Terminati all'Istituto Trani di Salerno i lavori di messa in sicurezza

Il prospetto presentava l'intonaco ammalorato con rischio di distacco

Redazione Irno24 11/05/2021 0

La Provincia di Salerno ha ultimato i lavori di miglioramento della sicurezza dell'Istituto Professionale Trani di Salerno, nell'ambito del Finanziamento della Regione Campania denominato Fondo diritto allo studio ex Legge Regionale n. 3/2017 DGR n. 564/2018.

"Abbiamo concluso - dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese - al Trani di Salerno i lavori di rifacimento della facciata esterna dell'Istituto. Il prospetto presentava l'intonaco ammalorato con conseguente rischio di distacco. Con questi lavori abbiamo eliminato il pericolo e riqualificato l'edificio scolastico.

L'intervento è stato coordinato dal settore Edilizia scolastica e Patrimonio, diretto da Angelo Michele Lizio, con il supporto del consigliere provinciale delegato all'edilizia scolastica Antonio Sagarese e consente alla Provincia di Salerno di tutelare il diritto allo studio e la sicurezza della nostra comunità scolastica".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 29/01/2021

L'aumento di casi Covid a Salerno preoccupa De Luca

Nel consueto appuntamento del Venerdì, in diretta streaming, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, si è soffermato in particolare sull'elevato numero di casi registrati in alcune città campane.

Il riferimento va soprattutto a Torre Annunziata, Napoli e Salerno: il numero di positivi ogni 100mila abitanti, infatti, desta preoccupazione nel Governatore, che stigmatizza il rilassamento generale e paventa il passaggio alla zona rossa se non si tornerà ad assumere comportamenti rigorosi. La situazione potrebbe ulteriormente complicarsi con il rientro in aula delle superiori.

Sui vaccini, invece, De Luca ipotizza che la campagna vaccinale si concluderà nel 2022 se le forniture resteranno quelle attuali, cioè inferiori a quelle di cui si avrebbe bisogno per effettuare la doppia somministrazione.

Leggi tutto

Redazione Irno24 22/11/2020

Consueti controlli di fine settimana nel salernitano, sanzionate 18 persone

Intensificati in questo week-end i controlli delle Forze dell’Ordine, già in corso durante tutta la settimana, in attuazione delle indicazioni emerse in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto di Salerno.

Questi i risultati, fra capoluogo e provincia: 880 persone e 594 veicoli controllati, 18 persone sanzionate per mancato uso mascherina, 297 esercizi pubblici controllati, di cui uno solo sanzionato per mancato rispetto della normativa anti Covid (un bar a Battipaglia, sottoposto a chiusura temporanea in quanto permetteva la consumazione di bevande all’interno dell’esercizio).

Gli operatori delle forze di polizia e dell’Esercito hanno controllato anche il rispetto delle limitazioni imposte alla mobilità personale, in quanto nell’area di riferimento è vietato ogni spostamento. Controllate anche le autocertificazioni e gli eventuali altri documenti alla base dello spostamento. Monitorati parchi, ville recintate ed altre aree pedonali soggette a vari limiti di accesso.

Leggi tutto

Redazione Irno24 04/07/2021

"La Mensa di San Demetrio non chiude", precisazione di Monsignor Salerno

"La mensa San Demetrio non chiude. La Venite Libenter voleva chiudere il 30 maggio scorso e poi ha abbandonato il servizio domenica 27 giugno lasciando da solo il gruppo mensa di San Demetrio che ha comunque svolto regolarmente il suo servizio". Replica così il parroco uscente di San Demetrio, Monsignor Mario Salerno, al referente dell'associazione Venite Libenter, Rossano Braca.

Al suo post social, Monsignor Salerno allega uno screen WhatsApp con l'ultimo messaggio da lui inviato al Gruppo Mensa da cui si evince "che il nuovo parroco, sempre disponibile a continuare il servizio, incontrerà tutti coloro che vogliono collaborare anche delle altre parrocchie".

"Per il resto - chiude l'ex parroco di San Demetrio - non rispondo ad elucubrazioni mentali del tutto gratuite e tanto meno a commenti che mi vengono riferiti essendo stato bloccato già dal 12 giugno scorso. I rancori e i risentimenti non mi appartengono e tanto meno le bugie. Ognuno di noi ne darà conto a Dio".

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...