinazioni su convocazione.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 10/02/2021

Il sindaco di Salerno: "Evitiamo che Carnevale e San Valentino siano feste del contagio"

Al termine di un incontro al carcere di Fuorni, cui si riferisce la foto, il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, si è soffermato sulla situazione Covid a Salerno e in particolare la stretta relazione con le scuole. "Aspetteremo i dati che ci verranno forniti, li valuteremo insieme al Prefetto e decideremo insieme con intelligenza, con attenzione alla salute dei ragazzi. Faremo le nostre scelte senza demagogia e con spirito di responsabilità".

In merito agli assembramenti: "Oggi proporrò un tavolo tecnico, dove la città in quadranti sia assegnata zona per zona alle forze dell'ordine. Raccomando ai concittadini, con affetto e sincero trasporto, di evitare che Carnevale e San Valentino si trasformino in feste del contagio".

Leggi tutto

Redazione Irno24 19/06/2020

Traffico di droga, metodo mafioso e ricettazione: 26 arresti fra Salerno, Avellino e Firenze

Nelle prime ore della mattina, nelle province di Salerno, Avellino e Firenze, circa 200 militari del Comando Provinciale di Salerno, supportati dai colleghi del 7° Nucleo Elicotteri di Pontecagnano (SA) e del Nucleo Cinofili di Sarno (SA), hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare - emessa dal GIP del Tribunale di Salerno, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia - nei confronti di 26 indagati (11 in carcere, 9 agli arresti domiciliari e 6 con obbligo di dimora nel Comune di residenza), gravemente indiziati, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti, con l’aggravante del metodo mafioso e della transnazionalità del reato, detenzione e spaccio di stupefacenti, detenzione e porto abusivo di arma, sostituzione di persona, uso di atto falso, falsità ideologica, favoreggiamento personale, ricettazione, minaccia e danneggiamento seguito da incendio.

I provvedimenti scaturiscono da una vasta ed articolata attività d’indagine avviata dal Nucleo Investigativo Carabinieri di Salerno nel mese di giugno 2017 sotto la direzione e con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia. L’attività è risultata particolarmente complessa poiché molti dei soggetti investigati, per eludere i controlli, non hanno esitato a ricorrere all’intestazione fittizia di schede telefoniche a persone ignare ed all’utilizzo di smartphone di difficile intercettazione per condurre i loro traffici illeciti, venendo comunque scoperti.

L’indagine ha permesso di ricostruire l’esistenza di un’associazione a delinquere, con ruoli e competenze ben definite, dedita alla commissione dei suddetti delitti - con una disponibilità di notevoli quantitativi di cocaina, hashish, amnèsia e marijuana - che vantava un canale di rifornimento privilegiato con l’Albania e con l’Olanda (con circa 2 kg di cocaina sottoposti a sequestro).

La compagine criminale gravitava attorno alle figure di spicco di Alfredo Cuozzo e Sabato Di Lascio, entrambi pluripregiudicati per stupefacenti e gravi reati contro la persona, i quali, assurti a veri e propri manager del gruppo, promuovevano e dirigevano l’associazione avvalendosi del metodo mafioso, che palesavano sul territorio di Acerno attraverso una serie di gravi minacce (tra cui l’incendio di autovetture), tese ad allontanare spacciatori e organizzazioni rivali.

L’attenzione degli inquirenti è stata rivolta anche al noto pluripregiudicato Ciro Persico, referente dello storico gruppo delinquenziale del centro storico salernitano (recentemente arrestato nell’ambito di una vasta operazione antidroga, che ha permesso di smantellare un gruppo criminale di 38 persone), chiamato - grazie al suo ascendente criminale - a sostenere le attività di spaccio ad Acerno di Dany Dell'Angelo, divenuto contendente del duo Cuozzo-Di Lascio.

Un ulteriore filone investigativo ha riguardato il “broker” salernitano Fiorenzo Parotti, il quale, pur non essendo organico al sodalizio in esame, ne ha condiviso i canali di rifornimento, a dimostrazione di una collaborazione di più ampio spettro nell’ambito del mercato degli stupefacenti in provincia. Oltre ad essere in contatto con gli stessi fornitori albanesi, Parotti è risultato più volte essere sia fornitore di cocaina che cliente di stupefacenti del tipo leggero a favore del gruppo acernese. Il fatturato mensile dell’impresa criminale si aggirava intorno ai 100mila euro.

Leggi tutto

Redazione Irno24 30/12/2020

Una stanza al B&B come base di spaccio, in arresto coppia di 25enni a Salerno

Una coppia di Salerno, M.C. lui e L.A. lei, entrambi 25enni, in vista dell’approssimarsi del Capodanno avevano affittato una stanza in un Bed & Breakfast da utilizzare come base logistica per smerciare eroina e cocaina.

Gli agenti della Squadra Mobile, da giorni impegnati a monitorare le strutture alloggiative, anche per evitare che diventino luoghi di ritrovo per eludere le misure restrittive finalizzate a contenere il Covid, insospettiti da un andirivieni in un Bed & Breakfast ubicato in pieno centro a Salerno, dopo un appostamento, bloccao M.C. intento a cedere due dosi di eroina ad un giovane del posto.

Fermati i due, ne segue una perquisizione all’interno della camera occupata dallo spacciatore che porta al fermo della coetanea, nonché compagna, la quale viene trovata in possesso di 49 dosi di cocaina e 42 di eroina, oltre a 235 euro in contanti di vario taglio.

I due 25enni sono stati tratti in arresto per detenzione finalizzata allo spaccio di stupefacenti ed associati in regime di domiciliari in attesa della celebrazione della direttissima, mentre l’assuntore è stato segnalato alla Prefettura di Salerno per i provvedimenti amministrativi.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...