"Verdi sotto le stelle", Cavalleria e Pagliacci all'Anfiteatro Ghirelli

Serate in programma il 25, 28 e 29 Agosto dalle ore 20:00

Redazione Irno24 24/08/2021 0

Torna la stagione lirica sotto le stelle del Teatro Verdi di Salerno. Dopo il successo di Tosca, tre altre grandi serate di musica ed emozioni con l’amatissimo dittico Cavalleria Rusticana e Pagliacci affidati alla bacchetta di Daniel Oren ed alla regia di Riccardo Canessa.

Tre le serate in programma il 25, 28 e 29 agosto con spettacoli a partire dalle ore 20:00 nella suggestiva location dell’Anfiteatro Ghirelli nel Parco Urbano dell’Irno. La stagione lirica del Teatro Verdi di Salerno è sostenuta dalla Regione Campania.

“Cavalleria e Pagliacci – dichiara il direttore artistico Oren – sono due capolavori che mettono in scena passioni intense. Lo sviluppo della vicenda descrive un affresco della condizione umana coinvolgente, mettendo in scena enormi pulsioni interiori”.

“Siamo particolarmente orgogliosi – afferma il Sindaco Napoli – della nostra programmazione estiva. Nel pieno rispetto delle prescrizioni anti Covid stiamo offrendo ogni sera spettacoli ed eventi per tutti i gusti, aumentando anche le location. Dopo l’Arena del Mare e l’Anfiteatro Ghirelli ci aspettiamo grande successo anche per la nuova Arena del Mercatello”.

In seguito all'entrata in vigore del Decreto Legge 24 luglio 2021 n. 105, l'accesso agli spettacoli sarà consentito esclusivamente agli spettatori muniti di mascherina e green pass o di altro certificato previsto dalla legge. Si consiglia di anticiparsi (rispetto all'orario di inizio) per permettere al personale addetto di effettuare i controlli con calma e precisione.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 07/02/2020

Francesco Petti rilegge "Otello" tra maschere e parole

“Si parla, nell’Otello, si parla tanto. Fino a morire di parole. Fino al grande silenzio che accompagna le morti ingiuste, quelle dei più deboli, dei più indifesi. Ed è proprio sulle debolezze, sulle insicurezze, sulle parti molli che il game master di questo tragico gioco agisce”.

Così Francesco Petti descrive la sua versione dell’Otello che andrà in scena Sabato 8 febbraio, alle ore 21, e Domenica 9, alle ore 18:30, al Piccolo Teatro del Giullare di Salerno (con repliche il 15 e 16 Febbraio). La celebre tragedia di Shakespeare trova nella rilettura registica di Petti un suo nuovo modo di essere rappresentata.

Tre gli attori in scena: Carlo Roselli (Otello), Andrea Bloise (Iago) e Annalaura Mauriello (Desdemona). I costumi sono di Paolo Vitale; il disegno luci di Virna Prescenzo; la scenografia di Francesco Maria Sommaripa, le maschere di Alberto Ferraro.

Lo spettacolo, prodotto dalla Compagnia del Giullare, diventa in questo lavoro “quasi un gioco”, come lo stesso Petti lo definisce, “ma con un finale tragico. Un gioco a nascondersi, a scoprirsi, a scoprire i lati più oscuri di se stessi, a riflettersi in specchi deformanti, un gioco di parole. Il nostro Otello punta al cuore di questa storia d’inganni, mettendo sulla scena solo i protagonisti principali del play shakespeariano”.

Leggi tutto

Redazione Irno24 13/11/2021

Rassegna teatrale "Social Art" a Mercato San Severino

Alla frazione Piazza del Galdo di Mercato San Severino, presso l'ex tabacchificio in Via Cirillo, parte la rassegna teatrale "Social Art". In tutto sono 6 gli spettacoli in programma (locandina allegata), fra il 26 Novembre 2021 e il 15 Gennaio 2022. Ingresso gratis con prenotazione obbligatoria.

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/08/2020

"Barbuti Festival", Salerno legge Napoli tra poesia e prosa

Lunedì 24 agosto 2020, alle 21.30, in largo Santa Maria dei Barbuti, nel centro storico di Salerno, nell’ambito della Notte dei Barbuti, per la XXXV edizione del “Barbuti Festival”, va in scena lo spettacolo “Salerno legge Napoli”, con Giovanni Caputo, Salvatore Albano, Marco De Simone, Teresa Di Florio, Augusto Landi e Cinzia Ugatti. A cura di Giovanni Caputo (ingresso 10 euro www.postoriservato.it).

Partendo dalle suggestioni che ci creano continuamente la poesia, il teatro, l'arte napoletana e salernitana, come una lettera d’affetto e d’amore che da Salerno arriva a Napoli, attraverso versi e prose di autori come Di Giacomo, Viviani, Eduardo, Somma, D’Alma Talento, Rizzo e molti altri, nasce questo spettacolo che è una dichiarazione di stima tra le due città.

Con la magia dei versi e delle prose si crea una sinergia profonda che è un messaggio di fratellanza, in un periodo storico in cui tutto si divide e si distanzia. Con questo reading si cerca di unire con la parola della tradizione napoletana e salernitana.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...