De Luca: "Da Lunedì mascherina obbligatoria fuori casa, chi non la indossa è una bestia"

Ogni 2 settimane, l'Unità di Crisi farà verifiche per capire gli effetti dei primi allentamenti

Redazione Irno24 01/05/2020 0

Durante il consueto intervento in streaming, il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha annunciato che dal 4 Maggio sarà obbligatorio l'uso delle mascherine sul territorio campano.

Ha precisato, inoltre, che al momento l'unica attività motoria consentita è la passeggiata: in particolare, l'orario serale (19-22) è stato pensato per dare un po' di respiro alle famiglie con bambini, per camminare in tranquillità e in sicurezza. E' esclusa, al momento, l'attività della corsa, pericolosa a causa dell'emissione copiosa di gioccioline di saliva. Probabilmente, nei prossimi giorni, verranno individuate delle aree dedicate (parchi e isole pedonali) dove permettere lo svolgimento anche di questo tipo di disciplina.

"Chi non indossa la mascherina è una bestia - ha chiosato senza mezzi termini il Presidente - e verrà sanzionato perchè facilmente individuabile come trasgressore". Ogni due settimane, l'Unità di Crisi farà verifiche per capire gli effetti dei primi allentamenti.

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 05/11/2020

Bollettino Covid 5 Novembre, in Campania 3888 nuovi positivi

L'unità di crisi regionale ha diffuso, come avviene quotidianamente da mesi a questa parte, il bollettino relativo ai contagi da Coronavirus in Campania. Il bollettino riguarda il 5 Novembre ma il riscontro temporale, è sempre importante ricordarlo, fa riferimento alle ore 23:59 del giorno precedente (in questo caso 4 Novembre).

Positivi del giorno: 3888 (Asintomatici: 3678 - Sintomatici: 311)

Tamponi del giorno: 21684

Deceduti del giorno: 15

Guariti del giorno: 397

Posti letto di terapia intensiva occupati: 175

Posti letto di degenza occupati: 1569

Leggi tutto

Redazione Irno24 02/10/2020

De Luca annuncia altri 392 positivi ma invita alla razionalità: ecco perchè

Nel corso del consueto appuntamento in diretta streaming del Venerdì, il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha "anticipato" il bollettino, annunciando 392 nuovi positivi nella nostra regione. Tuttavia, De Luca ha anche invitato i campani ad essere razionali e non angosciati. E lo ha fatto spiegando alcune sostanziali differenze rispetto alla situazione di Marzo.

I contagiati, ad esempio, sono pressochè tutti asintomatici, si fa meno ricorso alle terapie intensive, la carica virale del Covid è minore. De Luca, sulla base delle valutazioni proposte dagli epidemiologi, ha riferito che il rialzo dei contagi è collegato - dopo le riaperture e lo sblocco della mobilità fra regioni - all'alta densità abitativa della Campania, elemento oggettivo di rischio e fragilità che il Governatore ha sempre sottolineato sin dall'inizio dell'emergenza.

"Il 65% dei positivi degli ultimi giorni - precisa De Luca - lo si ritrova nel territorio dell'ASL Napoli 1, Napoli 2 e Napoli 3. La maggior delicatezza è nell'area di maggiore concentrazione della popolazione". Altra spiegazione oggettiva è che "le regioni del Nord sono uscite dall'emergenza pesante molto più tardi, quindi avranno un ritardo nella ripresa di contagio autunnale; c'è uno sfalsamento dei tempi". Terza ragione oggettiva lo screening molto più ampio di quanto prescritto dal Ministero della Salute. "Una ricerca quasi ossessiva dei positivi, per evitare successivi focolai incontrollati".

Ovviamente, però, l'aumento dei numeri si spiega anche con comportamenti soggettivi irresponsabili - fra feste e assembramenti - che si sono diffusi da Agosto in poi "come fosse dilagata l'idea che il Covid non ci fosse più. Ci vuole un ritorno rapido al rigore individuale, perchè abbiamo due nuove aggravanti rispetto a Febbraio: la riapertura delle scuole e l'arrivo dell'epidemia influenzale".

Il Governatore ha mostrato una foto di un assembramento davanti ad una scuola salernitana e un video di una festa fra giovanissimi nel centro storico di Napoli, in cui tutti ballavano e brindavano senza nessuna protezione: fra essi sono stati rilevati 30 positivi. "Se abbiamo centinaia di queste iniziative irresponsabili, il problema diventa grave. L'Asl, per questi 30 ragazzi, ha dovuto ricostruire tutti i contatti fra amici, familiari e parenti, cioè significa 120-150 persone da controllare coi tamponi".

"Altro elemento soggettivo che motiva l'incremento dei casi - afferma De Luca - è la totale assenza di controlli; un dato scandaloso l'assenza totale delle forze dell'ordine nell'attività di controllo sul territorio in relazione al rispetto delle ordinanze, centrali e regionali".

Leggi tutto

Redazione Irno24 31/07/2020

Al ristorante almeno un documento per ogni tavolo, c'è l'ordinanza

Con l'ordinanza n. 64, firmata dal Presidente Vincenzo De Luca, si confermano, fino al 9 agosto 2020, salvo ulteriore proroga o modifica in conseguenza dell’andamento della situazione epidemiologica, le disposizioni dell’Ordinanza precedente anche in materia di uso delle mascherine di protezione e per quanto riguarda le sanzioni previste in caso di inosservanza (pena pecuniaria di euro 1.000).

L’ordinanza conferma, altresì, fino alla stessa data, tutte le misure dei Protocolli di sicurezza approvati con precedenti ordinanze per le singole attività economiche e sociali, peraltro specificando l’obbligo, per i ristoratori e i gestori di discoteche e locali consimili, di individuare almeno un soggetto per tavolo o per gruppo attraverso idoneo documento di identità, al fine della maggiore tempestività della ricostruzione di eventuali “contatti stretti” di eventuali nuovi soggetti positivi. Con i protocolli già in atto, restano aperte le discoteche sia pure con norme di sicurezza e penalità rafforzate.

L’ordinanza dispone anche che le Asl competenti dovranno effettuare i controlli sanitari (rilevazione della temperatura, tamponi e/o test sierologici) dei soggetti provenienti da Paesi esteri a maggior rischio, direttamente nei principali luoghi di arrivo (aeroporto, stazione centrale, terminal dei vettori del trasporto su gomma, anche privati), al fine di impedire il transito incontrollato di eventuali soggetti positivi sul territorio.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...