Salerno, riapertura termini buoni spesa Covid: le istanze ammesse sono 249

Valore complessivo del sostegno oltre 50mila euro

Redazione Irno24 02/08/2021 0

Dopo verifica delle istanze pervenute - fa sapere il Comune di Salerno in relazione alla riapertura termini dei buoni spesa Covid - sono risultati beneficiari 249 nuclei familiari pari a 1.006 carnet di 5 buoni spesa del valore nominale di 10 euro, per un valore complessivo di 50.300 euro. Sono 347 le istanze escluse.

ELENCO AMMESSI

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 26/10/2021

Salerno, a Santa Teresa fu scontro fra gang: custodia cautelare per 15 minorenni

Nella mattinata odierna, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, la Squadra Mobile di Salerno, la Sezione Polizia Giudiziaria e la Polizia Postale di Salerno hanno dato esecuzione a 15 ordinanze di custodia cautelare a carico di minori, delle quali 10 provvedimenti di custodia presso Istituto Penitenziario Minorile ed altre 5 di collocamento in comunità per i gravi fatti relativi alla violenta rissa del 15 maggio 2021 al centro di Salerno, durante un classico sabato della “movida” giovanile.

I fatti per la loro ampiezza e gravità mettevano a repentaglio la stessa incolumità delle moltissime persone che quel giorno, pacificamente, affollavano le strade. La grave vicenda oggetto d’indagine, in particolare, riguardava lo scontro tra due opposti gruppi di giovani che si erano affrontati colpendosi anche con bastoni, mazze, tirapugni e coltelli tanto che due dei corrissanti venivano raggiunti da fendenti in prossimità di organi vitali.

A seguito di laboriose indagini, svolte attraverso la capillare visione delle immagini videoregistrate da telecamere installate presso alcuni esercizi commerciali, si risaliva all’identità di alcuni dei ragazzi, oggi tratti in arresto, coinvolti nella violenta rissa.

A seguito di tali accertamenti, venivano disposte, nei confronti di tali minori, perquisizioni domiciliari, nel corso delle quali venivano reperiti e sequestrati, a riscontro delle prime risultanze, alcuni indumenti del tutto coincidenti con quelli visibili dai filmati che avevano ripreso alcune fasi della rissa, nonché alcuni strumenti atti ad offendere. Inoltre si procedeva al sequestro di alcuni telefoni cellulari in uso ai suddetti minori.

E grazie all'attività investigativa effettuata sul contenuto di tali apparecchi, si è giunti alla compiuta identificazione dei 15 giovani oggi tratti in arresto, alla ricostruzione dei fatti e delle cause che hanno fatto scatenare la furia dei due opposti gruppi. In particolare, emergeva che la violenta rissa del 15 maggio trovava spiegazione in un’acerrima rivalità tra due opposti gruppi di giovani che da tempo si fronteggiano nella città di Salerno, al fine di affermare secondo logiche tipiche da “gang” il proprio predominio sul territorio.

Così, su richiesta della Procura, il Giudice, ritenuta la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza in relazione alle imputazioni di rissa aggravata per tutti i 15 indagati, e tentativo di omicidio per 10 di loro, ha adottato le misure cautelari oggi eseguite, con la precipua finalità di salvaguardare l’esigenza di tutela della collettività, impedendo, con le restrizioni alla libertà personale dei giovani indagati, la reiterazione di fatti analoghi, trattandosi, come si è detto, non solo di un fenomeno oramai sempre più radicato nella realtà del Distretto, ma reso ancora più allarmante dalla volontà di vendetta da parte dei corrissanti emersa dalle indagini, con il conseguente rischio di incontrollabili e violente reazioni a catena.

Leggi tutto

Redazione Irno24 19/11/2020

Salerno, Prefetto analizza sviluppi emergenza con forze dell'ordine e sindacati

A distanza di alcuni giorni dall’ingresso della nostra regione nella “Zona Rossa”, il Prefetto Francesco Russo ha incontrato questa mattina i vertici delle Forze di Polizia, con i quali ha fatto il punto della situazione in ordine al dispositivo di controllo disposto qualche giorno fa a seguito delle nuove prescrizioni in vigore anche sul territorio salernitano. Le Forze dell’Ordine hanno elevato in questi giorni alcune sanzioni ma è stato evidenziato che nel complesso i cittadini, con grande senso di responsabilità, si sono adeguati alle norme comportamentali.

Nella stessa mattinata, sempre da remoto, il Prefetto ha voluto confrontarsi con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali unitarie per riprendere i lavori della “cabina di regia” istituita presso la Prefettura, strutturata in più sezioni, al fine di dare concrete risposte alle istanze dei rappresentanti delle associazioni di categoria del mondo economico e per far fronte alle necessità derivanti dalle nuove forme di povertà, al fine di evitare che nelle pieghe della debolezza del sistema si insinuino organizzazioni criminali.

Dal confronto sono emersi interessanti spunti in ordine ad alcune tematiche che riguardano, in particolare, l’esigenza di tenere alta l’attenzione delle istituzioni e dei datori di lavoro, per i profili di competenza, sulla scrupolosa osservanza dei protocolli sanitari a suo tempo stipulati per prevenire la diffusione del virus negli ambienti di lavoro; la necessità, in vista della riapertura delle scuole, di programmare la mobilità degli studenti nel rispetto delle regole sempre derivanti dai protocolli sanitari e di pianificare l’effettuazione degli interventi strutturali di manutenzione ordinaria e straordinaria nei plessi scolastici, allo stato chiusi, anche con riferimento alla necessità dell’adeguamento antisismico.

In materia di trasporti, è stato richiesto dai sindacati di porre particolare attenzione al rispetto delle norme per evitare il sovraffollamento, garantire il distanziamento sociale ed effettuare la sanificazione dei mezzi a tutela sia dei lavoratori che dell’utenza.

Il Prefetto ha sottolineato che incontrerà nuovamente i rappresentanti del mondo bancario e finanziario per far sentire a imprenditori e commercianti la vicinanza dello Stato in questo difficile momento, cercando ogni utile strumento allo scopo di agevolare l’accesso alla liquidità legale onde consentire la continuità delle attività produttive. A sostegno delle categorie più deboli, ha inoltre assicurato ai rappresentanti delle Organizzazioni sindacali che, attraverso i referenti dell’ANCI, sensibilizzerà gli Amministratori locali a prestare ancor più attenzione alle istanze dei cittadini per il tramite dei servizi sociali.

Leggi tutto

Redazione Irno24 18/12/2020

Salerno, nuovo stop per Lungomare Trieste e due piazze

Il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, come già accade da tempo, ha ordinato la chiusura dalle ore 8,30 di sabato 19 dicembre e fino alle ore 6 di lunedì 21 dei viali del Lungomare Trieste, nonché la chiusura dalle ore 17,00 alle ore 22,00 del sabato e della domenica di Piazza Abate Conforti e Piazza San Francesco, lasciando il libero accesso agli esercizi commerciali e alle abitazioni.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...