De Luca: "Situazione Covid tranquilla, niente preoccupazioni se siamo responsabili"

Sul litorale domizio e a Pisciotta i fenomeni più rilevanti

Redazione Irno24 27/07/2020 0

Il Governatore della Campania fa il punto sul Covid in Campania, precisando che i contagi riscontrati oggi, 27 Luglio, (in realtà il riferimento è sempre alle 23:59 del giorno prima) sono 14. "I fenomeni più rilevanti - afferma De Luca - sono relativi ad un campo di extracomunitari sul Litorale Domizio e al piccolo focolaio di Pisciotta. Per il resto la situazione è normale e tranquilla, non c'è alcuna preoccupazione a condizione che siamo responsabili".

Potrebbero interessarti anche...

Redazione Irno24 15/07/2020

La cultura dell'espresso napoletano si candida a patrimonio Unesco

La giunta regionale ha trasmesso alla Commissione italiana per l'Unesco il dossier di candidatura “La cultura del caffè espresso napoletano” che avvia la procedura di iscrizione nella lista del Patrimonio culturale immateriale Unesco. Si tratta di una candidatura di grande rilievo, pienamente in linea con l'importante lavoro svolto per il riconoscimento, da parte dell'Unesco, delle più significative tradizioni agroalimentari.

Il caffè in Italia non è soltanto una bevanda ma esprime una vera e propria cultura, un rito tutto napoletano che ha dato vita a tradizioni diffuse ovunque, come quella del caffè sospeso che evoca il senso dell'ospitalità, solidarietà e convivialità. Il dossier, redatto da un gruppo di esperti professori universitari, antropologi e giuristi, sintetizza questa dimensione e racconta il valore identitario della cultura del caffè, per i napoletani, i campani, e tutti gli italiani.

Leggi tutto

Redazione Irno24 26/08/2021

Bollettino 26 Agosto, in Campania 696 positivi su 16mila test

L'unità di crisi regionale ha diffuso, come ogni giorno da più di un anno, il bollettino inerente i contagi da Covid in Campania. Il bollettino riguarda il 26 Agosto 2021, ma è sempre necessario specificare che il riferimento temporale non va oltre le ore 23:59 del giorno prima (25 Agosto).

- Positivi del giorno: 696
- Tamponi del giorno: 16215
- Posti letto di terapia intensiva occupati: 21
- Posti letto di degenza occupati: 361

Leggi tutto

Redazione Irno24 29/10/2020

Unità di crisi regionale raccomanda chiusura cimiteri 1 e 2 Novembre

L'Unità di Crisi Regionale, di concerto con l'ANCI Campania, ritiene che, salva ogni ulteriore determinazione in conseguenza dell’andamento della situazione epidemiologica quotidianamente rilevata, debbano essere assunte le seguenti determinazioni in vista della commemorazione dei defunti, nei giorni 1 e 2 novembre:

1. Al fine di evitare assembramenti, nei giorni 1 e 2 novembre 2020, è fortemente raccomandata la chiusura dei cimiteri. 2. In subordine, a condizione che ciascun Sindaco abbia preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle attività con l'andamento della situazione epidemiologica nel proprio territorio, l'accesso al cimitero può essere svolto nel rispetto delle seguenti specifiche minime:

  • individuazione di specifici protocolli o linee guida comunali, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio;
  • l'accesso al cimitero avvenga con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
  • sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno del cimitero più del tempo necessario;
  • venga esposto all'ingresso del cimitero un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente;
  • venga vietata ogni forma di assembramento;
  • venga garantita una differenziazione tra ingresso ed uscita mediante opportuna segnaletica;
  • venga controllato l'obbligatorio utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie ed il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
  • venga misurata la temperatura all'ingresso e vietato l'accesso per i soggetti con febbre (maggiore di 37,5°);
  • venga fornito ai frequentatori gel idroalcolico o qualsiasi altro presidio per l'igiene delle mani;
  • vengano disciplinate e controllate le modalità di spostamento da e per il cimitero, con mezzi di trasporto pubblici o privati;
  • vengano controllate anche le aree esterne al cimitero ove avviene la vendita dei fiori;
  • venga garantito il rispetto di quant'altro previsto dalla normativa nazionale e regionale vigente.
Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...